Torna nella homepage
 
N. 76 ottobre 2017
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:18 Novembre 2017 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'La scuola in squadra'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
La scuola in squadra
L'insegnante di sostegno come valore aggiunto
di Ventre Angela - Inclusione Scolastica
E' da poco iniziato l'anno scolastico e tutti noi siamo impegnati nella progettazione di efficaci metodi e metodologie di apprendimento che consentano ai nostri alunni di acquisire e padroneggiare conoscenze, abilità e competenze, con le quali gestire il cambiamento, vivere e agire nella società con atteggiamento critico, autonomo e responsabile.

La scuola di oggi, lo abbiamo più volte affermato, non è quella del passato: essa è chiamata, essendo una delle più importanti agenzie educative, a individuare i saperi essenziali e le metodologie capaci di aiutare i ragazzi ad apprendere, a essere modello di convivenza democratica, affinché il senso di partecipazione, la corresponsabilità, uniti ai saperi (saper, saper essere e saper fare), rendano gli alunni consapevoli delle proprie idee e responsabili delle proprie azioni.
Al centro di tutto il nostro agire educativo ci deve essere la persona, la valorizzazione di tutte le sue dimensioni: cognitiva, affettiva e relazionale. Spetta a noi docenti ripensare, ricalibrare i processi di insegnamento/apprendimento tenendo conto dei loro bisogni, delle loro esperienze personali e sociali. Ciò presuppone un lavoro di squadra, una condivisione di conoscenze, competenze professionali specifiche e abilità sociali che si intersecano tra di loro, utili a realizzare un'offerta formativa ricca di esperienze e di occasioni di crescita. Purtroppo si dà per scontato che gli adulti siano in grado di lavorare insieme e di costruire quel clima accogliente, collaborativo e dialogico che fa di una classe una comunità, dove l'alunno si auto-realizza. Invece non è così e chi vive nella scuola si rende conto di quante persone siano in difficoltà nella gestione delle relazioni professionali specifiche, determinate e finalizzate alla formazione degli alunni.
La difficoltà a fare squadra, a lavorare insieme, emerge non solo tra insegnanti curriculari, ma anche tra questi e gli insegnanti di sostegno, poiché i primi vedono nei secondi degli osservatori della situazione, pronti a giudicare il loro lavoro, e i secondi si sentono privati della loro professionalità, estranei al contesto classe, soli di fronte al bambino con disabilità e unici responsabili della sua crescita formativa. Con questa affermazione vorrei evidenziare come gli insegnanti di sostegno rappresentino, per la comunità educante, quel valore aggiunto di cui avvalersi per una progettazione didattica, educativa e per competenze, basate sulle relazioni umane. L'insegnante di sostegno è il collante, il mediatore, colui che ogni giorno si sforza di mettere insieme ciò che è diviso o semplicemente differente; è "colui/colei che aiuta" gli tutti alunni, i colleghi, i genitori, è un ponte di congiunzione fra persone diverse che entrano in relazione, che crea un punto di contatto positivo e utile a creare situazioni di ascolto e apprendimento costruttivo.
I conflitti, le divergenze tra professionalità, nella diversità di competenze e ruoli lavorativi, ci sono e sempre ci saranno, non posso essere eliminati, ma bisogna imparare a gestirli attraverso la negoziazione, per sviluppare l'empatia che vuol dire comprensione e reciproco rispetto tra adulti, adulti e alunni e tra alunni stessi.


Angela Ventre, docente di sostegno, IC "Alfieri-Lante della Rovere", Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional