Torna nella homepage
 
n. 87 novembre 2018
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:24 Settembre 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo '"In...canto" per crescere insi... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
"In...canto" per crescere insieme
Un progetto canoro e musicale per la scuola primaria e secondaria
di Proietti Michela - Didattica Laboratoriale
Immagine tratta da www.specialclub.it
Immagine tratta da www.specialclub.it
Dicembre è già arrivato e con lui il momento più atteso dell'anno. Ogni scuola, come da tradizione, si veste a festa e si prepara a vivere momenti di condivisione con le famiglie e il territorio, dove i bambini diventano assoluti protagonisti, tra la commozione di genitori emozionati e pronti ad immortalare ogni istante di chissà quale spettacolo, a cui ci si prepara da settimane.
Di recente si assiste, nella scuola primaria e secondaria di primo grado, a un rifiorire di iniziative volte a riscoprire il valore educativo e formativo del canto corale. Ed è proprio quello che abbiamo tentato di creare anche noi dell' I.C. "Fara Sabina", in provincia di Rieti, dando vita ad una manifestazione canora e musicale dal nome "In...canto di Natale" prevista per il 18 dicembre 2018.
Non è un semplice spettacolo ma un percorso progettato e costruito nell'ottica dello sviluppo delle competenze, competenze sociali e civiche in particolar modo, perché si presenta come un momento unico, per riflettere sull'importanza del Natale quale generatore di solidarietà e fratellanza, valori che la musica, da sempre, contribuisce a diffondere, avvicinando specialmente i più giovani alla bellezza di emozioni universali.
I ragazzi della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado sono pronti ad esprimersi in un unico linguaggio, quello intenso e pacificatore della musica, intonando canti, recitando poesie e suonando celebri pezzi del repertorio internazionale, pronti ad emozionare quanti vorranno intervenire. Tutto questo è nato proprio dalla convinzione che la musica non è solo studio e tecnica, ma è soprattutto apprendimento umano, fonte di conoscenza verso l'altro e uno strumento fondamentale di coesione, senza distinzioni di origini, di lingua e colori.
Inoltre, grazie alla pratica dell'espressione musicale, dell'esercizio mnemonico, linguistico, fonetico, attentivo e all'esperienza del fare insieme, l'attività di canto corale può aiutare concretamente a superare eventuali difficoltà (di linguaggio, di comprensione, sociali, ecc...) o a rendere palesi e sviluppare particolari doti di sensibilità ed espressione musicale.
Nell'ambito dell'immensa varietà di percorsi educativo-formativi possibili per i bambini della scuola primaria e secondaria, la pratica musicale rappresenta una vera e propria strategia per un apprendimento "a tutto tondo", ove vengono chiamate in causa la sfera emotiva, espressiva, comunicativa e sociale di ogni singolo individuo, e tutte insieme riconducono ad una crescita armoniosa dell'individuo stesso, che ne potrà trarre inconsapevole ed indiscutibile beneficio.
Per questo il progetto del coro a scuola è stato pensato non solo come un elemento di valore aggiunto all'offerta formativa scolastica, ma come parte integrante della didattica svolta dagli insegnanti in classe. Il grande maestro Claudio Abbado pensava al coro con un aspetto umano molto profondo:

"Il canto è l'espressione musicale più spontanea e naturale e il coro è la forma più immediata del fare musica insieme. In un coro ogni persona è sempre concentrata sulla relazione della propria voce con le altre. L'ascolto dell'altro è quindi alla base del canto corale e in generale del fare musica insieme. Imparare a cantare insieme significa imparare ad ascoltarsi l'un l'altro.Il coro, quindi, è l'espressione più valida di ciò che sta alla base della società: la conoscenza e il rispetto del prossimo, attraverso l'ascolto reciproco e la generosità nel mettere le proprie risorse migliori a servizio degli altri".

Nella speranza che quello che si costruisce tra le pareti delle scuole possa scavalcarle, giungendo fin nelle nostre case e nelle nostre strade, creando un "In...cantevole" e sereno Natale, auguro a tutti noi buone feste.


Michela Proietti, docente di scuola primaria dell'IC Fara Sabina-Rieti
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional