Torna nella homepage
 
n 7 novembre 2010
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:17 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Young Explorers'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Emergenza scuola 5 Emergenza scuola

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Young Explorers
Partenariato bilaterale Comenius
di Esposito Luisa - Organizzazione Scolastica
map Spalding
map Spalding
Sono un'insegnante d'inglese della Scuola Media Statale "Umberto Boccioni" di Roma alle prese con il suo primo progetto Comenius.

Come sempre quando si comincia una nuova impresa si hanno mille incertezze e ci si sente sgomenti davanti alle tante difficoltà burocratiche. L'unica cosa che ti sostiene è l'entusiasmo, talvolta caotico, degli studenti.

Il progetto consiste in uno scambio tra un gruppo di studenti della mia scuola e un gruppo di studenti inglesi del Gleed Girls Technology College di Spalding, UK.

I contatti tra le due classi sono stati avviati nello scorso anno scolastico con uno scambio di mail nell'ambito di un gemellaggio elettronico sulla piattaforma Etwinning.
L'idea di trasformare il gemellaggio in un partenariato Comenius è nata dalla comune esigenza di migliorare le abilità comunicative degli studenti nella lingua straniera target: in italiano per gli studenti inglesi e viceversa in inglese per gli studenti italiani.

Il progetto, che ha durata biennale, prevede, dunque, la mobilità delle due classi coinvolte nei rispettivi paesi partner, per un periodo non inferiore a 10 giorni nei quali gli studenti faranno esperienza della vita scolastica del paese ospitante e del differente stile di vita.

Spalding, dove si trova la scuola partner, è una piccola cittadina rurale, a due ore da Londra, molto differente da una grande città come Roma. La full immersion, pertanto, ha una duplice valenza: oltre a migliorare la competenza comunicativa, contribuirà ad abbattere gli stereotipi esistenti e a mettere in luce somiglianze e diversità tra i due paesi.
Anche per noi insegnanti coinvolti nel progetto lo scambio sarà un'occasione per confrontarci con i colleghi inglesi e avrà una ricaduta enorme sul nostro stile di insegnamento.
Durante la visita nel paese partner gli studenti raccoglieranno informazioni sull'area locale per produrre una guida turistica per teenager, cartacea e online, sia in italiano che in inglese.

Il programma del progetto è stato elaborato durante una visita di contatto della referente inglese qui a Roma nello scorso anno scolastico. La prima mobilità prevista è quella degli studenti inglesi a Roma dal 25 maggio al 3 giugno 2011. Gli studenti italiani andranno in Gran Bretagna ad ottobre del prossimo anno scolastico.
Nel frattempo ci stiamo preparando ad accogliere gli ospiti inglesi a scuola. Gli studenti, che sono coinvolti in ogni fase progettuale, stanno elaborando gli itinerari più consoni per turisti 12enni. Una commissione formata da 5 ragazzi ha il compito di vagliare la fattibilità delle proposte in relazione al budget dei nostri ospiti. In classe c'è un grande fermento di idee che sta contagiando anche i genitori, il cui supporto è fondamentale per la riuscita del progetto.

In questa fase mi piacerebbe confrontarmi con colleghi di altre scuole che hanno già fatto un'esperienza di partenariato bilaterale Comenius. Se tra i lettori di questa rivista c'è qualcuno che voglia parlarmi della sua esperienza gliene sarei grata (vedi mail).

Luisa Esposito, docente di lingua inglese, SMS Boccioni - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Scuola Boccioni Scuola Boccioni
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional