Torna nella homepage
 
n.11 marzo 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:23 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo '17 marzo 1861 - 17 marzo 2011'... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Emergenza scuola 5 Emergenza scuola
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
17 marzo 1861 - 17 marzo 2011
L'interesse dei più piccoli per i 150 anni dell'Unita' d'Italia
di Silveri Paola - Organizzazione Scolastica
Circa un mese fa una mia amica, docente elementare nella scuola "Di Donato", nei pressi di piazza Vittorio, mi ha comunicato che la FNISM di Roma le aveva inviato una mail per promuovere iniziative nelle scuole al fine di far conoscere meglio agli alunni questa nostra festa una tantum: I 150 ANNI DI FONDAZIONE DELLO STATO UNITARIO.

La mia collega-amica mi ha chiesto, inoltre, se io fossi interessata a queste iniziative e che mi avrebbe mandato la mail di riferimento. In realtà, non avevo le idee chiare in merito a "se" e soprattutto al "come" presentare questa nuova festa, per poter suscitare in bambini di terza elementare curiosità e interesse. Non sapevo come presentare l'argomento, poi ho fatto mente locale e ho pensato di partire dal Codice di Hammurabi, che è stato oggetto di approfondimento in classe nello studio della storia dei Babilonesi: é infatti il primo codice di leggi scritte della storia. Nelle settimane passate, durante la lettura ad alta voce di alcuni articoli, i bambini erano rimasti colpiti in modo negativo dal fatto che quelle leggi non erano uguali per tutti, ma si trattava di più pesi e di più misure.
Ho pensato, così, di presentare la nostra raccolta di Leggi fondamentali: LA COSTITUZIONE!

Mi sono cimentata nella non facile spiegazione della situazione storico-geografica del nostro Paese prima dell' UNITA' e poi, a quanto si dovrà aspettare per avere l'ITALIA UNITA con Roma compresa. Ho parlato ancora di Monarchia e di Repubblica, del Referendum, dell'Assemblea Costituente e della nostra CARTA COSTITUZIONALE.

In più giornate ho letto alla classe gli artt. 1-2-3-12-30-34. Ogni articolo ha suscitato domande e conversazioni incredibili. I bambini sono apparsi interessati agli argomenti trattati nei vari articoli.
In particolare sono rimasti molto colpiti dall'art.3: un'alunna straniera, di origine cinese, è apparsa più interessata dei compagni e lo ha manifestato chiedendomi se avessi ancora l'intenzione di continuare a leggere quel libro così interessante!

L'art. 30, relativo all'educazione dei figli da parte dei genitori, ha focalizzato l'attenzione degli alunni che hanno posto moltissimi quesiti in merito a chi provvede a mantenere, istruire ed educare i bambini di quei genitori che non vogliono o non possono occuparsi di loro.
Gli alunni hanno anche chiesto cosa vuol dire "figli nati fuori dal matrimonio"- "Impossibile!"- mi ha detto una bambina che per maggio aspetta che nasca suo fratello.

Anche l'art. 34 ha suscitato richieste di chiarimenti, in particolare in riferimento ai "...capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi..."

Gli articoli che abbiamo letto li abbiamo evidenziati a matita sul Testo costituzionale, che ogni alunno ha avuto in regalo ed ha portato a casa, con l'impegno di leggerli insieme ai genitori proprio il 17 marzo.

Sulla porta dell'aula ho esposto il nostro TRICOLORE e per ogni alunno ho confezionato un fiocchetto coccarda tricolore che abbiamo fissato con una spilla da balia sul grembiule, con l'impegno di portarlo almeno tutta la settimana che comprende la festa del 17 marzo. A questa mia richiesta, i bambini hanno espresso il desiderio di portarlo anche dopo il 18 del mese di marzo: naturalmente ho risposto loro che avrebbero potuto farlo e che ne sarei stata molto contenta, anch'io avrei continuato a portare il mio.

Il 18 marzo, il giorno dopo la festa, all'uscita di scuola sono stata fermata da alcune mamme degli alunni che avevano gradito molto l'iniziativa di "avvicinare" i loro figli alla FESTA DELL'UNITA' D'ITALIA e alla nostra COSTITUZIONE. A casa, come promesso, i bambini avevano letto ai loro genitori gli articoli selezionati in classe suscitando, secondo quanto riferitomi dalle mamme, la loro commozione.

C'è ancora chi crede nelle nostre Istituzioni e nel nostro PAESE e sono proprio i nostri piccoli FUTURI CITTADINI!

Paola Silveri, Docente CD 107° "Giulio Cesare" - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional