Torna nella homepage
 
n. 79 gennaio 2018
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Sostegno alle competenze'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Sostegno alle competenze
Il ruolo dell'insegnante specializzato nella didattica quotidiana
di Pellegrino Marco - Formazione
I cambiamenti generali che interessano la didattica e la pedagogia sembrano tagliare fuori le figure e i campi più specialistici, tra cui quello in cui opera l'insegnante di sostegno che invece è sempre più garante e promotore dei processi inclusivi che riguardano tutto il contesto classe e non solo i singoli alunni.
Il carattere trasversale, multi e interdisciplinare, proprio dell'intervento specializzato, fa del docente di sostegno la figura professionale più adeguata e funzionale alla progettazione per competenze e alla realizzazione di percorsi centrati sugli alunni, considerati nella loro complessità, con le loro difficoltà ma soprattutto con i punti di forza e di leva da cui partire per organizzare le attività didattiche.
Queste riflessioni mi hanno convinto e spinto a programmare un percorso formativo (L'insegnante di sostegno nella didattica per competenze dell'Associazione Sysform) per docenti di sostegno, e non solo, con l'intento di far acquisire i principi di base della didattica per competenze e inclusiva e gli strumenti operativi per muoversi con più disinvoltura e padronanza nel campo delle competenze, per giungere così ad una certificazione funzionale e rispondente alle situazioni reali, evitando la mera compilazione del documento e l'assolvimento tout court di un obbligo burocratico.
Sappiamo che la Scuola degli ultimi decenni è stata appesantita da impegni formali, ma ciò non può essere l'alibi che ci mette fuori dai giochi, anzi deve spingerci ad ottimizzare e a rendere "utile" e condivisibile quanto ci viene indicato.

Quali sono gli aspetti cardine della didattica per competenze che collimano con il ruolo dell'insegnante di sostegno?

L'insegnante di sostegno:
-Non ha una disciplina assegnata, ma spazia da un campo e all'altro e attraversa vari saperi, dunque più di tutti incarna la trasversalità e l' interdisciplinarità tipiche della didattica per competenze;
-funziona in compresenza con i docenti curriculari (a volte è l'insegnante prevalente, se è assegnato per l'intero servizio alla stessa classe), dunque ha una visione d'insieme, collabora con i vari colleghi, osserva gli alunni e interviene in diverse situazioni di vita scolastica e di apprendimento;
-per formazione e per professione, è incline a progettare in modo flessibile e diversificato, sperimentando percorsi, metodologie, materiali e strumenti, per questo pone, necessariamente, l'alunno al centro del processo di insegnamento-apprendimento;
-date le caratteristiche, gli stili cognitivi diversi e le attitudini personali di alunni che presentano quadri di funzionamento complessi, si ritrova a orientare la didattica verso l' "agito", il "fare", la ricerca, puntando su attività pratiche, concrete e operative e soprattutto creative, per favorire l'acquisizione di autonomie per la vita, non finalizzate al solo successo scolastico.
-formula, come da Legge, i Piani Educativi Individualizzati e Personalizzati, per cui è più addentrato nella formalizzazione di progetti specifici che prevedono le seguenti sezioni, presenti anche nella progettazione per competenze: i traguardi e gli obiettivi, i tempi, le fasi, i materiali e le metodologie. Oltre ai Piani, si avvale di una serie di strumenti di monitoraggio, di osservazione e di valutazione, che sono parte integrante della didattica inclusiva e per competenze.

Questi mi sono sembrati i punti più importanti su cui costruire un percorso di formazione per i docenti, perché sono forieri di riflessioni e di occasioni di crescita personale e professionale, oltre ad essere basi da cui partire.
Da insegnante di sostegno e da formatore, ho ritenuto opportuno dedicare uno spazio ai docenti specializzati, che ogni tanto necessitano, credo, di momenti di condivisione, di scambio, di aggiornamento e di riconoscimento del lavoro delicato ma importante che svolgono quotidianamente.

Spero di ritrovarvi in aula, a Roma, nella nuova sede in zona Nuovo Salario, per dare concretezza a quanto affermato.

Il corso in dettaglio



Marco Pellegrino, docente di sostegno IC "Maria Montessori" di Roma e formatore
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional