Torna nella homepage
 
n.82 aprile 2018
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:20 Agosto 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Scrittura creativa per bambini... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Scrittura creativa per bambini
Un libro di Viviana Hutter
di Ansuini Cristina - Didattica Laboratoriale
"La scrittura non è magia ma, evidentemente, può diventare la porta d'ingresso per quel mondo che sta nascosto dentro di noi.
La parola scritta ha la forza di accendere la fantasia e illuminare l'interiorità
." 

Aharon Appelfeld
Vivian Hutter,Scrittura creativa per bambini, Edizioni Didattica Attiva, Torino 2017
Vivian Hutter,Scrittura creativa per bambini, Edizioni Didattica Attiva, Torino 2017

Le parole di Appelfeld sembrano pensate proprio per questo libro, perché lo snello volumetto di Viviana Hutter , che ne ha curato sia il testo che la grafica, è in realtà una raccolta di strumenti, tutti da utilizzare già all'interno del libro stesso, che danno al lettore-scrittore una serie di spunti di scrittura facilmente spendibili.
Come persone che amano le storie e come docenti che vogliono introdurre gli alunni a quell'amore così vario e così includente tante parti della realtà, siamo ben consapevoli di come sia difficile iniziare a scrivere, utilizzare la scrittura in modo comunicativo, dare suono e forma alle idee che sono ben sigillate dentro ad ognuno e fanno una gran fatica ad uscire.
Se infatti abbiamo ben chiaro cosa sia la scrittura e come insegnare le basi morfologiche, grammaticali e sintattiche della lingua scritta, è molto più fumoso il discorso che riguarda la creatività: che cos'è? Chi la possiede? Come si esplica? Si può imparare?
Non è facile rispondere a queste domande, ma la nostra esperienza - e le nostre letture - ci dicono che la creatività non è qualcosa che hanno solo gli artisti e che si manifesta improvvisamente sotto forma di "ispirazione", ma qualcosa che ognuno ha dentro di sé e che non chiede altro che "uscire allo scoperto", esprimersi, trovare concretezza e visibilità.
Occorre quindi trovare la modalità giusta per farla emergere e prendere corpo; in questo sono di aiuto attività di lettura animata e di ascolto partecipato, presentazione di diverse forme narrative, giochi con le rime, rimescolamento di ruoli all'interno di una storia conosciuta, ecc...
"Scrittura creativa per bambini" contiene un po' tutti questi ingredienti, con una grafica immediata e accattivante e tanti giochi di scrittura da provare subito direttamente sul libricino, anche utilizzando pastelli colorati o pennarelli (la carta è adeguatamente spessa).
Gli spunti sono tantissimi: dai colori delle emozioni ai personaggi oscuri delle fiabe, dall'avventura su un'isola deserta (con tanto di tesoro da trovare grazie a una mappa) al sogno ricorrente, dalle barzellette alle prime parole che vengono in mente...
Il libro è pensato per un uso individuale, ma le attività possono essere adeguate ad elaborazioni di gruppo o essere utilizzate per uno schedario self service, trasformando le varie proposte in schede di lavoro da "pescare" a seconda del momento, della preferenza, del gusto personale, nell'ottica di una personalizzazione della scrittura stessa, magari creando un piccolo quaderno da impiegare solo per questa funzione espressiva.
Molto interessante è la pagina delle "Regole della scrittura creativa" che consiste in un vero e proprio contratto con il fruitore del libro e che contiene non solo una serie di suggerimenti, ma anche l'invito ad utilizzare carta, penna, libri e colori abbandonando, momentaneamente, cellulare, tablet e computer.
Senza demonizzare questi strumenti, che pure possono avere una valenza creativa, è importante che ci si riappropri dei tempi e dei modi della manualità per poter ascoltare le istanze delle propria interiorità, ma anche per prestare attenzione ai vari momenti e alle varie realizzazioni: l'immediatezza dei linguaggi e delle informazioni visivo-uditive nelle quali siamo immersi rischia di far perdere di vista elementi preziosi per la nostra capacità espressiva.
A completare e rendere più complesso il discorso, esplicando come la creatività sia importante e preziosa nella vita di ognuno e di come sia importante prendersi degli spazi di libertà assoluta, Viviana Hutter ha pubblicato altri due libri (sempre per Edizioni Didattica Attiva di Torino): "Scrittura creativa per mamme stressate", che punta a disegnare un percorso di riscoperta di sé e di crescita ad un livello migliore, e "Il mio quaderno della lentezza" dove, attraverso la presentazione di una serie di input che invitano a leggere, scrivere, disegnare, si riporta l'attenzione su quel bisogno di ascolto di sé e del mondo circostante che spesso viene disatteso, soffocato da rumori e suoni estranei e distraenti.
Non si tratta di intraprendere percorsi intimisti o di autoanalisi, ma di tentare un piccolo gesto rivoluzionario, quello di rimettere al centro della vita l'individuo in tutta la sua interezza e integrità, con il suo bisogno di esprimersi, di comunicare, di farsi conoscere e di conoscere attraverso canali che gli sono propri.
La scuola non serve anche a questo?


Cristina Ansuini, Dottore in Psicologia, Docente presso la scuola "S. Francesco d'Assisi", I.C. Piazza Borgoncini Duca, Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional