Torna nella homepage
 
n. 89 gennaio 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:23 Febbraio 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Conoscere per valutare'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Conoscere per valutare
Interventi per costruire strategie valutative
di Rollo Tiziana - Inclusione Scolastica
I procedimenti di valutazione degli obiettivi formativi contribuiscono alla individuazione e promozione delle competenze di base, in tutti gli alunni.
Occorre approfondire gli interventi che riguardano le modalità diversificate di presentazione degli apprendimenti. L'intervento primario si basa però sulla forte motivazione degli alunni, compresi quelli con bisogni educativi.

La valutazione dell'alunno non può prescindere dalla progettazione e dall'utilizzo di un curricolo inclusivo orientato allo sviluppo delle competenze per tutti; gli obiettivi e le strategie si possono adattare nei Piani Didattici Personalizzati (PDP), i quali rendono accessibili i percorsi agli alunni interessati.
La personalizzazione consente di apprendere in modo differente competenze minime, richieste al gruppo. La valutazione personalizzata consente all'insegnante di adottare strategie durante le situazioni di apprendimento e i momenti di verifica, e di raccogliere dati e generare uno storico formativo, effettivo, dell'alunno.

La valutazione basata sul curricolo va orientata e finalizzata al sostegno delle scelte personali, per fornire strumenti di consapevolezza educativa, anche se facilitata, con prove comuni o equipollenti formulate per abbattere quelle difficoltà che generano un impedimento nell' apprendimento. I contesti facilitanti sono caratterizzati da attività laboratoriali e cooperative con uso di strumenti facilitatori, di software o semplicemente di mappe concettuali, usando a volte un semplice foglio di carta e tante matite colorate.

Nell'ambito dell'apprendimento multifattoriale le modalità di valutazione vanno diversificate e comparate, per criteri diversi, nei momenti di progettazione e orientamento della didattica inclusiva, per riconoscere a tutti, nessuno escluso, una valutazione adeguata ai criteri identificati nel documento redatto nei primi tre mesi dell'anno scolastico. La differenziazione e la scomposizione di prove consentono di prestare attenzione agli elementi singoli delle discipline.
L'elaborazione di un PDP inclusivo è orientato all'esigenza di voler integrare e valorizzare in ogni singolo individuo le competenze previste in uscita dal ciclo di istruzione.

L'alunno "standard" non esiste più; in ogni classe vi sono individui che disegnano un percorso dinamico in grado di promuovere la diversità come elemento di investimento futuro, grazie ad un modello di relazione con i compagni e gli insegnanti.
Ogni individuo è un dono, una risorsa da mettere in rete per assicurare una progettazione valida dei servizi e la collaborazione tra la scuola e le famiglie. La valutazione è l'elemento ultimo di un lavoro approfondito e curato nei dettagli grazie all'impegno di insegnanti competenti e aggiornati.
Stare ogni giorno in classe consente di conoscere i propri alunni. La valutazione si può ottenere attraverso l'osservazione e dalla considerazione dei miglioramenti relativi ad un'attività, ad una relazione, ad un problema quotidiano.
L'insegnante valuta osservando anche la libera espressione, la strutturazione del lavoro, la relazione e la fiducia di sé stessi in un ambiente aperto e innovativo, quale dovrebbe essere la classe: la scuola che si fa a scuola.


Tiziana Rollo
Insegnante di sostegno presso l'Istituto Paritario "Villa Flaminia" di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional