Torna nella homepage
 
n.93 maggio 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:25 Maggio 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Didattica per competenze e cer... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Didattica per competenze e certificazioni
Valutazioni finali con riferimenti pedagogici inclusivi
di Rollo Tiziana - Inclusione Scolastica
La normativa in materia di valutazione e certificazione delle competenze pone come oggetto il percorso formativo e i risultati dei miglioramenti nell'apprendimento, in vista del successo formativo di ogni singolo studente.
Le valutazioni degli studenti con DSA, come previsto dall'art. 11 del D. lgs. 62/2017, sono coerenti con il Piano Didattico Personalizzato predisposto dal Consiglio di Classe e dai team, comprensivi delle misure dispensative e degli strumenti compensativi che possono essere usati durante le prove d' esame a fine ciclo della secondaria di primo e secondo grado.
Durante lo svolgimento delle prove si prevedono tempi più lunghi di quelli ordinari, è consentito l'uso di strumenti informatici, quali PC e apparecchiature come la calcolatrice, già usate durante il percorso scolastico, ritenuti dunque funzionali per lo svolgimento della prova.

I riferimenti pedagogici inclusivi permettono di creare ambienti favorevoli e atti a costruire il benessere e il miglioramento dell'apprendimento degli studenti. Questi scenari innovativi e collaborativi danno l'opportunità di contribuire all' arricchimento di ogni singola competenza, considerando, anche, quelle trasversali.
In questo periodo dell'anno vi sono appuntamenti importanti che determinano la valutazione del singolo studente: le prove Invalsi è uno di questi.
L'approccio alle prove citate è sviluppato durante l'intero anno scolastico attraverso esercitazioni significative, per far familiarizzare gli studenti con le prove nazionali. Queste promuovono una didattica innovativa e costituiscono momenti di crescita e di responsabilità per il gruppo classe, abituato a rispondere alle lezioni argomentate e illustrate dai diversi insegnanti delle differenti discipline.
A fine ciclo di istruzione (passaggio dalla primaria alla secondaria di primo grado e dalla secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado) è prevista la certificazione delle competenze. La didattica per competenze prevede l'acquisizione di combinazioni di conoscenze, abilità appropriate al contesto scolastico e di atteggiamenti; costituisce per lo studente un arricchimento, attraverso nuove possibilità di crescita che la scuola propone in modo continuativo, collaborativo e inclusivo.
I nuovi scenari didattici contribuiscono al miglioramento e al cambiamento, necessari per motivare ogni soggetto alla vita scolastica e per abbattere qualsiasi barriera che impedisca il successo formativo di ogni studente.


Tiziana Rollo
Insegnante di sostegno presso l'Istituto Paritario "Villa Flaminia" di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional