Torna nella homepage
 
n.93 maggio 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:25 Maggio 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'La RI-Scoperta del Service Lea... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
La RI-Scoperta del Service Learning
Nuove sfide pedagogiche nella scuola e per la scuola
di De Angelis Giovanna - Oltre a noi...
Inquadriamo innanzitutto il Service Learning. Service = servizio e Learning = apprendimento.

I due termini ci suggeriscono la definizione di apprendimento attraverso il servizio, ma è proprio così? Non completamente. Infatti, il Service Learning ha una duplice finalità: non solo apprendere "nel" servire (attraverso lo svolgimento da parte degli studenti di attività che risultino utili alla comunità), ma anche apprendere "a" servire, mediante lo sviluppo di quelle competenze pro-sociali in grado di renderci "cittadini consapevoli", capaci di continuare ad apprendere lungo tutto l'arco della vita e di esercitare con scienza e coscienza le nostre competenze sociali e civiche.
Il Service learning, infatti, è una prospettiva che mira ad affrontare molteplici sfide pedagogiche a cui la scuola, insieme ad altre agenzie educative, è chiamata a dare risposte, come affrontare il rischio connesso all' artificializzazione della nostra realtà (confusione tra virtuale e reale), il rischio del localismo (estrema chiusura, paura dell'altro, del lontano, del diverso), il rischio contrario del non curare le proprie radici e peculiarità territoriali (identificazione nel consumismo) e il dover sopravvivere nella attuale società fondata sull'incertezza e sulla repentinità dei cambiamenti.
Standard di qualità, pertanto, del Service learning sono le azioni che tendono a soddisfare bisogni veri e sentiti nella realtà attraverso l'uso integrato, innovativo e differente delle discipline e del curricolo. Il Service learning è uno strumento per fare scuola, mentre per lo studente è un modo di apprendere attraverso l'azione solidale messa in campo.

Ma la didattica del Service learning è un'innovazione o una scoperta?
Sicuramente è una RI-scoperta che fonda le sue radici nella pedagogia di John Dewey ("Se faccio pratica dell'esperienza democratica, capisco cos'è la democrazia e divento un cittadino democratico"), di Paulo Freire ("L'educazione forse non può cambiare il mondo, ma può cambiare gli uomini che possono cambiare il mondo") e di Don Lorenzo Milani ("Mi sta a cuore", "Mi prendo cura del mondo").
Il Service learning, quindi, è un'occasione per riscoprire la buona pedagogia, ma adattandola e incardinandola nell'ottica dell'innovazione.
Come diceva Aristotele, infatti, non basta conoscere il bene per essere buoni, ma si può provare, anche mediante il Service learning, a coscientizzare l'agire delle persone, orientandole a fare il bene.

Bibliografia di riferimento:
- Fiorin, I. (2016). Oltre l'aula. La proposta pedagogica del service Learning. Milano: Mondadori Università.


Giovanna De Angelis
Docente di scuola primaria dell' IC "Fara Sabina", Rieti
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional