Torna nella homepage
 
n 94 giugno 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Luglio 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Il diario giornaliero dell'Est... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Il diario giornaliero dell'Estate
La narrazione come esperienza di crescita e di conoscenza di sé
di Rollo Tiziana - Orizzonte scuola
Immagine tratta da https://c2.staticflickr.com
Immagine tratta da https://c2.staticflickr.com
Siamo alla fine dell'anno e si preparano le attività da portare sotto l'ombrellone.
La scrittura contribuisce alla riflessione di ogni individuo. Nella narrazione si attivano memorie e accadimenti, desideri e sentimenti che affermano il singolo nella propria vita.
L'azione del raccontare sottolinea l'esigenza di lasciare memoria delle proprie esperienze, di fermarsi a riflettere, pensare e trascrivere eventi importanti da poter condividere con gli altri: nel caso dell'alunno, il docente è uno di questi, colui o colei che lo ha sollecitato e invogliato.
Raccontare a distanza rafforza il rapporto di fiducia costruito durante il tempo trascorso in classe. L'esperienza si caratterizza anche delle situazioni in cui si mettono in discussione la propria libertà, le proprie paure, angosce e ansie; si materializza attraverso la parola, nel continuum narrativo che si percorre e ripercorre. La scrittura sul diario giornaliero rappresenta l'incontro con il reale, il desiderio e l'attesa.

Raccontarsi esprime in breve l'atto finale dell'esperienza, la quale ha bisogno di essere organizzata nel tempo, fissando le azioni in uno specifico momento storico di vita del bambino.
La narrazione ha come oggetto fondamentale l'incontro con l'altro, la relazione.
Narrare mette in luce aspetti della propria volontà, del proprio agire in funzione di come ognuno sceglie di essere e di riflettere sulle azioni che contribuiscono al benessere della persona.

Nei diari di molti si potrebbero incontrare oggetti, fiori, biglietti, tutte cose che raccontano e fanno rivivere momenti importanti.
Il complemento accessorio si condivide e determina l'esperienza come reale.
Scrivere libera la propria immaginazione e trascende per imprimersi nella mente.
I colori dell'estate, la sabbia, le conchiglie e tutto ciò che troveremo attaccato sul diario renderanno più lieta la lettura nelle giornate di settembre, una volta rientrati nella dimensione scolastica.
Buone Vacanze!


Tiziana Rollo
Docente di sostegno presso l'Istituto Paritario "Villa Flaminia" di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional