Torna nella homepage
 
n.12 aprile 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:23 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Polvere di fata'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Pagina Scuola & Tecnologia 10 Scuola & Tecnologia
Pagina e-book novità 11 e-book novità
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Polvere di fata
Alla scoperta di un nuovo e book sul bambino che non vuole crescere
di Ansuini Cristina - e-book novità
Un anticipo sulla prossima novità dell'Autrice: il nuovo e-book di Cristina Ansuini "Polevere di fata. All'inseguimento di Peter Pan", disponibile a maggio, per il Salone del libro di Torino.

A che serve la polvere di fata? A molte cose, direi, ma soprattutto a volare diritto fino all'Isolachenoncè!
Se c'è una storia che ha ispirato un sacco di bambini nell'invenzione di giochi, nella ricerca di avventure nel più "normale" dei contesti, nell'alimentare fantasie e speranze... beh questa è proprio Peter Pan.
Il potere evocativo di emozioni e sentimenti diversi è rimasto intatto in questi 100 anni di vita e offre ancora miriadi di possibilità espressive e creative.

Nel libro "Polvere di fata" ho cercato così di utilizzare la polvere di fata, appunto, per scoprire le tante possibilità di elaborazione e di espressione nascoste in Peter Pan, utilizzando i contenuti, le atmosfere, i colori così abilmente inventati da J. M. Barrie.

Largo spazio quindi alla scoperta di Peter Pan, a cominciare dalla storia originale, dalle descrizioni in particolare, che rendono possibile entrare nelle vicende dei personaggi, nelle loro case, nei loro pensieri, nei loro abiti...
I bellissimi brani descrittivi della versione originale diventeranno la base per creare delle descrizioni nuove e deliziosamente personali grazie a qualche piccolo stratagemma...

Il racconto d'avventura, un genere amatissimo che attinge un po' ad ogni genere - fiaba, leggenda, giallo, mito... - può essere vissuto in modo attivo e creativo, non solo quindi da lettori e fruitori di vicende altrui, ma come narratori capaci di scegliere le strategie giuste per godersi il proprio racconto su misura.

La lettura di immagini filmiche e libresche consentirà di ripercorrere il linguaggio più istintivo, quello iconico, e di esplorarne e di utilizzarne i codici, imparando nuove tecniche e nuovi modi di esprimersi e di comunicare.

Comunicazione che sarà possibile coltivare e far crescere attraverso l'esplorazione avventurosa di strategie di scrittura creativa, sempre a partire dai numerosi spunti che il libro di Peter Pan offre.

Sempre per rimanere nel tema dell'avventura, perché non avventurarsi nella conoscenza di Peter Pan nella lingua in cui è stato scritto? Utilizzando riduzioni, via via da arricchire, sarà possibile entrare in contatto con il Peter delle origine, avvolgendolo di un fascino nuovo e davvero speciale. La storia di Peter potrà diventare uno sfondo narrativo da cui prendere spunto per introdurre elementi nuovi dell'insegnamento-apprendimento della L2, in modo giocoso e comunicativo.

L'ultima parte è riservata all'aspetto più nascosto di Peter Pan, quello delle tematiche che vi sono celate e che sono proprie nella vita di ognuno di noi: i rapporti familiari, la voglia-paura di crescere, l'importanza dell'amicizia e della complicità, l'eterno confronto buoni-cattivi...

Tornare in contatto con Peter Pan consente di fare una gran quantità di scoperte sia sui bambini con i quali lavoriamo, sia sulle risorse di un libro diventato ormai un classico, sia su quanto siamo ancora in contatto con la nostra parte "che non vuole crescere".
Il libro è indicato sia per i bambini che per i colleghi insegnanti che troveranno indicazioni di lavoro per coinvolgere la classe ... in una continua avventura!

Cristina Ansuini, Psicologa, docente presso la scuola "2 ottobre 1870", I.C. Piazza Borgoncini Duca, Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional