Torna nella homepage
 
n.12 aprile 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:23 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Tre tazze di tè e fai parte de... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Pagina Scuola & Tecnologia 10 Scuola & Tecnologia
Pagina e-book novità 11 e-book novità
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Tre tazze di tè e fai parte della famiglia
Dalla lotta per la cultura al flop dell'università
di Riccardi Barbara - Dalla redazione
Ascoltatelo tutto questo video... Per chi non parla inglese ci sono i sottotitoli in italiano.


Tre numero perfetto! Perché proprio tre tazze di tè? A spiegarlo il capo villaggio di un paese del Pakistan: "La prima volta che bevi una tazza di un tè con uno di noi sei uno straniero, la seconda un ospite onorato, la terza fai parte della famiglia".
Tre tazze di tè, storia straordinaria dell'alpinista Californiano Greg Mortenson, dalla quale ne è nato un libro di fama mondiale, la cui lettura ha aiutato molte persone a cambiare stile di vivere la vita in modo positivo e audace verso tutte le cose che si vogliono raggiungere e che si desiderano ardentemente.
Scritto a quattro mani dallo stesso Greg Mortenson e dal suo amico di viaggio il giornalista David Oliver Relin e collaboratore attivo di Amnesty International, il quale si è sempre occupato del caso dei bambini soldato.
Viaggio fantastico dove la tenacia e la forza di volontà di una persona sola a dimostrazione del fatto che anche la scelta di un solo uomo può fare la differenza, "Volere è potere".

L'alleanza, l'unione e la voglia di fare per gli altri emerge prorompente in questa storia vissuta da Greg durante una scalata sul K2, dal quale purtroppo precipita. Grato del soccorso e dell'aiuto che gli abitanti di un paese vicino gli offrono, ricambia divenendo la lampada di Aladino nel realizzare il loro desiderio più sentito/dimostrato: "Garantire un'educazione per i loro figli". Da quel momento la sua promessa si materializzerà in cento scuole laiche in quei paesi di povertà e guerre. La domanda nasce spontanea: "Perché non ci sono soldi per annientare la fame e la miseria mentre per le armi e le guerre si trovano?

Il suo unico obiettivo, aiutarli e seminare prese di coscienza ben forti.

Anche la Francia, da parte sua ... "qualcosa si muove": "Cercare di far approvare la legge di vietare l'uso del burqa". In risposta, una donna con tono deciso e marcato a tale tentativo: "La luce verso l'istruzione è quella che conta, ci sono cose molto più importanti del problema di vedere il mondo attraverso i buchi del burqa".
Da quel momento in Greg diventò sempre più profondo il valore del suo obiettivo, rimanendo indifferente anche agli uomini che lo osservano dai mirini dei loro fucili, l'unico suo fine ... riuscire a scalare la sua montagna interiore che in quell'istante si era impegnato a percorrere, per portare l'istruzione ai bambini di quei posti, maschi e femmine senza distinzione alcuna.

Intervista Greg Mortenson
Oggi Greg è candidato al Nobel per la Pace, perché grazie a lui l'edificazione di una semplice scuola, è diventato il primo mattone per l'educazione di giovani sottratti all'indottrinamento estremista delle madrase wahhabi.
Un baluardo verso la possibilità dell'insegnamento laico, rappresentando l'alternativa sostanziale a scuole dai precetti radicali o volte ad inculcare odio verso il mondo occidentale e che pure, per molte famiglie povere, rappresentano l'unico escamotage per garantire ai figli un riparo e il pasto quotidiano.
E' la storia fuori dalle comuni regole che parla di: scuole laiciste tra centinaia di altre estremiste; di un americano tra afghani, pakistani e talebani, di un infermiere di provincia tra capi musulmani e governi corrotti, di uno statunitense che ha scoperto che >"casa" è il solo nome adeguato per un villaggio sperduto sulla catena himalayana, lì dove, inverno dopo inverno, il popolo baltì attende il disgelo di menti intabarrate in congetture e credi ormai da sfatare ed elidere per riuscire ad andare verso un mondo di pace e di amore.

Impossibile da credere, ma ... "SI pUo' FaRe" ... la Scuola Possibile è presente in ogni dove!

Greg ha proseguito il suo viaggio di Aladino con "La bambina che scrive sulla sabbia".

"Chi si arrampica in montagna sa che deve seguire più l'istinto e i sentimenti più che la ragione"

Mentre si lotta per la diffusione della cultura e dell'educazione nei paesi più disagiati, costruendo scuole e inviando aiuti materiali, in Italia l'Annuario Statistico dell'Istat ci comunica che Università fa flop con le matricole; le iscrizioni sono diminuite del 4,5%.
Da tali ricerche emerge che:
1) La partecipazione agli studi universitari risulta particolarmente elevata in Molise, Abruzzo, Basilicata, Lazio e Calabria
2) Su 100 residenti l'età va dai 19 ai 25 anni
3) Più di uno su due è iscritto a un corso accademico
4) Spesso gli iscritti sono fuori sede
5) Una matricola su cinque non rinnova l'iscrizione al secondo anno
6) Le donne sono più propense degli uomini a proseguire gli studi oltre la scuola secondaria e anche a portare a termine il percorso accademico.

Le classi di laurea che riguardano l'insegnamento, le lingue e la psicologia sono quelle in cui la presenza femminile è particolarmente alta, mentre quelle che riguardano difesa e sicurezza, ingegneria e materie a carattere scientifico, registrano invece un maggiore peso della componente maschile.
Tra i corsi di laurea che favoriscono un inserimento lavorativo più rapido secondo l'Istat, spiccano: quelli del gruppo di Ingegneria gestionale (a tre anni dalla laurea l'89% degli ingegneri gestionali ha un'occupazione continuativa), Ingegneria delle telecomunicazioni (88%) Ingegneria aerospaziale e aeronautica (86%).

Mentre i corsi con tassi di occupazione più bassi sono quelli del gruppo medico ed educazione fisica, impegnati in un lavoro continuativo soltanto in circa 20 casi su 100 insieme a quelli del gruppo giuridico (42%), letterario (46%) e insegnamento (51%).
Un dato che può spiegare il decrescere delle iscrizioni può essere anche con il fatto che molti giovani alla fine di questi corsi di studio sono impegnati in corsi di specializzazione o tirocinio che ritardano l'inserimento nel campo lavorativo.
Altro sentore che contribuisce al flop, il livello di innalzamento della povertà.

Nel 2009 le famiglie in condizioni di povertà relativa riguardano il 10,8 per cento dei nuclei residenti e la povertà assoluta coinvolge il 4,7 per cento delle famiglie. E' quanto rileva l'indagine "Noi Italia 2011" dell'Istat. Nel primo caso riguarda 7,8 milioni di individui poveri, di cui il 13,1 per cento della popolazione residente. La povertà assoluta coinvolge il 4,7 per cento delle famiglie, per un totale di 3,1 milioni di individui.
Si dice che il più ricco aiuta il povero. Aiutare gli altri si, ma con questi fatti e in queste condizioni a noi, se non ci pensiamo noi, chi ci pensa? La nostra forza?... la ricchezza d'animo, il motore per poter andare avanti nell'ottica di migliorarsi e non abbattersi senza fare.
I nuovi mille, mille speranze, mille vite ... Siamo noi i nuovi mille non perdiamo l'entusiasmo.


Barbara Riccardi, Docente 143° CD "Spinaceto" - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 1 commenti Visualizza tutti i commenti
inserito lunedì 02/05/2011 ore 18:03 da patrizia ruggiero
grazie barbara energia speranza e voglia di fare tre tazze di tè di cui in questo momento avevo proprio bisogno e che... non bastano mai! patrizia ruggiero
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
annuario statistico annuario statistico
maestra siriana maltratta bambini maestra siriana maltratta bambini
diritto allo studio diritto allo studio
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional