Torna nella homepage
 
Numero: 1 -settembre 2009- Anno III   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 22 Settembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'A scuola nessuno è straniero'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Oltre a noi... 5 Oltre a noi...
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione

Ricerca avanzata >>>
A scuola nessuno è straniero
Convegno nazionale sull'intercultura nella scuola
di La redazione - Dalla redazione
Da tempo sui banchi della scuola italiana siedono gli uni accanto agli altri bambini e ragazzi che hanno origini, lingue e storie diverse. La scuola è diventata sempre di più lo spazio quotidiano e decisivo per costruire le condizioni e accompagnare le scelte dell'integrazione interculturale e dello scambio reciproco, della conoscenza e del riconoscimento di ciascuno.
Da anni, gli insegnanti e i dirigenti scolastici progettano e realizzano - con gli enti locali, l'associazionismo, le risorse territoriali - interventi e azioni di accoglienza, insegnamento dell'italiano ai nuovi arrivati, educazione interculturale, mediazione linguistico-culturale...
Lo hanno fatto e lo fanno, spesso in silenzio e nella solitudine, senza poter contare su riferimenti chiari, indicazioni comuni, mete condivise. E tuttavia, la scuola italiana in questi anni (vent'anni circa, per le aree di immigrazione più "antica"; dieci anni per le situazioni che vedono insediamenti più recenti) ha elaborato, faticosamente e con pazienza, un deposito di "buone pratiche" da diffondere e sistematizzare. Ha cercato anche di discernere tra interventi positivi ed efficaci e azioni controproducenti e semplificate, individuando le "cattive pratiche" che distanziano, separano, ostacolano gli apprendimenti e la partecipazione, anziché includere e innovare.

Il seminario nazionale A SCUOLA NESSUNO È STRANIERO vuole essere un'occasione di riflessione e di confronto per i docenti e gli operatori della scuola multiculturale.
Un'occasione importante per mettere in comune dubbi e acquisizioni, progetti e materiali didattici, idee e proposte.
I temi che fanno da filo conduttore, sia delle relazioni sia delle buone pratiche, sono quelli che maggiormente impegnano e sollecitano le scuole. Tra questi:
- l'apprendimento/insegnamento dell'italiano come seconda lingua per la comunicazione e per lo studio;
- la valorizzazione delle situazioni di bilinguismo e il riconoscimento delle lingue d'origine;
- la relazione con le famiglie straniere e i percorsi di cittadinanza interculturale.
Al centro dell'attenzione vi sono i "nuovi" alunni e futuri cittadini, con le loro storie differenti e i diversi viaggi, la loro distribuzione su fasce di età e ordini di scuola diversi. Si guarderà, infatti, oltre che agli alunni inseriti nella scuola primaria, anche ai più piccoli, la cosiddetta "seconda generazione", composta da bambini per lo più nati in Italia e destinati a diventare "futuri cittadini". Si guarderà anche agli adolescenti, entrati nella scuola italiana in misura rilevante negli anni più recenti, che affrontano spesso in solitudine la sfida cruciale del dover ricominciare da capo, in un'altra scuola, in un'altra lingua.

Il Convegno si terrà al Palazzo dei Congressi - Firenze - venerdì 9 ottobre 2009
Promotori del Convegno:
Regione Toscana - Direzione Generale Politiche Formative, Beni e Attività Culturali - Settore Istruzione e Educazione
Giunti Scuola, La Vita Scolastica, Sesamo. Didattica interculturale, Scuola dell'Infanzia
Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Il convegno è di una giornata.
La partecipazione è gratuita.
L'iscrizione è obbligatoria.
? Mattina: cinque seminari tematici e gruppi di scambio
? Pomeriggio: plenaria e discussione

Il MIUR ha concesso l'esonero dal servizio (Prot. N. AOODGPER13967 del 21/09/2009)

La Redazione

Info tratte da www.liberweb.it/ascuolanessunoestraniero/index.html
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Indicazioni per il Convegno Indicazioni per il Convegno
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional