Torna nella homepage
 
n.9 gennaio 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Caro anno ti scrivo...'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Emergenza scuola 5 Emergenza scuola
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Caro anno ti scrivo...
Elenco dei propositi di un genitore per il nuovo anno
di Paci Lucia Giovanna - Emergenza scuola
"Anno nuovo, vita vecchia!" si sentenzia all'inizio di un anno quando le aspettative che questo inevitabilmente porta con sé e i propositi che le speranze generano, restano disattesi.
Io non voglio dirlo, quest'anno e, sulla scia di un "gioco" molto in voga, ho anch'io il mio elenco di propositi di genitore per il nuovo anno, che non voglio lasciare sulla carta ma voglio trasformare in progetti e in impegni.

Voglio continuare a nutrire il mio idealismo, perché non si esaurisca nell'impatto con la realtà, ma si rafforzi e tragga maggior vigore, per continuare ad alimentare la mia voglia di fare e perché in azione si tramuti.

Voglio continuare a sognare"il migliore dei mondi possibili", perché sognare è l'azione più creativa che si possa fare, soprattutto se, poi, il sogno prende corpo e forma di un'azione vera, tangibile.

Voglio continuare a credere nella passione, come alleata e compagna dell'azione e dell'impegno.

Voglio rinnovare ogni giorno la fiducia che ideali, sogni, progetti siano possibili, cioè che sia possibile vivere e operare per poterli avverare.

Voglio darmi da fare, senza arrendermi, senza scendere a compromessi, senza delegare, senza abdicare, perché ideali, sogni e progetti diventino realtà.

Voglio contaminare, infine, nel mio cammino, quanti più incontro o affianco, specialmente i disillusi, gli scettici, gli amari e gli apatici e, anzi, soprattutto, proprio in cima a tutti, i ragazzi, i miei figli, i miei nipoti, i loro amici.


Oggi, per fortuna, noi adulti possiamo essere dei genitori diversi rispetto al passato: non modelli statici, preconfezionati e infallibili, ma soggetti in divenire, in crescita, che imparano a loro volta, che si pongono degli obiettivi e fanno progetti. E' il rovescio della medaglia della crisi, del vuoto, soprattutto in campo educativo, prodotto dalla nostra generazione, che può, però, mettersi in discussione e rimediare, può provare a fare diversamente.

Quante cose devo fare ancora io!

Convinta che la mia vocazione alla maternità dovesse essere vissuta in maniera assoluta e totalitaria, com'è nel mio carattere, e non potesse essere conciliata con un lavoro che esprimesse l'"altra" me, ho appeso la laurea al chiodo e con essa ciò che ne sarebbe potuto derivare e ora che i figli sono cresciuti e mi è venuta voglia di riappropriarmi di quella parte di me "rimasta attaccata alla parete", sperimento ogni giorno la precarietà delle possibilità, che è tanto più pesante proprio perché è una condizione che non tocca solo la realtà concreta, ma arriva fino alla possibilità, alla potenzialità! E ogni giorno ricomincio, mi smonto e mi rimonto per ripartire alla carica, disposta a non mollare, a ridisegnarmi, sostenuta dalla fiducia e dalla pazienza, dalla grinta e dall'umiltà, mai spenta né arresa.

Non sono un modello, così, per i miei figli? Sarei stata migliore tutta certezze e traguardi raggiunti? Non lo so, ma non credo.

Credo e spero di insegnare loro non per gli obiettivi centrati ma per quelli che ridefinisco ogni volta, non per le certezze ma per i propositi, non per lo status ma per il modus. In questo divento credibile, perché loro se ne intendono di modi da affinare e risorse da dover mettere in campo, per raggiungere uno stato, una condizione e fare un cammino insieme, diverso ma analogo, ci unisce e ci aiuta...Perché anche io imparo da loro e da loro traggo forza, spinta, energia !

E se questo vale per ciò che io mi aspetto da me o essi da se stessi, vale ancor più per ciò che mi aspetto dalla vita politica, dalla cosiddetta Società.

Ecco perché non voglio smettere di credere e di partecipare, di fare e di contagiare.
Questo tempo che viviamo ci sta stretto e non lo riconosciamo, non ci piace, se non addirittura ci disgusta e da genitori ci atterrisce immaginare di quale futuro possa essere preludio, ma deve essere un imperativo categorico sentire, sapere e volere che sia possibile cambiare, perché un diverso futuro sia possibile per i nostri ragazzi...a partire dalla Scuola.

Caro Anno, ti scrivo oggi, dunque, e ti scriverò in questi mesi da queste pagine, anche se e quando non mi sembrerà possibile avere argomenti, vedrò magari pure di tirare fuori dal cassetto l'e-book che avevo cominciato a scrivere - e che per scarse autostima e autodisciplina ho lasciato all'inizio...! -

Non smetterò di fare ciò che posso o almeno non smetterò di provarci...continuerò a educare così i miei figli!

Lucia Giovanna Paci, genitore, IV Municipio - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional