Torna nella homepage
 
Numero: 3 -Febbraio 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 19 Settembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Che cosa hai preso?'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
Che cosa hai preso?
Una domanda che cambia la prospettiva.
di Ruggiero Patrizia - Organizzazione Scolastica
Alla fine di un' attività, inizialmente un po' diversa, un laboratorio, un film, una gita, un' esperienza di tutoraggio, la domanda è "tu che cosa hai preso?"
Le prime volte è più in generale, rivolta alla classe, sotto forma di invito, con cautela.
La prima reazione è il silenzio.
Sono spiazzati
Lui mi ha detto.. non mi è piaciuta....è perché ....
Si discolpano, giustificano o accusano, scatta il giudizio, difficilmente valutano o fanno un bilancio, mai si autovalutano.
Dopo un po' specifico.
Che cosa hai preso di buono per te.
Presuppone la risposta in prima persona, ma non avviene quasi mai all'inizio.
Siamo concentrati sul positivo.
Sarebbe troppo facile un elenco di negatività e non servirebbe a nessuno.
Dopo un po' il primo ci arriva, si fa coraggio e viene fuori una piccola cosa che apre la strada agli altri e allora è fantastico assistere all'incalzare di possibilità.
Questa domanda è magica
-per incrementare il senso di responsabilità Io come ho partecipato, quali energie ho impiegato....
-per ricercare una causalità interna Può dipendere da me...
-perché dà un potere trasformativo sia nei rapporti con gli altri che nell'apprendimento. Cosa io posso fare....
-perché lascia spazio alla diversità e alla varietà di possibilità: si possono prendere conoscenze ed emozioni, significati propri e dell'altro
-perché fa sentire soggetto attivo
-perché cambia l'atteggiamento da critico a positivo e poi propositivo
A patto che chi fa la domanda ci creda, sia sinceramente e profondamente convinto che si può prendere il buono dalle esperienze della vita e lo sappia fare.
È fondamentale inoltre che si tratti di uno spazio libero, senza suggerimenti o vincoli di alcun tipo, né risposte giuste o sbagliate, correzioni o pregiudizi. Non è difficile vero?

Patrizia Ruggiero Docente di sostegno SMS Fellini - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 2 commenti Visualizza tutti i commenti
inserito martedì 17/10/2017 ore 23:03 da De SIMONE MARIA
La domanda "CHE COSA HAI PRESO"può essere posta in modo reciproco: io insegnante la rivolgo ai miei bambini-alunni e loro potrebbero rivolgerla a me.Ogni giorno bisognerebbe che ci ricordassimo che il rapporto è bilaterale; la classe, la scuola è ambiente dove si svolge vita, dove ci si conosce, si costruisce e la fiducia dovrebbe prevalere. Insegnare è una grande responsabilità e non sempre riusciamo, ma provare a migliorarsi per migliorare, arricchirsi per arricchire, è necessario.
inserito sabato 02/04/2016 ore 11:38 da Caterina Esposito
Quanto ti sei impegnato, che cosa hai preso per te da questo lavoro? Ho proposto questa domanda nell'autovalutazione che ho preparato per il laboratorio di pittura che ho portato avanti per il tirocinio del corso di specializzazione per il sostegno. E'davvero una domanda magica! Mai mi sarei aspettata quella risposta data da F.! <>. Per la prima volta non ha definito un'attività una noia, anche se per essa ha dovuto impegnarsi al massimo, concentrarsi e restare attento. Non potevo crederci ha persino ammesso di non avere conoscenza dell'esistenza di quei pittori. Lui che conosce e sa tutti, più degli insegnati!
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional