Torna nella homepage
 
n.48 dicembre 2014
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:16 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Come si lavora nelle redazioni... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Come si lavora nelle redazioni del Pierino
La mia esperienza come referente nel Laboratorio di Documentazione
di Fammilume Luisella - Inclusione Scolastica
E' sembrato un volo libero nel cielo l'attività svolta con i ragazzi di documentazione dello scorso anno scolastico. Parlo di volo, perché veramente le idee, le proposte, gli interessi si sono succeduti con scioltezza, con determinazione, ma anche in modo fluido e scorrevole, in un interscambio tra alunni e docenti, sicuramente positivo e determinante per la buona riuscita del lavoro.

Il primo elemento importante che è stato individuato, è stata la consapevolezza di essere un gruppo coeso e di far parte integrante di un'attività di ampio respiro, che coinvolgeva altri due gruppi: recitazione e scene e costumi. Viene spontanea la domanda: come ci siamo riconosciuti? Ebbene, noi lo abbiamo fatto scegliendo il nome della redazione stessa: Occhio alla notizia e lo abbiamo dipinto sulle magliette che ci definivano; poi abbiamo deciso, su proposta di alcuni, di rendere i ruoli interscambiabili: fotografi, cineoperatori, giornalisti, intervistatori lo sono stati un po' tutti, perché l'unione fa la forza! Con questo spirito abbiamo lavorato, sono nati i primi articoli e poi a caccia di altre notizie...

Dopo i primi circle time abbiamo scoperto che la vita, in fondo, è un palcoscenico, dove ognuno vive la propria realtà ed è importante aiutarsi e sostenersi sia nelle difficoltà che nelle positività. Così abbiamo invitato a scuola l'attore Andrea Roncato, per sapere come si diventa attori, scoprendo che nel personaggio c'è sempre un po' di noi. Sono stati i ragazzi stessi a preparare le domande dividendosi in gruppi e confrontandosi per poi redigere l'articolo per IL PIERINO. Fotografie e filmati hanno completato l'incontro.

Siamo riusciti ad intervistare con lo stesso metodo la psicologa Maria Rita Parsi, per conoscere di più la personalità dell'uomo e l'inconscio che è in ognuno di noi.

Le uscite in quartiere, per intervistare la gente comune sui generi teatrali preferiti, hanno cementato i rapporti relazionali tra i membri del gruppo e le interviste fatte ai ragazzi di recitazione e scene e costumi, hanno permesso una consapevolezza maggiore sull'importanza dell'impegno e del fine comune.


Che dire ancora! Ricordo la gioia dei loro visi nello scegliere la musica base del cortometraggio preparato insieme, per spiegare che cosa è e quanto vale il Gabrielli. Ricordo i sorrisi di chi, abituato a sottrarsi sempre, si riteneva con gli altri parte integrante del gruppo e mi sono sentita ricca ed anche io ho spiccato il volo con i ragazzi.
E' stata una esperienza unica, che ha consolidato in me la fiducia verso una gioventù che, capita e indirizzata, è libera di essere se stessa, vera e solidale, dove nessuno è diverso, ma tutti sono normali.

Luisella Fammilume, docente, I.C. Nitti - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional