Torna nella homepage
 
n. 25 settembre 2012
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:17 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Concorso scuola 2012'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
L'intervista L'intervista
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Orizzonte scuola Orizzonte scuola
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Sotto la lente Sotto la lente
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Concorso scuola 2012
Le prove si terranno in primavera
di La redazione - Dalla redazione
Proponiamo l'articolo sul nuovo concorso per la scuola, apparso su Business Vox, la cui versione originale potete consultarla dal link allegato, scritto da Antonio Mannino, per la cui importanza consigliamo la visione a tutti i nostri lettori.


Secondo il ministro dell'istruzione Francesco Profumo, i benefici saranno evidenti per tutti. Il bando del concorso è atteso in Gazzetta il 25 Settembre. I concorsi si terranno nella prossima primavera. Protestano intanto gli oltre 160mila precari nelle graduatorie.

Alla cattedra si arriverà solo tramite concorso. È questa la nuova politica del Ministro dell'Istruzione Francesco Profumo. Si inizierà dalla prossima primavera quando saranno reclutati, dopo oltre 13 anni di pausa, un totale di circa 12mila docenti di ruolo. Il bando del maxi-concorso dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta il 25 Settembre dal Ministero della pubblica istruzione.

La protesta degli aspiranti nelle graduatorie - Nella graduatorie degli aspiranti per il posto di ruolo si contano però circa 163.000 iscritti, che devono ancora essere smaltiti; solo poche migliaia di loro riusciranno ad avere l'immissione in ruolo in quest'anno scolastico, gli altri, anche se abilitati, dovranno ritentare il concorso per risultare vincitori di cattedra. E la protesta dei precari in questi giorni non si è fatta attendere con la rivendicazione del diritto di precedenza per ottenere il posto di ruolo. Non solo. Ad entrare nel mirino della protesta anche la validità di un concorso basato su fantomatici test di preselezione.

"È necessario rispettare le aspettative di diritti di chi si trova in graduatoria" afferma il segretario di Cisl scuola. "Non è vero - chiarisce il leader sindacale - che quello inserito nelle graduatorie sia personale di scarsa qualità, dato che ha già superato almeno un concorso, oppure si é abilitato con percorsi post laurea".
"Il concorso - spiega un altro esponente della Flc-Cgil - è uno spreco di denaro pubblico, sembra uno spot elettorale perché di docenti abilitati ce ne sono tanti" e pronti ad abbandonare lo stato di precariato. Stato che condivide un gruppo di insegnanti giunte da Reggio Emilia per "avere delucidazioni dal ministro proprio sul concorso. Siamo un gruppo di professori precari in graduatoria - spiega una di loro - abbiamo maturato tutta l'esperienza necessaria per insegnare: io ho 44 anni, insegno da tanto e non credo di essere da rottamare a favore di un giovane di 27, magari senza esperienza. Io - ha proseguito - come tante altre e altri docenti abbiamo un'anzianità che è stata sudata, abbiamo fatto continui aggiornamenti e siamo stati formati dalla scuola: non si capisce perché ricercare altri docenti al di fuori delle graduatorie".

Il Ministro difende il concorso "Mi sembra che sia un progetto di regolarizzazione del sistema: i benefici saranno evidenti" ha detto Profumo, a Bologna due giorni fa a margine di un convegno in Regione su un bando del ministero dell'Istruzione per la selezione di progetti su scala urbana e metropolitana, riferendosi al concorso per la regolarizzazione degli insegnanti precari. "Stiamo attivando quello che dice la legge: dobbiamo tenere presente che questa fase di normalizzazione ha una programmazione definitiva nei modi e nei tempi, con una prossima sezione del concorso l'anno prossimo e poi con regolarita' ogni due anni".
Profumo ha anche spiegato che "la gestione dei transitori e' sempre una cosa complicata. Credo che il Paese - ha aggiunto - abbia bisogno di certezza sia nei tempi che nei modi. Questo e' quello che stiamo facendo. Nello stesso tempo - ha aggiunto - stiamo anche modificando e semplificando i concorsi degli anni a venire sulla base della delega Fioroni".
Il ministro, riferendosi ai vantaggi che portera' il concorso, ha spiegato che "il doppio canale nella realtà e' un modo molto civile di gestire la situazione pregressa per la quale dobbiamo portare molto rispetto, ma le persone - ha concluso Profumo - hanno la possibilità di seguire il canale delle graduatorie o quelle del concorso".

Ad ogni modo, comunque, ne resteranno esclusi i neolaureati non in possesso di abilitazione, a meno che la classe di concorso a cui intendano partecipare non sia già esaurita e quindi servano nuovi abilitati.

Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Concorso scuola 2012, le prove si terranno in Primavera Concorso scuola 2012, le prove si terranno in Primavera
Francesco Profumo Francesco Profumo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional