Torna nella homepage
 
n.70 febbraio 2017
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:18 Dicembre 2017 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Dai banchi di scuola ai banchi... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Didattica Laboratoriale 2 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Dai banchi di scuola ai banchi del Senato
Come sviluppare competenze sociali e civiche
di Malagesi Stefania - Didattica Laboratoriale
Lo studio della geografia, sia fisica che politica, è strettamente legato allo studio della storia e con gli alunni di quinta, studiando i Greci, precursori della democrazia e della Costituzione, si può affrontare anche la storia che ha portato l'Italia a diventare una Repubblica democratica.
Grazie alla geografia politica, iniziando a parlare dello Stato, dei suoi poteri e delle varie Istituzioni, si forniscono i primi elementi per diventare, in futuro, degli adulti e dei cittadini capaci e responsabili.
Ecco quindi che ciò che si studia sui libri diventa reale e rende competenti per vivere come protagonisti nella società e nella vita di tutti i i giorni.

Quest'anno, partendo dalla curiosità dei bambini in merito al Referendum Costituzionale, abbiamo lavorato in maniera approfondita proprio per sviluppare al meglio le nostre competenze sociali e civiche. In aula si è formata una vera e propria "Assemblea Costituente" che ha elaborato una Legge condivisa e rispettata da tutti, al fine di vivere concretamente un percorso che si studia solo in teoria e che è stato completato con l'uscita didattica al Senato.
Gli studenti sono stati guidati alla scoperta della storia di Palazzo Madama e hanno ammirato il luogo dove le leggi del nostro Paese sono discusse e deliberate; si sono seduti tra i banchi del Senato prendendo il posto di personaggi illustri che hanno spesso visto e sentito nominare in televisione: c'è chi si è seduto nei posti assegnati a Giorgio Napolitano, a Mario Monti e al famoso architetto Renzo Piano; hanno ascoltato la spiegazione da persone addette ai lavori circa l'iter di un disegno di legge e sulle norme che gli stessi senatori devono rispettare quando si trovano in aula per una discussione, proprio come loro devono attenersi alle regole stabilite in classe.
Il meglio della giornata è arrivato quando sono stati protagonisti di una sorpresa inaspettata: il Presidente del Senato Pietro Grasso ha voluto incontrarli, rivelandosi una persona disponibile e cordiale; sono state poste diverse domande, sono state soddisfatte tante curiosità e i bambini si sono resi conto della reale importanza che hanno le Istituzioni che lavorano per il bene comune.
Un'uscita didattica che ha reso concreto e reale quello che per loro risulta essere una parte della geografia astratta e difficile, anche se affascinante.
Sviluppare competenze sociali e civiche è importante quanto sviluppare competenze legate strettamente alle discipline.
Si può e si deve lavorare in maniera interdisciplinare attraverso la Storia, conoscendo i sistemi culturali delle civiltà antiche fino ad arrivare a quello attuale, e alla Geografia politica, studiando i diversi organi di governo, grazie ad un lavoro collettivo che porti i discenti a interiorizzare regole di vita civile da applicare in ogni ambito in cui si trovano a vivere.
Formare futuri cittadini responsabili, con un pensiero critico e aperto al confronto, pronti e competenti a lavorare per il bene comune, è importante tanto quanto formare studenti competenti nella madrelingua, nella matematica ecc., se non di più.


Stefania Malagesi, docente dell'I.C. "Belforte del Chienti", Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional