Torna nella homepage
 
Numero: 1 -Dicembre 2007 -Anno I-   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 20 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'E  finalmente .....ci si diver... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
E finalmente .....ci si diverte !
Come iniziare una prima classe elementare dove alunni e insegnanti si divertano
di Addolorato Cristina - Didattica Laboratoriale >>> Percorsi laboratoriali
Vi è mai capitato di terminare la classe quinta ed avere già la preoccupazione per la prima che prenderete a settembre?
Beh, a me si e non sono ai primi anni di insegnamento!
A giugno ho salutato i miei alunni di classe quinta, anche con molto dispiacere, e già avevo il pensiero di quei bambini piccoli che avrei conosciuto a settembre , soprattutto l'ansia di insegnare a ....leggere, scrivere e far di conto, possibilmente nei tempi condivisi dai genitori. Quando è arrivato il primo giorno di scuola, però, con le colleghe una cosa almeno l'avevamo decisa : non volevamo trasmettere l'ansia agli alunni. Come fare ? Abbiamo deciso di partire dalla situazione di ciascun bambino e da lì aiutarli a percorrere il proprio cammino per arrivare alla meta comune. Ciascuno con le proprie difficoltà, i propri tempi le proprie incertezze ma con la sicurezza che .... Ce la si può fare !
Da subito è emerso un problema generalizzato: quello della spazialità , molti hanno difficoltà a gestire il proprio corpo e lo spazio, figuriamoci poi la pagina del quaderno. La soluzione possibile non poteva essere certo quella di far riempire loro pagine e pagine di quadratini, stanghette e cerchietti, esercizio utile, per carità, ma di sicuro noioso per loro e per noi.
Poi ci è venuto in aiuto Alessandro, un AEC che segue un bambino autistico in classe seconda. Alessandro è specializzato in attività motoria ed insieme a lui abbiamo progettato una attività di psicomotricità e musica che coinvolge i nostri alunni di prima e il bambino autistico da lui seguito. Una volta a settimana, in palestra o nell'aula di musica o nell' aula di teatro, Anita, l'insegnante di sostegno, io e Alessandro ci divertiamo insieme ai bambini nel fare il gioco dello "specchio", dello " scultore", nel suonare tamburelli, piatti e triangoli, nel guidare i compagni bendati e tutto ascoltando musica.
Potete immaginare il mio stupore quando un alunno della classe, con difficoltà motorie e di coordinazione oculo-manuale, si è lasciato guidare da un compagno e, a sua volta, ha fatto da conduttore: tenete conto che questo bambino ha trascorso le prime settimane di scuola a tirare oggetti ai compagni e a rifiutarsi di fare qualsiasi attività. Altri bambini, normalmente lenti e timidi nelle attività in classe, in questo contesto hanno seguito spontaneamente e con buoni risultati i giochi su "lento e veloce", sia nel ritmo che nel movimento.
All'inizio e alla fine di ogni incontro ci troviamo in cerchio e i bambini ci raccontano quello che vorrebbero fare o i giochi che sono piaciuti di più e le emozioni particolari provate in alcuni momenti. Insieme ai bambini, inoltre, abbiamo deciso di fotografare alcuni momenti di queste attività, per fare poi dei cartelloni e ricordare insieme emozioni, risate ed anche momenti difficili.
Da due mesi abbiamo iniziato questa attività e vi assicuro che già si vedono notevoli miglioramenti! Certo è che a questa attività abbiamo affiancato l'esercizio scritto in classe e l'attività manipolativa, ma niente.. a detta loro.. è cosi divertente come l'appuntamento che ogni martedì abbiamo con Alessandro. E devo dire che ci divertiamo anche noi insegnanti, siamo più rilassate nel vedere i risultati che si possono raggiungere anche con la soddisfazione dei bambini, che poi vanno in classe e lavorano più volentieri sui quaderni!
Molto probabilmente questa attività non sarà nuova per molte colleghe, e questo mi fa sicuramente piacere, ma se raccontarla può essere servito a dare qualche idea ad altre insegnanti che come me spesso si annoiano, allora mi farà altrettanto piacere. Buon divertimento a tutti!

Cristina Addolorato Docente 196° Circolo Didattico Via Perazzi- Roma

In allegato la scheda progettuale
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Scheda progettuale Scheda progettuale
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882

Valid HTML 4.01 Transitional