Torna nella homepage
 
n 37 novembre 2013
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'E lucean le stelle'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Inclusione Scolastica 2 Inclusione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Orizzonte scuola 4 Orizzonte scuola

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
E lucean le stelle
Il planetario a scuola e i giovani (e non solo loro!) scoprono le stelle
di Della Puca Raffaella - Didattica Laboratoriale
Se ci ripenso, è stato quasi per gioco! Nel corso di un Collegio dei docenti di due anni orsono, io e la mia collega di team, Lucia Oddi, ci siamo guardate negli occhi e alla proposta del nostro Dirigente di occuparci del Laboratorio scientifico, abbiamo detto di si. Ma da lì a pensare che la cosa avrebbe completamente rivoluzionato le nostre professionalità, tracciando un solco nella personale quotidianità di docenti di Scuola Primaria, ce ne correva!!

Una volta preso in carico il Laboratorio, che andava completamente riorganizzato, la nostra attenzione si è posata su un anonimo scatolone, che ancora non aveva rivelato le grandi potenzialità contenute in esso!
Sapevamo di un vecchio Planetario Goto Ex 3, giunto nella nostra scuola diversi anni prima, animato da pochi docenti veramente interessati allo "studio del cielo" ma che, per varie vicissitudini, un giorno era stato riposto in quello scatolone anonimo!

E così, come l'Araba Fenice risorta dalle ceneri, il nostro Planetario ha ripreso vita e piano piano ci ha ammaliate. Prima la Formazione al Planetario di Roma, poi i contatti con gli stessi Astronomi planetaristi, Gabriele Catanzaro e Stefano Giovanardi, per non parlare della conoscenza prima e della sintonia poi intervenuta con lo straordinario Vincenzo Vomero, ex Direttore dei Musei Scientifici di Roma Capitale. Ancora ricordo quando alla fine del nostro primo incontro, avvenuto a Maggio 2012, prima di accordarci la sua disponibilità ad una collaborazione, lui palesò di essere rimasto piacevolmente travolto dal nostro entusiasmo e dalla volontà di offrire qualcosa di nuovo, per certi aspetti così lontano, ai nostri alunni.

Poi le nostre prime "sperimentali" lezioni sotto la volta celeste, intervallate da stupefacenti ohhhh!!! dei nostri alunni, all'accensione del Planetario nell'oscurità di quella stanza, in passato adibita a palestrina.

A volte penso che oltre al fuoco sacro, che dà vita a tutte le cose, ogni docente dovrebbe avere in sè un pò di sana follia che renda ai propri occhi possibile, ciò che razionalmente non lo è affatto.

E questa è stata la condizione che ha spinto me e la mia collega ad organizzare la I Edizione della Manifestazione "Senza confini...i giovani scoprono il cielo" che ha avuto luogo il 26 Maggio 2012, presso la nostra scuola. E' stato veramente un giorno "planetario", tutto dedicato all'inaugurazione del Planetario stesso, alla presenza dell'allora Sindaco di Roma Capitale On. Gianni Alemanno, al Convegno cui sono intervenuti nomi illustri del mondo giornalistico e scientifico come Piero Angela, Franco Foresta Martin, Pippo Battaglia, Vincenzo Vomero. E' stata una grande festa per i bambini che hanno assistito allo spettacolo-laboratorio del Dottor Stellarium e per i ragazzi che si sono appassionati alle lezioni interattive sui satelliti e pianeti tenute dalla Dott.ssa Germana Galoforo dell'Agenzia Spaziale Italiana e del Dott. Nicola Bisogno della Thales Alenia Space. Tanti sono stati i momenti intensi ed emozionanti di quella giornata! Uno di questi è stato sicuramente il collegamento da Star City (Russia), con il cosmonauta Magg. Walter Villadei, dell'Aeronautica Militare, che ha risposto alle domande, anche le più curiose e un po' strampalate, dei nostri ragazzi in merito alle peculiarità del lavoro di astronauta/cosmonauta, ai requisiti per intraprendere questa professione e all'addestramento necessario. Nel corso della Manifestazione inoltre, bambini e ragazzi hanno potuto effettuare l'osservazione del Sole, grazie ai telescopi professionali del GAK, gruppo astrofili Keplero, intervenuti all'Evento.

Di pari passo a tutto questo, non è mai venuto meno l'interesse e la disponibilità del nostro Dirigente, la Prof. Luciana Santoro, ad appoggiare tutte le proposte che avevano sempre, quale fine ultimo, quello di valorizzare il "nostro" Planetario. E' stato proprio grazie al suo impegno e alla sua ammirevole caparbietà se il Comune di Roma, nel Dicembre 2012, ha provveduto alla straordinaria ristrutturazione del vecchio e fatiscente Laboratorio scientifico. Quindi l'inaugurazione, il 21 Febbraio 2013, del Polo Museale Astronomico presso la nostra "Scuola Primaria Antonio Nuzzo" di Roma e il trasferimento del Planetario presso la nuova Sede. Infine il 17 Maggio 2013, si è tenuta la II Edizione della Manifestazione "Senza confini, i giovani scoprono il cielo e...i suoi fenomeni", che ha visto tutti gli alunni dell'Istituto Comprensivo Via Casal Bianco quali veri protagonisti del fare e dello sperimentare, con l'apertura al pubblico dei Laboratori didattici. Quindi la realizzazione, da parte dei più piccoli, di gadget a ricordo dell'Evento; esperimenti sull'aria, sulla pressione atmosferica, sulla rifrazione della luce, sull'arcobaleno, visualizzazione delle linee di forza, riconoscimento della presenza dei poli magnetici terrestri, manufatti sul ciclo dell'acqua, costruzione di un Anemometro, di un Termometro, di una Bussola, del Disco di Newton, ad opera dei più grandi.

Da sfondo poi il Convegno a cui ha partecipato in maniera rilevante l'Aeronautica Militare, con la presenza del Magg. Walter Villadei e del T. Col. Massimiliano Morucci; Ettore Perozzi, fisico, divulgatore scientifico, scrittore; Stefano Giovanardi, astronomo planetarista del Planetario di Roma; Silvano Casulli, astrofilo, prolifico scopritore di 85 asteroidi. Sono seguite varie attività all'esterno e all'interno della scuola: apertura dei Laboratori didattici, Mostra Statica a cura del CNMCA, osservazione del Sole con i Telescopi, presenza di librerie itineranti a carattere scientifico, proiezione di filmati, resi anche interattivi dalla presenza di professionisti del settore.

Verso sera il momento clou, con l'inaugurazione di un pregevole Celestron 8, generosamente offerto alla scuola dal Signor Fabiano Valelli, che ha consentito a tutti i presenti di osservare Saturno con i suoi anelli!!! A chiusura dell'Evento uno stupefacente spettacolo, presentato da Stefano Giovanardi, con accompagnamento live della musicista Angelina Yershova, che a introdotto i presenti nel suggestivo immaginario delle "Aurore Boreali".

Alla fine di questa giornata io, la mia preziosa collega e l'impareggiabile Associazione Forno Casale, i nostri "angeli custodi", eravamo tutti stanchi ma pazzescamente felici e convinti di aver regalato tanti momenti indimenticabili ai nostri bambini e ragazzi...perché questa è la Scuola che intendiamo noi, la nostra "Scuola possibile"!!!

Raffaella Della Puca, docente IC Casal Bianco - Roma

www.planetarioroma.it
www.Gak.it
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Il Planetario di Roma e Museo Astronomico Il Planetario di Roma e Museo Astronomico
Astronomia e scienze aereospaziali Astronomia e scienze aereospaziali
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional