Torna nella homepage
 
n 69 gennaio 2017
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:19 Ottobre 2017 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Maestri di se stessi'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Maestri di se stessi
Imparare in autonomia e con curiosità
di Malagesi Stefania - Didattica Laboratoriale
Sono arrivate le vacanze di Natale ed è giunto quindi anche il momento di assegnare gli "odiati" compiti da svolgere a casa.
Quest'anno, però, non ho assegnato le classiche pagine da studiare con i relativi esercizi.
Quest'anno i bambini, durante la pausa natalizia, saranno gli attori, gli artefici principali del proprio apprendimento.
Ho proposto diversi argomenti da scegliere in base al loro interesse e alla loro preparazione; ognuno, individualmente o in gruppo, svolgerà una ricerca approfondita sul tema scelto, da argomentare al rientro, in classe.
A loro spetta anche la scelta degli strumenti da usare, delle strade da prendere, delle informazioni da utilizzare o quelle da cestinare, delle immagini da selezionare e del prodotto finale da elaborare e presentare a tutti (cartellone o classica ricerca sul quaderno, ipertesto o presentazione su PowerPoint).
Sono ragazzi di quinta e devono essere consapevoli di quello che sanno e di quello che dovranno imparare e devono essere ancor più consapevoli che gli autori del percorso di apprendimento possono essere prima di tutto loro stessi.

Con questo compito ho chiesto a ciascun alunno uno sforzo che va al di là della ricerca fine a se stessa: ho chiesto di osservarsi durante le studio e di meditare sugli ostacoli e sulle difficoltà incontrate; ho chiesto di riflettere sul proprio operato e sulle modalità che hanno portato all'elaborazione del prodotto finale; ho chiesto di attivare nuove modalità di ricerca e di studio che siano efficaci, in modo da superare il diffuso momento del "non lo so fare"; ho chiesto di essere affamati di sapere e di costruire un percorso individuale e personale di conoscenze da condividere poi in classe durante un momento comune di confronto.

Con questa attività voglio renderli maestri di se stessi, studenti capaci di riflettere sul proprio operato, di motivarlo e di argomentarlo.
In fondo, formare individui responsabili del proprio sapere, coscienti di quello che si sa e di come si sa e lo si fa, non è forse uno degli obiettivi fondamentali della scuola?


Stefania Malagesi, docente dell'I.C. "Belforte del Chienti", Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional