Torna nella homepage
 
n. 62 aprile 2016
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:18 Novembre 2017 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'eTwinning is the community for... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
eTwinning is the community for schools in Europe.
eTwinning la comunità per le scuole in Europa
di Okuniewska Jolanta - Oltre a noi...
Al termine dell'articolo, la traduzione in italiano.

eTwinning offers a platform for staff (teachers, head teachers, librarians, etc.), working in a school in one of the European countries involved, to communicate, collaborate, develop projects, share and, in short, feel and be part of the most exciting learning community in Europe.
The eTwinning action promotes school collaboration in Europe through the use of Information and Communication Technologies (ICT) by providing support, tools and services for schools.
Available in twenty-eight languages, the eTwinning Portal now has the involvement of nearly 230 277 members and over 5462 projects* between two or more schools across Europe. The Portal provides online tools for teachers to find partners, set up projects, share ideas, exchange best practice and start working together, immediately using various customised tools available on the eTwinning platform.
I have been involved in running eTwinning project from 2008. I usually run two eTwinning projects with my students in cooperation with students from Cyprus, Romania, Portugal, Greece, Spain, Moldova. Five years ago we started cooperation in the project "Hide and seek in the castle" . My partners from Romania, Italy and Portugal were very happy about the topic.
Before we drew up a draft framework of the project Hide and seek in the castle, I read carefully our National Curriculum for primary schools and reached an agreement with partner schools from Romania, Portugal and Italy about it. I did not have to change the subject - expanded questions about Polish kings, code of arms, famous knights, role of castles, medieval architecture. I tried to integrate as many different fields of education as I could to show the topic to my students in many ways and made it interesting for them. During English lesson my students expand their vocabulary about clothes - clothes of knights, armour, they aslo make a poster about castles using English labels connected with the building and area around the castle. Students introduce themselves to friends from partners schools using English. During lessons of integral education students have to describe step by step how to become a knight. First they read lots of articles, watch movies, meet the knight from our local braverhood. They also write an essay about inhabitants of medieval castles and their roles. During Art lessons students painted pictures of castles and knights, restored castle in Baia Mare- Romania with crayons, designed dresses for princesses, coats of arms, made posters. They listened to medieval music and learnt a song about knights and then presented it to partners during videoconferences.

The project was developed in consultation between the partner schools. Collaboration was excellent, we liked it and we decided to start another project together. We work according to the plan we made before starting the project. We use mails and Google Docs to cooperate and establish all details. We also sent emails to each other to establish details of the project, goals and planned collaboration. Children and their parents also added their ideas to the project. So we started our collaboration with pleasure. We were discussing the next stages of the ideas and work. We shared knowledge about teaching methods. Having shared ideas is the work of art, and games related to the topic. Students were able to meet through videoconferences - present rhymes, songs, say hello to friends., send them pictures and drawings. We decided to make some documents together, so we prepared PPT about armour and made it in our mother tongues and in English. We sent the PPT to each other and added slides - pictures, drawings and descriptions. We also made the calendar of 2011 consisting of our pupils' drawings.
I do my best to make working on the project big fun for my students and for me. Parents also are involved in the project - they bought books about the topic of our eTwinning project, helped to prepare costumes for children, organized trips to the castle in our city.
While running eTwinning project teachers can easily develop key competences. Implementing key competences in schools involves not only specifying them in curricula, but also developing appropriate structures and teaching methods. Given their cross-curricular nature, this involves interdisciplinary, cross-subject teaching and therefore whole-school planning.
In this project we developed many skills of our little students: conversation, explanation, exercise, didactic game, posters, worksheets, whole class learning, individual learning; debate; evaluation; practical assessment; portfolio, group work, cooperation, sharing of ideas, brainstorming. During the project great emphasis was placed on using interactive and group methods, which were meant to develop the children's creativity.The project had a positive impact on pupils. In my work I use educational films, PPT presentations that I prepare in advance. The greater part of the material we presented on the platform of eTwinning, the project website, and some material also on the students' newspaper. Students prepared illustrations, collected pictures from magazines, looked up information on the Internet, they were very involved in the work and extremely happy with its results.

Pedagogical innovation - to make connections between our curricula, interests of our students and history of medieval Europe. We wanted to show that history teaches us how to live and understand historical changes in Europe. We also wanted to make students aware of the fact that we Europeans have a lot in common because of history, and we are also different, and this is fascinating. I am also an ambassador of eTwinning. I have been performing this function for 6 years and have been recognized as one of 10 Top Ambassador of Decade in Poland during a big ceremony in September 2015 in Warsaw. As an eTwinning Ambassador I share my passion for eTwinning with other teachers during meetings, conferences in Poland and abroad (Warsaw, Pu³awy, Bia³ystok, Olsztyn, Sopot, Budapest, Berlin, Lisbon etc.) I organize workshops in my region to help teachers to be familiar with eTwinning, help them to plan projects, find partners to run projects and support them in all stages of their work. I run my own projects to show others how to do it and to give my students chance to see colleagues from different countries in Europe to compare their achievements, culture and teach them tolerance. Pupils from partner schools can begin to get to know each other and start understanding how to work collaboratively. It is very important to develop those skills for the future life.

di Jolanta Okuniewska,
I am a primary school teacher
School Szkola Podstawowa nr 13 im. KEN -Olsztyn, Poland.

Sito e-Twinning

http://hideandseek.wikispaces.com/




TRADUZIONE IN ITALIANO
a cura di Adriana Santorio
eTwinning offre una piattaforma per addetti ai lavori (insegnanti, presidi, bibliotecari, etc), che lavorano in una scuola in uno dei paesi europei coinvolti, per comunicare, collaborare, sviluppare progetti, condividere, e in breve, sentirsi ed essere parte della più entusiasmante comunità di apprendimento in Europa.
La "eTwinning action" promuove collaborazioni fra le scuole in Europa attraverso l' uso di tecnologie per l'informazione e la collaborazione (ICT), provvedendo supporto, strumenti e servizi per le scuole.
Disponibile in 28 lingue, il portale di eTwinning adesso coinvolge 230277 membri e più di 5462 progetti fra due o più scuole attraverso l' Europa. Il portale provvede strumenti online per gli insegnanti per trovare partner, mettere in piedi progetti, condividere idee, scambiarsi metodi funzionanti e cominciare a lavorare insieme, immediatamente, usando vari strumenti personalizzati disponibili sulla piattaforma.

Io sono stata coinvolta nella gestione del progetto dal 2008. Di solito porto avanti due progetti eTwinning con i miei studenti in cooperazioni con studenti da Cipro, Romania, Portogallo, Grecia, Spagna, Moldavia.
Cinque anni fa abbiamo iniziato la collaborazione per il progetto "nascondino nel castello" i miei partner dalla Romania, Italia e Portogallo sono stati molto felici per l' argomento.

Prima di cominciare la bozza per l'ossatura del progetto "nascondino nel castello", ho letto attentamente il nostro curriculm nazionale per le scuole primarie, e raggiunto un accordo con le scuole partner in Romania, Portogallo e Italia. Non ho potuto cambiare l'argomento - questioni aperte su Re polacchi, famosi cavalieri, il ruolo dei castelli, l' architettura medievale. Ho cercato di integrare più aree di insegnamento possibile per mostrare l' argomento ai miei studenti da varie angolazioni e stimolare il loro interesse. Durante le lezioni di inglese gli studenti espandono il loro vocabolario sui vestiti - i vestiti dei cavalieri, le loro armatura, hanno anche creato un poster usando i termini inglesi riguardanti gli edifici e le aree intorno a un castello.

Gli studenti si presentano ai nuovi amici dalle scuole partner usando l' inglese. Durante le lezioni di educazione integrale, gli studenti hanno descritto passo dopo passo come diventate un cavaliere. Prima hanno letto molteplici articoli, visto film, incontrato cavalieri della nostra locale.
Hanno anche scritto saggi sugli abitanti dei castelli medievali e sui loro ruoli. Durante le lezioni di arte, hanno disegnato castelli e cavalieri, restaurato il castello di Baia Mare, in Romania, coi pastelli, disegnato vestiti per le principesse, stemmi, creato poster. Hanno ascoltato musica medievale e imparato una canzone sui cavalieri che poi hanno presentato ai nostri partner durante una videoconferenza. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con le scuole Partner. La collaborazione è stata eccellente, e abbiamo deciso di iniziare un altro progetto insieme. Abbiamo lavorato secondo il piano stabilito prima di iniziare il progetto. Abbiamo inviato mail per stabilire i dettagli del progetto, i nostri obiettivi e le collaborazioni programmate.
Anche i bambini e i loro genitori hanno aggiunto le loro idee al progetto. Così è stato con piacere che abbiamo iniziato la nostra collaborazione. Discutevamo le fasi successive delle idee e del lavoro, condividevamo le nostre conoscenze per quanto riguarda il metodo di insegnamento. Gli studenti hanno potuto incontrarsi attraverso videoconferenze, presentando rime, canzoni, salutando i loro amici, inviando loro foto e disegni.
Abbiamo deciso di creare dei documenti insieme, così abbiamo preparato presentazioni in Power Point sulle armature sia nella nostra lingua madre che in inglese. Abbiamo inviato le presentazioni gli uni agli altri e aggiunto slides: foto, disegni e descrizioni. Abbiamo anche creato un calendario per il 2011 con i disegni dei nostri allievi.

Faccio del mio meglio per rendere il lavorare sul progetto divertente per i miei allievi, e per me! Anche i genitori sono coinvolti! Hanno comprato libri sull' argomento, aiutato a preparare costumi per i bambini, organizzato gite nel castello della nostra città.
Nel condurre progetto con eTwinning, gli insegnanti possono facilmente sviluppare competenze chiave. Questo nella scuola non vuol dire solo inserirli nei curricula, ma anche sviluppare strutture e metodi di insegnamento appropriati. Proprio per la loro natura multicurriculare, questo richiede un insegnamento interdisciplinare e di conseguenza un'organizzazione che coinvolga tutta la scuola.

In questo progetto i nostri piccoli studenti hanno esercitato molte competenze: conversazione, spiegazioni, esercizi, giochi didattici, poster, fogli di lavoro, apprendimento individuale e di classe, dibattito, valutazione, portfolio, lavoro di gruppo, collaborazione, condivisione di idee, brain-storming. Durante il progetto grande enfasi è stata posta sull' usare metodi interattivi e di gruppo, intesi a sviluppate la creatività dei bambini, e il progetto ha avuto un impatto positivo sugli alunni. Nel mio lavoro uso filmati educativi, presentazioni che preparo in anticipo. La maggior parte del materiale è stata presentata sulla piattaforma di eTwinning, il sito del progetto, e una parte anche sul giornale scolastico. Gli studenti hanno preparato illustrazioni, raccolto foto da riviste, cercato informazioni su internet, rimanendo molto coinvolti nel lavoro e soddisfatti del risultato.

L' innovazione pedagogica, di creare connessioni fra i nostri programmi, gli interessi dei nostri studenti e la storia dell' Europa medievale. Volevamo mostrare come la storia insegna la vita e capire i cambiamenti storici dell' Europa. Volevamo anche rendere i nostri studenti consapevoli di quanto la storia abbia dato agli europei molto in comune e molte differenze, e di quanto questo sia affascinante.

Io sono un' ambasciatrice per eTwinning, ho svolto questa funzione per sei anni e sono stata riconosciuta come una delle migliori dieci ambasciatrici della decade durante una grande cerimonia che si è tenuta a settembre a Varsavia. Come ambasciatrice di eTwinning, condivido la mia passione per la piattaforma con altri insegnanti durante incontri e conferenze in Polonia e all' estero(Warsaw, Puławy, Białystok, Olsztyn, Sopot, Budapest, Berlino, Lisbona etc).
Organizzo workshop nella mia regione per familiarizzare gli insegnanti con eTwinning, aiutarli a organizzare progetti, trovare partner e supportarli in ogni fase del lavoro. Porto avanti i miei progetti per mostrare ad altri come fare e per dare ai miei studenti l' occasione di incontrare colleghi da diversi paesi e mettere a confronto i loro risultati, e le loro culture, ed insegnare la tolleranza. Gli alunni dalle scuole partner possono conoscersi e imparare a lavorare collaborativamente. È molto importante sviluppate queste abilita per la loro vita futura.

Sito e-Twinning

Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional