Torna nella homepage
 
Numero: 4 -Marzo 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 14 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Eureka!'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
Eureka!
Il piacere della scoperta, sensazioni ed emozioni di un genio come Archimede che ci avvicina alla fisica, alla geometria e all'astronomia.
di Mugione Mariella - Didattica Laboratoriale >>> Percorsi laboratoriali
Eureka, Evviva, è il grido, l'esultazione che è tanto piaciuta ai ragazzi durante la lettura del libro: Archimede e le macchine da guerra.
Anch'io grido Eureka, ho trovato uno spunto che magicamente coinvolge geometria, approccio alla fisica, storia,musica, e quant'altro.
Ora vediamo come
Perché questo libro
La scelta è stata ispirata dal dover trovare un personaggio famoso di origine italiana che potesse interessare ragazzi partner europei coinvolti nel progetto Comenius.
Ai bambini polacchi con un ipertesto illustreremo il nostro personaggio.
La lettura comincia con l'osservazione del piccolo libro di questa collana : lampi di genio.
Già il nome affascina i ragazzi che incuriositi cominciano a fare mille domande su Archimede persona. Le notizie non sono tante come la fantasia e così sono liberi di personificare il genio.
Come procede la lettura
La lettura del libro viene programmata durante la settimana scientifica e coincide con l'allestimento della mostra itinerante:"Scienze per leggere" che avvicina i ragazzi ad altri testi di divulgazione scientifica.
Ma questo libro devo dire li attrae in modo particolare e mi chiedono di leggerlo e addirittura di rileggere alcuni passi che loro sono poi chiamati da soli o in gruppo a rappresentare graficamente unendo ai disegni didascalie e/o piccole filastrocche sui personaggi.
Le scoperte di Archimede vengono man mano che le incontriamo nel libro spiegate, da noi provate praticamente, sia quelle geometriche che quelle che si riferiscono a leggi fisiche.
Abbiamo parlato del cerchio, della sua circonferenza della scoperta del rapporto tra circonferenza e diametro. Abbiamo parlato, disegnato carrucole,leve, scoperto le leve che ogni giorno in ogni momento della giornata scolastica e non incontriamo come le forbici o i giochi del parco.
Dopo aver letto il capitolo delle macchine da guerra, abbiamo voluto cimentarci a fare un forno solare, prendendo spunto dagli specchi ustori usati da Archimede per difendere la sua città, Siracusa, nella battaglia contro i Romani.
Perché tanto interesse?
Affascina il genio, la possibilità di scoprire regole e leggi generali vivendo la vita di ogni giorno, dovendo superare ostacoli e controversie e poi la semplicità della genialità.
Ho attirato l'attenzione dei ragazzi collegando le leggi generali a frasi rimaste famose dette da Archimede e attraverso esse ho suscitato curiosità per la spiegazione.
"Dammi un punto d'appoggio e ti solleverò il mondo"
"Eureka"
Parole che sono entrate nel nostro vocabolario, che sono state prima sussurrate poi gridate quando alcuni sono riusciti in collaborazione con i genitori a costruire strumenti musicali con materiale di riciclo,(partecipazione al progetto Ama Amadeus), strumenti che Eureka!suonano.
Si chiamano con nomi strani come la piatteria, lo stecchinio, il suona-armonico (vedi foto)
E poi i personaggi
Chi incontra Archimede, con chi stringe amicizia, chi ha influenza nella sua formazione, e la vita dell'epoca studiata contemporaneamente nell'ambito antropologico.
I personaggi amici di Archimede come re Gerone, definito, quel testone, e cosa fa Archimede per lui e da qui la scoperta della famosa legge generale: i corpi immersi nell'acqua ricevono una spinta dal basso verso l'alto pari ....

Per queste prove scendiamo in giardino!
Le modalità della scoperta, l'entusiasmo provato da Archimede, la gioia della riuscita riescono non solo ad attirare l'attenzione verso il fatto ma anche verso le regole che lo determinano.
E' un'occasione per esprimere se stessi, per essere felici quando non solo si scopre, ma si comprende la logica dietro i fatti, e quando i vissuti ti richiamano ai concetti studiati e incontrati nel percorso dell'anno come la partecipazione ai giochi matematici proposti durante la festa della matematica all'auditorium di Roma.
Così la settimana scientifica dura tutto l'anno!

Mariella Mugione Docente 196° Circolo Didattico Via Perazzi 46 - Roma

In allegato
Il fotogallery
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Vai alla Photogallery Vai alla photogallery
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional