Torna nella homepage
 
n. 28 dicembre 2012
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:22 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'APPUNTAMENTI DI GENNAIO 2013'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Orizzonte scuola 3 Orizzonte scuola
Pagina Didattica Laboratoriale 7 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
APPUNTAMENTI DI GENNAIO 2013
Una florida attività culturale inaugura il 2013: mostre, teatri e cinema per un mese di gennaio speciale
di Claudio Salvati - Dalla redazione
Ora che i Maya sembrano essere rimasti alle nostre spalle, e che nessuna interrogazione sulla fine del mondo verrà più riaperta per chissà quanto tempo, è importante ripristinare le priorità della cultura su quelle della credenza e restituire popolarità ad una pratica oscurata per 365 giorni.
Complici l'impatto mediatico e l'immaginario collettivo, questo 2012 è stato un anno culturale assai soggiogato da superstizioni e isterismi, del quale tuttavia è opportuno salvare lasciti ancora in voga a Roma, con le mostre su Johannes Vermeer (Scuderie del Quirinale, fino al 20 gennaio) e Renato Guttuso (Complesso del Vittoriano, fino al 10 febbraio), e a Milano, dove Pablo Picasso tiene banco fino al 6 gennaio al Palazzo Reale.

Dicembre ha in effetti segnato un netto ritorno all'arte di qualità e molte mostre destinate a riempire palazzi e musei durante tutto il 2013 sono state inaugurate proprio a ridosso del capodanno.

Probabilmente la più interessante è I Colori del Tempo (Pavia, Castello Visconteo, fino al 31 gennaio). L'esposizione si rivolge ad un pubblico eterogeneo desideroso di approfondire le proprie conoscenze di Arte Moderna e Contemporanea attraverso un percorso culturale e didattico che sfrutta il linguaggio del web e il Diagramma di Barr, metodo che riconduce le principali correnti artistiche (Metafisica, Astrattismo, Concretismo) all'interno di una mappa topografica suddivisa in Arte Astratta Geometrica e Arte Astratta Non-Geometrica.

Decisamente curioso è l'allestimento alla Pow Gallery di Torino di Darth Human Fener, mostra collettiva di B52Communication, visibile fino al 26 gennaio e dedicata al personaggio pop che maggiormente rappresenta l'essere umano nella sua infinità complessità: Darth Fener, il malvagio di Guerre Stellari che, nel suo passato di Jedi, racchiude la lotta tra Bene e il Male, tra dovere e piacere, tra altruismo ed egoismo.
Ancora a Torino il curatore Xavier Rey ha allestito nella Palazzina della Società della Promotrice delle Belle Arti la spettacolare mostra dedicata ad Edgar Degas e i Capolavori dal Musée d'Orsay (fino al 27 gennaio - http://mostradegas.it), mentre Alba e la Fondazione Ferrero inaugurano una mostra antologica su Carlo Carrà (fino al 27 gennaio - http://www.fondazioneferrero.it), vent'anni dopo l'ultima grande retrospettiva incentrata sul grande pittore piemontese.

A Genova si consiglia la mostra su Steve McCurry. Viaggio intorno all'uomo (Palazzo Ducale, fino al 24 febbraio - http://www.stevemccurrygenova.it), una galleria di grandi ritratti del più importante fotografo del National Geographic (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile propone anche Joan Mirò! Poesia e Luce).

Se Sesto Fiorentino ospita ancora per pochi giorni il dissacrante Francis Bacon, il più importante artista del XX secolo (Centro espositivo Antonio Berti, fino al 13 gennaio), Firenze si distingue per la raffinata Le vie delle lettere. La tipografia medicea tra Roma e l'Oriente (Biblioteca Medicea Laurenziana, fino al 22 giugno 2013 - http://www.bml.firenze.sbn.it), con il lascito dei più rari e preziosi manoscritti riprodotti per volere di Papa Gregorio XIII.

La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, invece, si dedica alla celebrazione di Elsa Morante, con scritti e racconti inediti (Santi, Sultani e Gran Capitani in camera mia, fino al 31 gennaio - http://www.bncrm.librari.beniculturali.it).
Disponibile fino al 5 maggio a Roma è la mostra su L'Età dell'Equilibrio. Traiano, Adriano, Antonio Pio, Marco Aurelio a Palazzo dei Conservatori (http://www.museicapitolini.org), mentre il Palazzo del Quirinale accoglie finalmente in Italia la ritrovata Tavola Doria di Leonardo Da Vinci (fino al 13 gennaio - http://www.quirinale.it/qrnw/statico/palazzo/palazzo.htm): capolavoro tornato in Italia a seguito di un accordo di cooperazione internazionale tra il Tokyo Fuji Art Museum e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
La Galleria Nazionale d'Arte Moderna e Contemporanea di Roma ospita Paul Klee e l'Italia (fino al 27 gennaio - http://www.gnam.beniculturali.it), cento opere che analizzano l'influenza del Bel Paese sullo stile e linguaggio dell'artista. Ispirazione che, per il MAXXI di Roma, non è mancata neanche a Le Corbusier (L'Italia di Le Corbusier, fino al 17 febbraio - http://www.fondazionemaxxi.it), curiosamente protagonista anche di un'altra eccezionale mostra a Milano (L'Architettura del mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi, fino al 10 febbraio - http://www.triennale.it/it/).

Altrettanto imperdibile è Dracula e il mito dei vampiri, che la Triennale di Milano organizza insieme a Gianni Canova, per indagare sulle implicazioni culturali e sociologiche di un mito antichissimo (fino al 24 marzo - http://www.triennale.org/it/).

A Napoli è di rigore la cultura partenopea con NINA. Nuova Immagine Napoletana, presso il Palazzo delle Arti di Napoli - PAN (fino al 13 gennaio - http://www.palazzoartinapoli.net): un'iniziativa nata per segnalare punte d'eccellenza all'interno del nuovo sistema artistico campano.

Cinquanta autori di diversa provenienza e generazione, da Carmelo Bene a Mario Schifani, da Rosa Barba a Depero, sono i protagonisti de Lo sguardo espanso. Cinema d'artista italiano in mostra (1912 − 2012), che fino al 3 marzo occuperà gli spazi del Complesso Monumentale del San Giovanni a Catanzaro (http://www.fondazioneroccoguglielmo.it).

Proprio il cinema a gennaio offre il meglio delle produzioni hollywoodiane, complice la concomitante rivelazione delle Nomination ad Oscar e Golden Globe, senza contare la Berlinale di gennaio.

Escono a Natale Lo Hobbit di Peter Jackson (tratto dalla fiaba di J. R. R. Tolkien) e Vita di Pi di Ang Lee (ispirato invece al romanzo omonimo di Yann Martel): con esiti diversi entrambi i film raccontano storie di crescita e di formazione, di tolleranza e diversità, con un occhio puntato sul fantastico (il primo) e sul realismo (il secondo).

Il 1 gennaio torna al cinema anche Giuseppe Tornatore con l'attesissimo La migliore offerta, che riunisce un cast internazionale (Goeffry Rush e Donald Sutherland su tutti) e parla di thriller e amore con un'ardita metafora ambientata nel mondo delle aste d'arte.

Il 3 gennaio, dopo il folgorante passaggio al Festival del Cinema di Venezia (dove vinse il Leone d'Argento per la Miglior Regia e la Coppa Volpi ex aequo ai protagonisti Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman) arriva in Italia The Master, impegnativa riflessione del regista Paul Thomas Anderson (lo stesso di Magnolia e Il Petroliere) sul concetto di "potere carismatico" già indagato da Max Weber.

Anche Cloud Atlas dal 10 gennaio promette scintille per il cast (Tom Hanks, Halle Berry, Susan Sarandon, Hugh Grant, Ben Whishaw, Jim Broadbent) e la trama: una serie innumerevole di storie, che vanno dall'America in cui vigeva ancora la schiavitù a un lontano futuro post-apocalittico, si incrociano e si compenetrano attraverso un unico denominatore comune, cioè la voglia di libertà dagli schemi soffocanti e repressivi che la società circostante impone ai protagonisti.

Il 17 gennaio è la volta di Frankenweenie, meraviglioso film d'animazione in stop-motion di Tim Burton, che torna ad un suo antico progetto, dopo anni di successi con Johnny Depp e Helena Bonham Carter, e racconta di un bambino che non si arrende alla morte dell'amato cane. Nello stesso giorno esce l'attesissimo Django Unchained di Quentin Tarantino, con Christopher Waltz, Leonardo Di Caprio, Jamie Foxx e Kerry Washington: una ricognizione dell'autore pulp sul western all'italiana e sullo schiavismo negriero americano: sia il film di Burton che quello di Tarantino sono già in odore di Oscar.

Il 24 gennaio giunge in Italia il contestato Lincoln di Steven Spielberg, epopea storica che la stampa americana ha definito tanto appassionata quanto prolissa e magniloquente, con Daniel Day Lewis, Sally Field e Tommy Lee Jones.

Nel frattempo teatro e danza non stanno a guardare. Se ancora il cinema si fa portavoce per conto del Balletto del Bolshoi, col documentario La Bayàdere (27 gennaio), per celebrare capolavoro di Marius Petipa e Léon Minkus, la Casa dei Teatri di Roma mette in scena Anton Checov fino al 27 gennaio (http://www.culturaroma.it/home).

Ben arrivato, 2013.

Claudio Salvati, sociologo e collaboratore editoriale, redattore de La Scuola Possibile
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Degas Degas
Fondazione Ferrero Fondazione Ferrero
Steve McCurry - Genova Steve McCurry - Genova
Biblioteca Medicea Laurenziana - Firenze Biblioteca Medicea Laurenziana - Firenze
Biblioteca Nazionale Centrale - Roma Biblioteca Nazionale Centrale - Roma
Palazzo del Quirinale Palazzo del Quirinale
Galleria Nazionale d'Arte Moderna - Roma Galleria Nazionale d'Arte Moderna - Roma
MAXXI - Roma MAXXI - Roma
Triennale - Milano Triennale - Milano
Palazzo delle Arti - Napoli Palazzo delle Arti - Napoli
Fondazione Rocco Guglielmo Fondazione Rocco Guglielmo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional