Torna nella homepage
 
Numero: 5-gennaio 2009- Anno II   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 17 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Fiabe...da leccarsi i baffi!'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Emergenza scuola 2 Emergenza scuola
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 5 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 6 In diretta dalla Segreteria
Pagina Long Life Learning 8 Long Life Learning

Ricerca avanzata >>>
Fiabe...da leccarsi i baffi!
Il cibo nelle fiabe:come animare un laboratorio di educazione alimentare davvero "favoloso".
di Ansuini Cristina - Didattica Laboratoriale >>> Percorsi laboratoriali
Pochi generi letterari sono pieni di suggestioni come la fiaba.
Le fiabe sembrano fatte apposta per essere manipolate, mescolate, rovesciate, analizzate...con quel carico prezioso di contenuti che riguarda ciascuno di noi, con quella potente capacità di identificazione che le rende così speciali, sempre uguali e sempre diverse.
In virtù di ciò cadere nella banalizzazione e nell'analisi estrema e spoetizzante, non è poi così difficile, altro invece è calarsi nelle vicende, un po' come Alice Cascherina, che entra nelle storie e vi partecipa direttamente.
Cercando una chiave di accesso a questo scopo, quello cioè di guardare e vivere le fiabe da dentro, è emersa la tematica del cibo, sempre presente nelle storie fantastiche, in modo più o meno esplicito - tra l'altro anche quello del cibo e nel nostro rapporto con lui è un altro tema che ci riguarda da molto vicino! -.
Chi non ha mai sognato di assaggiare la casetta di marzapane della strega di Hansel e Gretel? Chi non averebbe voluto curiosare nel cestino della merenda per la nonna di Cappuccetto Rosso? Chi non si è chiesto cosa preparasse Biancaneve per i Sette Nani che tornavano stanchi dal lavoro?
Dalle conversazioni esplorative in classe, stimolate dalla lettura-ascolto delle fiabe, sono esplose le idee, le esperienze, le emozioni a riguardo...tanto che si è deciso di riorganizzarle per poi dare loro una concretezza, un aggancio vero alla realtà.
Così dalla lettura animata di Cappuccetto Rosso, realizzata attraverso l'utilizzo della versione delle Carte in Tavola delle Edizioni Patatrac, si è passati alla raccolta di ipotesi sul contenuto del cestino...ed è venuto fuori di tutto: dalla bottiglia di vino alle fragole alle focaccine, alla torta di more al succo di mirtilli e via dicendo.
Alla fine ci si è messi d'accordo sulla realizzazione dei biscottini speziati.
Questi biscottini sono stati completamente realizzati dai bambini, dal dosaggio degli ingredienti all'impasto, all'utilizzo delle formine, alla decorazione con gli zuccherini.
Biscotti di Cappuccetto Rosso
Biscotti di Cappuccetto Rosso

La realizzazione pratica è stata sì impegnativa, ma improntata in modo bello ed allegro alla cooperazione, allo stare insieme in modo nuovo e positivo.
Per coronare l'esperienza abbiamo drammatizzato la fiaba, mettendo al centro il nostro cestino-capolavoro, festeggiando il lieto fine con l'assaggio dei biscotti e portandone poi ognuno a casa un sacchetto ben confezionato in ricorso e a testimonianza concreta dell'esperienza.

Questa prima tappa esplorativa ci ha dato così tanta soddisfazione che ha portato ad entrare anche in altre fiabe, attraverso la stessa chiave di accesso.
La cosa ha richiesta una grande organizzazione pratica: un angolo-cucina all'interno dell'aula, il richiamo alle norme igieniche, una divisione opportuna dei compiti tra i bambini, la collaborazione delle cuoche per la cottura e la conservazione dei cibi... Una grande risorsa sono state comunque le pubblicazioni su cucina e bambini, che danno parecchi suggerimenti, nonché informazioni nutrizionali, consigli pratici, utilizzando un linguaggio semplice, chiaramente adatto ai bambini.
Proprio questi libri e librini ci hanno consentito di migliorare le nostre capacità, sempre in relazione alle fiabe!, e ci hanno consentito di preparare la casa della strega di Hansel e Gretel, la torta di mele di Biancaneve, i panini di Pollicino...
Tanti sono i lavori che ne sono scaturiti, dalle storiette alle filastrocche fino ad un ricettario rigorosamente artigianale, che fa bella mostra di sé nella biblioteca di classe.

Cristina Ansuini, Psicologa, Docente presso la scuola elementare "2 ottobre 1870"

In allegato:
Bibliografia
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional