Torna nella homepage
 
n. 30 febbraio 2013
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'GERO VITAL'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Orizzonte scuola 3 Orizzonte scuola
Pagina Dalla redazione 13 Dalla redazione

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
GERO VITAL
Il nuovo siero per i nuovi docenti
di Riccardi Barbara - Orizzonte scuola
Grazie ad una delle figure storiche della Formazione Mondiale, a LEI, tappa del mio viaggio di vita che continua...

Ai miei ragazzi di V A
Sii felice ora...
Non aspettare di finire l'università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti, di avere figli, di vederli sistemati, di perdere quei dieci chili, che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l'estate, l'autunno o l'inverno. Non c'è momento migliore di questo per essere felice. La felicità è un percorso, non una destinazione. Lavora come se non avessi bisogno di denaro, ama come se non ti avessero mai ferito e balla, come se non ti vedesse nessuno.
Ricordati che la pelle avvizzisce, i capelli diventano bianchi e i giorni diventano anni. Ma l'importante non cambia: la tua forza e la tua convinzione non hanno età. Il tuo spirito è il piumino che tira via qualsiasi ragnatela. Dietro ogni traguardo c'è una nuova partenza. Dietro ogni risultato c'è un'altra sfida. Finché sei vivo, sentiti vivo. Vai avanti, anche quando tutti si aspettano che lasci perdere.
Madre Teresa di Calcutta

Ricordate quando per la prima volta in Italia si sentiva parlare del miracoloso siero Gero Vital? Ecco, che ne dite se per noi docenti si pensasse ad un nuovo modo di essere educatori, creando un vero e proprio siero che sia in grado di rigenerare le cellule del FARE e DARE, una formula rigenerante, capace di rinnovare modi e modalità del nostro impartire le lezioni, un nuovo più originale e mirato STILE DI FARE SCUOLA?
Slogan: "Gero Vital - Scuola, non solo una teoria contro l'invecchiamento anacronistico educativo, ma un'enfasi vitale verso una nuova idea formativa innovativa".

Il Gero Vital fu scoperto dalla dott.ssa rumena Ana Aslan nel 1954. Secondo la scopritrice non solo è un prodotto che rallenta l'invecchiamento, ma addirittura fa ringiovanire. Ecco l'idea di formazione: un qualcosa che fa ringiovanire il nostro modo di pensare la Scuola, un modo nuovo e diverso di essere docenti ogni giorno in maniera avvincente e seducente. Un modo per catturare l'interesse delle nuove menti giovani, dei nostri "acquirenti" fanciulli.
Certo il merito della dott.ssa Aslan fu senza dubbio quello di aver capito che la qualità della vita nel mondo occidentale stava nettamente migliorando e fosse "indispensabile" proporre qualcosa per illudere la gente che si potesse allungare la vita facilmente, grazie a un farmaco.
Ma a lungo andare l'effetto magia del siero ha perso di credibilità, mentre il Gerovital-Scuola dovrebbe permanere come FORZA COSTANTE, dall'efficacia meritoria, dovrebbe essere un passa parola, un testimonial dagli effetti strabilianti.

L'Autonomia della Scuola è la giusta condizione, essenziale per produrre tutta una serie di cambiamenti o per attuare quelli che sono già insiti nell'idea del SIERO GEROVITAL-SCUOLA.

Rendere la Scuola Autonoma, significa creare un processo in cui i docenti diventino i PROTAGONISTI diretti del proprio operato. Tutto questo "realisticamente" attuabile a condizione che i docenti si sentano parte integrante del costituire tutta la "comunità educante" in cui operano.
Urgente diventa la FORMAZIONE, intesa come parte essenziale per ESSERE DOCENTI. E' vero anche che le varie proposte che arrivano alla Scuola, di tutto e di più, come qualità della Formazione sono spesso di livello inadeguato per garantire il "miglioramento e l'elevatura" personale/professionale per spiccare ed eccellere, e così di solito avviene che i più preparati si formano e i meno lo evitano.

I Percorsi Formativi certamente devono rispondere alle diverse esigenze di ognuno, rispetto al carattere, alle proprie abilità ed interessi. Riguardo questa ottica, la Formazione in ingresso diviene parte fondamentale, il punto di avvio per il decollo verso la professione docente.
Una partenza è sprint se la guida è affidata ad un Tutor esperienziale di valore, questo diviene di importanza fondamentale, un imprinting, che sia per i "nuovi ingressi-docenti", un esempio, uno stimolo e un motivatore nell'ESSERE DOCENTE a tutto tondo.

L'ipotesi di usufruire dell'opportunità di docenti che hanno raggiunto la "meta" pensione, possono essere considerati una risorsa per la Scuola, tale ipotesi andrebbe valutata certamente, cercando però dei docenti di lungo corso ABILI, aperti al NUOVO e che abbiano in loro il fuoco sacro del FARE per IMPARARE ancora cose nuove per poi trasmetterle con ardore. Un modernariato docente da stimolo, per carpire da loro modalità e suggerimenti attuativi/attuabili di percorsi educativi applicabili già sperimentati in campo durante il loro viaggio di docenti.

Il NUOVO VOLTO DELLA SCUOLA diventa così l'assemblaggio dei volti di tutti, alla "Lego" maniera, una costruzione Lego fatta di noi che ogni giorno mostriamo in campo, dove ci giochiamo la nostra credibilità, mettendo la FACCIA con il nostro pubblico fatto di persone, ragazzi e genitori e non di francobolli e timbri. Ecco, un autoscatto, dove per mostrare i nostri profili migliori non bastano più solo le ore di lavoro richieste, in posizione di autoritratto, ma occorre tessere, oltre orario, rapporti, relazioni per creare progettualità di intenti comuni, per co-costruire le fondamenta della nostra Scuola, come in una foto di GRUPPO.

Mettendoci la faccia non possiamo quindi tralasciare l'aspetto tempo assolutamente, un tempo da dedicare/dedicarci nel creare una Scuola laboratorio esperienziale del FARE per IMPARARE, dove fare RICERCA per AZIONARE menti ed abilità in ogni singolo alunno e farli giungere/arrivare al loro successo educativo/formativo, di cittadini di domani, capaci di agire nel rispetto della loro ed altrui persona, con responsabilità e meritevoli del loro ruolo sociale.

Depauperare certo non aiuta affatto tale processo di arricchimento innovativo, anzi aumenta il divario, tra stato e privato, un discrepanza di azioni che mal convivono senza mezzi equiparati alle diverse situazioni. Senza le basi materiali, di materiali e fondi, non si può chiedere l'impossibile al GEROVITAL-SCUOLA: sarebbe l'ennesima prova di un'illusione rigenerativa, una bufala di marketing a lungo andare non più credibile.

Per ultimo, ma sicuramente, non ultimo, l'aspetto del RICONOSCIMENTO, dell'importanza del RUOLO DOCENTE. Questo aspetto, "spetta" prima di tutto a noi, deve partire da noi, credendoci, e facendo capire al resto del mondo la valenza e l'importanza dell'aspetto qualitativo dell'avere docenti formati, che a loro volta vanno a formare altre persone che saranno a loro volta i portavoce di quella formazione di QUALITA' a loro trasmessa.

Quindi l'impiego/impegno docente è di responsabilità verso generazioni che tramanderanno quell'input trasmesso dal nostro modo di essere stati loro docenti di qualità.

La nostra faccia, la loro faccia, insieme il nuovo volto della Scuola che cambia qualitativamente in divenire costante, una Scuola creativa di pensieri liberi. "Bene, la Scuola può essere libera solo se è di tutti"!! Grazie anche alla persona-specchio che mi ha detto questa frase, carburante quotidiano, mi adopero e cerco il modo di mettere a disposizione, con amore e passione, la mia voglia di dare/fare per passare il testimone a loro, i miei portatori di pennellate di colore di pensiero libero e creativo nel mondo.

Barbara Riccardi, docente scuola primaria IC Frignani, Roma


Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional