Torna nella homepage
 
Numero: 5-gennaio 2009- Anno II   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 20 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'I bambini non fanno solo ooh!'... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Emergenza scuola 2 Emergenza scuola
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 5 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 6 In diretta dalla Segreteria
Pagina Long Life Learning 8 Long Life Learning

Ricerca avanzata >>>
I bambini non fanno solo ooh!
Qualche considerazione sulle prossime pagelle
di Messuri Adriana - Organizzazione Scolastica
Ecco qua ...ci siamo. E' arrivato il momento della pagella, la prima pagella Gelmini.
Per mesi si è dibattuto sull'argomento: tanti genitori si sono dichiarati soddisfatti perché, secondo loro, la valutazione espressa in numeri sarebbe stata più chiara.
Molti docenti di altrettante scuole italiane hanno considerato quanto, nella scuola Primaria, "il voto" sia riduttivo di un processo formativo lungo e complesso, nel quale intervengono molte componenti (psicologiche, comportamentali, sociali, emotive), che non può essere ridotto, appunto, compresso o limitato ed espresso con un numero!
Di voti abbiamo parlato anche in classe; ho spiegato ai bambini cosa fosse la media matematica e li ho tranquillizzati chiarendo che il loro voto in pagella non sarebbe stato solo la media matematica dei voti ottenuti nelle prove di verifica, ma anche la risultante di tante "voci" prese in considerazione dai loro insegnanti: il livello di attenzione in classe, l'interesse per le attività, l'impegno a casa e a scuola, la precisione nella stesura degli elaborati, l'esattezza delle operazioni matematiche, il linguaggio usato e così via...
Insieme abbiamo considerato che cosa fosse più importante valutare nella correzione di un elaborato (problema e operazioni) e stilato una scaletta che affiggeremo in classe e che aiuterà i bambini a valutare matematicamente il proprio compito.
I bambini sono persone serie, non perdono tempo ad elaborare congetture malefiche come fanno gli adulti...sono chiari e sereni, se chi gli parla è chiaro e sereno. Hanno capito, hanno condiviso e accettato.
Io, dal canto mio, continuerò a ripetere loro ciò di cui sono fermamente convinta: un voto è poca cosa rispetto alle potenzialità e alle capacità che ognuno di noi ha nell'interezza del proprio essere...insomma un voto è un voto e resta tale perché variabile di un dato fatto, in un dato momento, in una data situazione e perciò deve essere considerato assolutamente "non" immutabile; deve essere ritenuto indicativo del lavoro svolto in quel momento che può essere approfondito e, quindi, rivalutato ma soprattutto" il voto" non è riferibile alle capacità della persona!
I bambini sono intelligenti e profondi...sanno anche questo, non fanno solo ooh!

Adriana Messuri Docente 196° Circolo Didattico Via perazzi 46 - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional