Torna nella homepage
 
n.58 dicembre 2015
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:22 Novembre 2017 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Il contatto vuoto e l'eclissi ... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Orizzonte scuola 2 Orizzonte scuola
Pagina Didattica Laboratoriale 3 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Il contatto vuoto e l'eclissi della relazione
La prevenzione delle dipendenze patologiche
di Laporta Antonia - Orizzonte scuola
L'azione di prevenzione, nell'area delle dipendenze, è finalizzata non tanto ad evitare il disagio ma a promuovere il benessere, all'interno di un orientamento di pensiero che considera la salute non più come assenza di malattie, ma come uno stato complessivo di benessere della persona.

Per la Gestalt Psicosociale, infatti, la crescita della persona, in rapporto ad un ambiente difficile, è determinata non dall'annullamento delle difficoltà o dei disagi, ma dalla capacità di scoprire una soluzione e il superamento di tali problematicità. Considerando che la fascia di età colpita oggi dal rischio di contrarre dipendenza è quella fra i 12 -17 anni, le strategie di prevenzione richiedono approcci diversificati che coinvolgano tutti coloro che possano e vogliano contribuire attivamente a migliorare la qualità della vita presente nel proprio contesto socio-ambientale.

In un intervento di prevenzione (primaria, indicata, selettiva e universale), dunque, possono essere coinvolti i ragazzi, gli insegnanti, i genitori, gli operatori socio-sanitari, gli enti pubblici e privati.
In linea con i principi della metodologia della Gestalt Psicosociale, un progetto di prevenzione efficace, che tenga conto più dei fattori protettivi che di rischio, dovrebbe articolarsi nei seguenti punti:
- metodo attivo che coinvolga direttamente i partecipanti e promuova relazioni efficaci
- orientato al trasferimento di competenze ad altri operatori
- avere una durata adeguata a creare e sostenere degli apprendimenti di nuove conoscenze
- essere uno strumento di contatto"di rete" fra i diversi soggetti coinvolti: famiglia, scuola, territorio

Lo psicoterapeuta può attivare molte risorse all'interno dei diversi contesti in cui è possibile promuovere interventi di prevenzione, ponendosi nel ruolo di moltiplicatore di meccanismi positivi di confronto e scambio fra le diverse realtà presenti.

di Antonia Laporta
Docente scuola primaria Largo Oriani, Roma, Psicologa-Psicoterapeuta della Gestalt psicosociale e Formatrice
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional