Torna nella homepage
 
n.18 dicembre 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:15 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'IL DISCORSO DEL RE. Un film, u... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Long Life Learning 7 Long Life Learning
Pagina Dedicato a te 12 Dedicato a te
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
L'intervista L'intervista
Long Life Learning Long Life Learning
Sotto la lente Sotto la lente
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
IL DISCORSO DEL RE. Un film, una storia...
anzi...una storia e un film
di Presutti Serenella - Long Life Learning

Il discorso del re. Un film, una storia o forse, come sempre in questi casi, una storia e un film.
Un racconto di "debolezze", di problemi che sembravano insolubili fino a raggiungere il successo, quello più importante, il successo personale.
La storia di Bertie, Re Giorgio VI d'Inghilterra, può essere la storia comune di molti che non credendo in sé stessi, o meglio, avendo "imparato" a non credere in se stessi si trovano spiazzati quando qualcuno dimostra loro il contrario.
Bertie incontra la persona giusta, che lo sa aspettare ma anche stimolare... che sa trovare la leva per sfidare se stesso ed un destino di eterno "ultimo".

clicca qui per trailer

Non è la competizione con il fratello o chicchesia che è alla base dei significati più profondi di questo bel film, ma è la competizione con se stessi per superarsi....


Il film è anche un magistrale esempio di un percorso di coaching, per trovare la motivazione ad andare oltre le apparenze e i pregiudizi di chi ha già scritto un copione per non rendere protagonisti della propria vita gli individui...il bravo coach, un educatore consulente, o, in alcuni casi, un ri-educatore allenatore per trovare la strada della conquista dell'autostima e dell'autoefficacia personale...


Ho conosciuto molti "piccoli Bertie", che già in tenera età avevano maturato la convinzione di non potercela fare, tanto da non volerci neanche provare... coltivando un profondo senso di inadeguatezza, tanto grande quanto la presenza al loro fianco di altrettanti rassegnati adulti.... Molte però sono ormai le prove scientifiche di quanto conti il sostegno alla motivazione e all'autoefficacia personale per cambiare rotta dall'insuccesso al successo, dal problema alla sua soluzione.

Gli studi internazionali più accredidati sostengono queste tesi; in particolare gli studi della Prof.ssa Daniela Lucangeli, dell'Università di Padova, premiati anche dalla prestigiosa Iarld (International Academy for Research in Learning Disabilities), dimostrano da anni che si impara a studiare e a superare le difficoltà come si impara l'impotenza, cioè ci si può convincere della propria incapacità e inadeguatezza da renderle croniche...un punto di non ritorno, soprattutto nell'apprendimento della matematica e delle scienze (dati INVALSI e OCSE lo dimostrano)

Pensate se molti di noi avessero avuto un bravo educatore-allenatore come il magnifico terapista di Bertie, che so...per imparare a fare i problemi o le espressioni con le frazioni?...
beh! consiglio a tutti di fissare questo pensiero in testa prima di guardare la magnifica scena finale del film...che vi/mi regalo con grande piacere.

Buona visione e buone feste a tutti!



Serenella Presutti, Dirigente scolastica del 143° C.D."Spinaceto" di Roma, Psicopedagogista, counsellor professionista
Aggiungi un commento
Sono presenti 1 commenti Visualizza tutti i commenti
inserito giovedì 29/12/2011 ore 20:32 da Lucia Paci
fantastico regalo, grazie! Per il film e le motivazioni della scelta, credo anch'io che s'impari l'impotenza, assolutamente, conta moltissimo, oltre alla motivazione personale, quella del contesto in cui ti capita di vivere...non l'avevo visto e vedendo il trailer e gli estratti ci sono rimasta male, quando sono terminati. Devo assolutamente rimediare il film, che non ho, per continuare a vederlo...tra l'altro, meraviglioso Colin Firth! Ancora grazie tante, così come ringrazio Manuela, che, come al solito, ha colpito nel segno!
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional