Torna nella homepage
 
Numero: 1 -Dicembre 2007 -Anno I-   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 25 Settembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Il disturbo generalizzato dell... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
Il disturbo generalizzato dello sviluppo
Il percorso riabilitativo di un caso clinico
di D'Aloisio Anita - Integrazione Scolastica >>> Approfondimenti
Il disturbo generalizzato dello sviluppo è una patologia che si colloca all'interno dei disturbi dello "spettro autistico". Questi disturbi (autismo, sindrome di Rett, disturbo pervasivo dello sviluppo, sindrome di Asperger, disturbo generalizzato dello sviluppo non altrimenti specificato) sono caratterizzati, secondo il DSM_IV, da "una menomazione grave e qualitativa nella relazione sociale reciproca, delle abilità di comunicare verbale e non verbale e da un repertorio gravemente ristretto di attività e interesse, spesso stereotipati e ripetitivi".
E' importante però precisare che all'interno di queste definizioni diagnostiche, ogni bambino è diverso dall'altro, per carattere, per stile, per interessi, per capacità intellettive, per la presenza di altri disturbi, ma soprattutto per il ruolo in cui si manifesta la disabilità sociale e comunicativa. Si avrà quindi il bambino che non cerca il contatto neppure con i genitori; il bambino che dimostra un attaccamento esagerato alla mamma; il bambino interessato ai coetanei, ma incapace di reggere le difficoltà dello scambio sociale; il bambino che opportunamente aiutato e guidato, può interagire in semplici scambi sociali.
Da molti anni si dice e si scrive su questi disturbi, di cui il principale è l'autismo e per troppo tempo sono stati "colpevolizzati" i genitori, in particolare le madri definite "madri frigorifero". In questa sede vogliamo precisare con forza e alla luce dei più recenti studi che il bambino soffre di difficoltà nella socialità, nella comunicazione, nella flessibilità di pensiero a causa di un cattivo funzionamento della sua dotazione organica.

In allegato trovate la descrizione del percorso riabilitativo di un bambino con disturbo generalizzato dello sviluppo.

Anita D'Aloisio Psicologa Centro"Casa Giocosa"
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Presentazione di un caso clinico Presentazione di un caso clinico
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882

Valid HTML 4.01 Transitional