Torna nella homepage
 
Almanacco inverno  
Oggi è il giorno: 16 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Il lato positivo dello stare i... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Il lato positivo dello stare insieme
Le regole su "Come si fa per essere amici!"
di Pecci Debora - Didattica Laboratoriale
L'inizio di un nuovo percorso con una prima classe è un momento di "crisi" sia per gli alunni che per i docenti. La difficoltà maggiore, almeno per quanto riguarda la mia esperienza, risiede nella difficoltà di far capire ai bambini come stare bene, insieme, a scuola. La maggior parte di loro parla ad alta voce, ha difficoltà a seguire una semplice consegna e spesso se una loro richiesta non viene esaudita, si rivolgono all'adulto con aria minacciosa, magari imitando un personaggio arrabbiato dei Gormiti! A ricreazione non riescono a condividere un gioco, e c'è anche chi, disturbato dalla confusione dei compagni, decide di starsene da solo.

L'unica cosa che riescono a condividere con interesse è l'ascolto di una lettura a voce alta... e mi sembra una gran cosa! Decidiamo con le colleghe del team di avviare un percorso di lettura che porti i bambini a riflettere sui lati positivi dello "stare insieme" e su come risolvere le difficoltà che si possono incontrare.

Educare al piacere della lettura è senza dubbio un obiettivo che deve appartenere al percorso di insegnamento/apprendimento degli alunni di ogni classe e in ogni grado di scuola. Nel caso poi di alunni così piccoli, è fondamentale sviluppare la motivazione ad un leggere che coinvolga non solo i processi cognitivi, ma soprattutto quelli affettivi. Queste "occasioni", se condivise con il resto dei docenti che intervengono nel gruppo classe, sono lo spunto per sviluppare una quantità infinita di contenuti disciplinari che non solo danno organicità e unitarietà al nostro intervento educativo, ma formano i bambini a percepire la lettura non come un'attività relegata all'insegnante con il "quaderno a righe", ma sviluppano questa pratica in modo trasversale, per tutte le discipline.

L' obiettivo, dunque, è imparare il valore di stare insieme ed essere amici.
Come farlo? Alcuni amici possono aiutarci. Attraverso la lettura di alcuni libri illustrati, i bambini riflettono su alcune importanti tematiche:

? Nessuno vuole stare da solo: Alessandro e il topo meccanico;
? Abbiamo tutti bisogno di coccole: Gedeone;
? E' bello avere tanti amici: Guizzino;
? A volte è difficile stare insieme...: Come cane e gatto, Il litigio;
? ... ma è bello crescere con l'aiuto degli altri...: Gino, piccolo grande girino;
? ... imparando a condividere tutto... : E' mio, Federico;
? ...conoscendoci meglio e fidandoci degli altri: Ce l'hanno tutti con me.

Ogni storia può essere ricostruita temporalmente e può essere lo stimolo per la produzione di piccoli testi personali; altri sono connotati in un ambiente specifico (mare, campagna, stagno...) e possono esser lo spunto per un lavoro di scienze.
Costruire poi un libro utilizzando materiali diversi potrebbe documentare il percorso ed essere la base per condividere delle regole su "Come si fa per essere amici ".

Debora Pecci, Docente I.C. Via Perazzi, 46 - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional