Torna nella homepage
 
n. 32 aprile 2013
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:25 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Intervista a Giuseppe Fusacchi... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Orizzonte scuola 4 Orizzonte scuola
Pagina Didattica Laboratoriale 7 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Intervista a Giuseppe Fusacchia Presidente dell'ASAL
La Scuola Possibile dalla parte dei DS
di Riccardi Barbara - L'intervista
Il 17 aprile scorso i Dirigenti Scolastici della Rete delle Scuole del Municipio IX ex XII, "Rete Insieme" hanno unito le loro idee e le loro forze per dare voce alla Conferenza dei Servizi: "INCLUSIONE COME QUALITA' DELLA VITA: LA SCOMMESSA POSSIBILE".
Grande presenza di pubblico, un tema che convoglia persone che si occupano di scuola e non solo. Nel momento in cui il Presidente attuale della Rete Insieme il Dirigente Scolastico Stefano Sancandi presenta i vari relatori, sorpresa, tra questi l'ideatore iniziatico della Rete, il Dirigente Scolastico e Presidente ASAL Giuseppe Fusacchia.
Avendo avuto la fortuna di conoscerlo direttamente in campo, essendo stato mio Dirigente Scolastico con il mio esordio in quel di Spinaceto, gli chiedo un suo contributo per noi "Possibili".
Una grande opportunità per un doppio confronto!!

La politica scolastica dei Dirigenti Scolastici nel momento attuale che stiamo vivendo è fatta di ricerca di soluzioni e creatività? E quale posto ricopre l'innovazione all'interno del vostro lavoro?
Il riconoscimento dell'Autonomia alle Scuole, a distanza di più di 10 anni, ha profondamente mutato la professionalità del Dirigente scolastico, aggiungendo alle funzioni di garanzia della legittimità delle procedure la responsabilità in ordine ai risultati del servizio e introducendo quindi, almeno potenzialmente, una creatività "istituzionale" nel suo ruolo, i cui ambiti principali sono l'interazione con il contesto in cui opera la Scuola e la mediazione tra tutte le componenti della comunità scolastica. Purtroppo alla concessione dell'autonomia, che doveva essere esercitata nell'ambito dell'individuazione di linee strategiche chiare e vincolanti e conseguenti investimenti congrui e mirati a livello centrale, hanno fatto seguito politiche recessive e confuse, che hanno lasciato da una parte le Scuole a dibattersi in una autoreferenzialità diffusa e inconcludente e dall'altra le hanno private delle risorse necessarie ad un vero cambiamento. Una autonomia per così dire "ottriata", nella quale il confronto con le altre autonomie (gli Enti Locali, le altre istituzioni del territorio, la stessa amministrazione scolastica) è finora risultato schiacciante, impedendo a quella "creatività" di dispiegarsi pienamente.

Per la realizzazione di una Scuola Possibile quale potrebbe essere il valore da aggiungere per arrivare ad essere veramente Possibile, per non cadere nella staticità del non fare e per rispondere alle varie esigenze dei nostri ragazzi di domani ed essere al loro passo? Per realizzare una Scuola "Possibile" credo che le comunità scolastiche dovrebbero appropriarsi pienamente della propria autonomia, che vuol dire anzitutto, è bene ricordarlo, responsabilità; ciò significa mutare radicalmente atteggiamento, passando dal "questo è ciò che mi compete, ora qualcuno (lo Stato, i Comuni, i genitori, ecc.) deve mettermi in condizione di farlo" al "queste sono le risorse (umane, professionali, finanziarie, logistiche, culturali, ecc.) che la scuola possiede; inventiamo tutti insieme il servizio che vogliamo/possiamo offrire alla comunità", superando i mille vincoli e lacciuoli (normativi, contrattuali, di consuetudine, ecc.) che ci attanagliano. Occorre però aggiungere che tutto ciò sarà più difficile e meno efficace finché il livello centrale (il Ministero) non saprà definire in modo chiaro le priorità e gli obiettivi del sistema, investendo nuovamente (in modo mirato, non generico) sulla scuola.

Come Presidente ASAL quali nuovi orizzonti si intravedono? Qual è allora la funzione del DS dinamico ed innovatore che supera ostacoli e propositivamente attiva soluzioni per creare luoghi/laboratori di apprendimento? Cosa propone come Preside/Presidente ai suoi colleghi tutti? Come Presidente (facente funzione) dell'ASAL (Associazione delle Scuole Autonome del Lazio) suggerisco ai colleghi e alle Scuole di non restare soli, di puntare con convinzione e decisione sull'associazionismo e sulla cultura di rete, che è l'unica a poter contrastare lo strapotere delle altre autonomie e a poter affermare il valore dell'autonomia scolastica, restituendo alla scuola il ruolo di interlocutore istituzionale che le spetta e, attraverso accordi e intese territoriali, raggiungendo per tutte le scuole obiettivi e riconoscimenti che da sole non potrebbero mai ottenere.


Un Preside/Presidente che con occhio attento su quanto gira, su ciò che si può e si potrebbe far girare nel mondo della Scuola per migliorare e non arenare, si attiva. Un Dirigente Scolastico che si mette in gioco, in prima linea, pronto a battersi per diritti e priorità, per incrementare il bello per mantenere e progredire, contro chi ancora frena e vuol rendere cupa la vita scolastica, con il suo modo di essere involuto e poco propositivo. Un Dirigente Scolastico esempio del FARE, per CREARE ed inventare che anche lui, come noi "Possibili" ci dice che INSIEME SI PUO' FARE!!
Grazie a lui come a tutti gli altri Dirigenti Scolastici motori del nostro essere locomotive di cultura. Ma non è tempo di guardare il panorama dal finestrino e dire questo non mi compete, è necessario essere tutti uniti in sala macchine alla guida del cambiamento.

Barbara Riccardi



Leggi anche la recente intervista che il Dirigente Fusacchia ha rilasciato a LaRepubblica in polemica con il MIUR sulla questione dei contributi volontari richiesti dalle scuole

Per l'intervista, clicca qui

Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
ASAL ASAL
Intervista Intervista
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional