Torna nella homepage
 
n. 29 gennaio 2013
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:26 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Intervista al segretario gener... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Intervista al segretario generale CGIL Susanna Camusso
I docenti "motivatori" degli uomini e delle donne di domani
di Riccardi Barbara - L'intervista
16 gennaio 2013. Sembrava una di quelle normalissime giornate come tante, piena della sua quotidianità più estrema, quando all'improvviso decisi di cambiare copione all'andirivieni del mio essere docente e nei panni di inviata speciale della LaScuolaPossibilissima, mi intrufolai al Convegno Nazionale della FLC CGIL "Per un governo democratico della scuola - per un federalismo cooperativo" presso l'Istituto Leonardo da' Vinci.

Il Tema del Convegno era solo uno dei motivi del mio precipitarmi lì, in realtà è stato il riprendere un capitolo della mia memoria storica, di nipote, di un nonno affabulatore di storie e racconti del vissuto di questo sindacato. Il mio obiettivo era ben chiaro: approcciare ed andare ad intervistare il Segretario Generale della CGIL. Il contatto con lei era come rivivere, da protagonista, quelle storie fantastiche, di battaglie e di miti, sempre ascoltate...

Alle 13,15 finisce il suo intervento, all'improvviso un gomitolo umano fa cordone intorno a lei cercando un suo contatto, una sua parola, attendo con molta calma il mio momento. Arrivo a lei, mi presento, con aria incuriosita mi scruta, come aliena atterrata in cerca di un'intervista, leggo nei suoi occhi uno sguardo tra lo stupore e l'indugio, penso tra me e me: caspita, forse il mio slancio all'Alberto Sordi non ha sortito l'effetto sperato? Il dubbio mi assale. Ad un tratto, come in un dialogo senza parole, il suo sguardo si è in un lampo rianimato, dal suo indugiare, comprensibilissimo: "quante persone ogni momento l'assalgono, le chiedono attenzione, e io, una benemerita sconosciuta che chiede un'intervista!

La calca continua imperterrita a tampinarla e pressarla di domande, ma anch'io non mollo. Lei è sempre più attanagliata, ad un certo punto si gira e chiede di me al suo responsabile delle relazioni. Sono emozionata, il mio cuore ... avete presente una locomotiva quando fischia per annunciare il suo arrivo in stazione? Ecco, gioia vera che evaporava da tutti i miei pori!!
Mi fa cenno di affiancarla, ci allontaniamo e tutto intorno sparisce, finalmente, soltanto io e il Segretario Generale, gulp, super gulp, mi butto e qualcosa accadrà....e qualcosa è accaduto il 16 gennaio 2013 alle 13,15, Susanna Camusso ci regala il suo tempo per parlarci del suo pensiero riguardo la nostra Scuola.
E' nata a Milano nel 1955. Ha cominciato la sua attività sindacale nel 1975 coordinando le politiche delle 150 ore e diritto allo studio per la FLM di Milano. E' stata eletta in Segreteria Generale il 16 Giugno 2008.

La funzione della Scuola Pubblica, secondo il Segretario Generale della CGIL?
La funzione dell'istruzione è una FUNZIONE DEMOCRATICA, permette di decidere e scegliere di non essere subalterni delle scelte altrui, e ha anche una straordinaria FUNZIONE ECONOMICA perché avere conoscenza ed istruzione permette di difendere le proprie scelte nel mercato del lavoro, vuol dire avere competenze per orientare l'innovazione delle tecnologie, la possibilità di cambiare modelli di sviluppo, di costruire quell'idea nuova dei beni collettivi, invece del consumo puro, un cambiamento economico che è necessario per il futuro. La qualità dell'istruzione significa attrezzare le persone e permettere loro di immaginare un tempo della loro vita che non è tutto costretto dentro l'allungamento infinito del lavoro, magari in condizione di debolezza o di precarietà. Si può dire che l'istruzione è ciò che dà la motivazione alle persone rispetto al cambiamento, rispetto alle scelte da compiere e che qualunque prospettiva di un futuro del Paese passa attraverso le risposte date in termini di istruzione generalizzata delle persone.

E noi come docenti che cosa possiamo fare?
Voi insegnanti intanto avreste bisogno di un Paese che riconosca questa funzione, questo valore alla scuola. Forse quello che può fare ogni singolo docente è sapere di appartenere al mondo dell'istruzione, in cui gli alunni di oggi diventeranno gli adulti di domani, quindi potete esercitare una straordinaria funzione di motivazione nei singoli e nella collettività.



Una forza nuova tutta al femminile, un vento di novità, o la novità è la forza del cambiamento di tutti noi, insieme?
In un momento difficile per il nostro Paese, sotto il profilo economico, politico e anche morale, è importante che si definisca bene "il discorso" politico sulla scuola e sull'istruzione: nel nostro caso, in ordine ai livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione, e a ciò che ne consegue in termini di rispetto del diritto all'istruzione, di riequilibrio strutturale fra territori, di valorizzazione del personale che lavora a scuola, di estensione della partecipazione democratica, che ha il suo punto di partenza nel pieno dispiegamento delle potenzialità dell'autonomia scolastica.

La SCUOLA AUTONOMA COME VOLANO DEL VERO CAMBIAMENTO.
Sempre di vento abbiamo bisogno per viaggiare verso la meta desiderata.

Segretario Generale grazie per la sua disponibilità e grazie per avermi fatto viaggiare tra racconti e ricordi di un "NONNO CGIL" molto speciale!!
Un grazie da parte di tutti Noi Possibili.

Barbara Riccardi


In allegato:
Il Convegno nazionale "Per un governo democratico della scuola - per un federalismo cooperativo".
Innalzare l'obbligo a 18 anni.
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Convegno Nazionale Organi Collegiali e Federalismo Convegno Nazionale Organi Collegiali e Federalismo
Innalzare l'obbligo a 18 anni Innalzare l'obbligo a 18 anni
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional