Torna nella homepage
 
Numero: 4-dicembre 2008- Anno II   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 21 Settembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'L'albero'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 4 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 5 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 6 In diretta dalla Segreteria
Pagina Long Life Learning 8 Long Life Learning

Ricerca avanzata >>>
L'albero
La storia di un'amicizia per capire la generosità della natura
di Pecci Debora - Didattica Laboratoriale >>> Percorsi laboratoriali
Può capitare che a chiederti un percorso condiviso non sia solamente il collega dell'ambito linguistico ma anche quello di scienze. Mi è capitato con una classe seconda.
Il programma di scienze è rivolto allo studio del regno vegetale e il collega di italiano vuole essere coinvolto. Guardando tra i libri adatti a bambini di sette anni ho trovato il testo illustrato di S. Silverstein, L'ALBERO, Salani.
E' una storia molto bella che aiuta a riflettere sul rapporto tra la natura e l'uomo.
La relazione tra un bambino prima e poi un adulto e il suo albero, le aspettative, i pensieri e le speranze dell'uno e dell'altro che li accompagneranno comunque alla fine della loro esistenza a cercarsi e stare di nuovo insieme.
Si possono individuare nel testo tre parti; in ognuna di esse si porteranno i bambini a riflettere sul rapporto che c'è tra i due, ma anche le differenze tra le aspettative e i desideri dei protagonisti. In aiuto verranno anche delle nuove letture.

Queste le fasi del percorso:
? Lettura della prima parte del testo illustrato di S. Silverstein, L'ALBERO, Salani.
? Analisi dell'atteggiamento dell'albero (amore per il bambino, si prende cura di lui, è felice) e quello del bambino (gioco, sostentamento, amore).
? Analisi quindi del loro rapporto (giocano insieme, amore reciproco).
? Individuare in giardino un proprio albero: lo disegno e gli do un nome; lo osservo nelle sue trasformazioni stagionali e se vive insieme ad altri esseri viventi.
? Pensare l'albero come una porta per un mondo magico, fantastico: fiaba Il fagiolo magico, inizio della storia di Alice nel Paese delle Meraviglie.
? Testo illustrato di M.S.Roger e M.Paruit, L'ALBERO DELLE FATE, Nord - Sud Edizioni

? Lettura della seconda parte del testo illustrato di S. Silverstein, L'ALBERO, Salani.
? Analisi dell'atteggiamento dell'albero (si sente solo, generosità, felice di donare, rinuncia alle cose più belle che ha per amore del ragazzo) e quello del ragazzo (crescendo cambia i suoi interessi e cerca il suo amico solo per chiedere, e poi lo lascia solo).
? Analisi quindi del loro rapporto (l'albero dona, il ragazzo prende senza nulla in cambio; sfruttamento senza rispetto).
? Lettura della fiaba: O.Wild, Il Principe Felice
? Le ipotesi: Come Alice mangiando il fungo magico diventa piccola e/o grande, se io mangiassi una mela magica e diventassi piccolo e/o gigante, che succederebbe?
? Lettura della terza parte del testo illustrato di S. Silverstein, L'ALBERO, Salani.
? Analisi dell'atteggiamento dell'albero (amore per il suo amico che si manifesta nella sua generosità anche se poi gli costerà moltissimo, e anche quando non avrà più nulla da donargli troverà il modo di farlo felice) e quello dell'anziano amico (torna dall'albero perché ha ancora bisogno di lui).
? Analisi quindi del loro rapporto (finalmente tornano entrambi felici: l'anziano trova in lui il posto tranquillo che cercava perché era stanco e l'albero è felice di poterlo aiutare ancora una volta).
? Poesie e filastrocche a tema
? Riflessioni
I materiali prodotti dai bambini potrebbero essere raccolti in un grande libro e documentare quindi il loro percorso.

Debora Pecci Docente 196° Circolo Didattico Via Perazzi 46 -Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Scheda progettuale Scheda progettuale
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional