Torna nella homepage
 
Numero: 3 -Febbraio 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 21 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'L'utilizzo delle mappe concett... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
L'utilizzo delle mappe concettuali nella didattica
Rappresentare la conoscenza
di Meligrana Francesca - Didattica Laboratoriale >>> Percorsi laboratoriali
Ben ritrovati! In questo numero parlerò di un argomento noto a tutti e quanto mai attuale nel campo della didattica, perché penso che possa offrire uno spunto di riflessione e di confronto e cioè le mappe concettuali e la loro potenzialità nella didattica.
Le mappe concettuali vengono utilizzate in misura crescente in tutte le attività in cui è necessario rappresentare la conoscenza. Questo tipo di rappresentazione della conoscenza è peraltro molto vicino al modo in cui la conoscenza viene conservata e reperita nella mente umana. Ecco perchè questa tecnica è considerata fra le strategie più aggiornate e tra gli strumenti didattici più avanzati, in quanto rappresenta uno strumento perfetto per stimolare l'apprendimento attivo.
L'utilizzo delle mappe concettuali nella scuola costituisce, perciò, una strategia metacognitiva dell'insegnamento, in sintonia appunto con le modalità naturali di lavoro del cervello umano, dove l'informazione viene memorizzata, recuperata e riutilizzata per collegamenti diretti, reticolari come le mappe concettuali.
Come ben sappiamo le mappe concettuali servono per rappresentare in un grafico le proprie conoscenze intorno ad un argomento, per cui ciascuno diventa autore del proprio percorso conoscitivo e inoltre contribuiscono alla realizzazione di un apprendimento significativo in grado cioè di modificare le strutture cognitive del soggetto e quindi contrapposto all'apprendimento meccanico che si fonda sull'acquisizione mnemonica. Una mappa evidenzia i saperi di una persona permettendole di guardarsi in profondità e capire le proprie conoscenze. Rende cioè esplicito e conscio ciò che è spesso implicito. Costruire mappe non deve, però, essere inteso come una mera semplificazione dei processi di elaborazione delle informazioni, ma piuttosto un modo di impegnare le persone in un processo di apprendimento più efficace.
L'argomento è vasto e si presterebbe ad un maggiore approfondimento ma non in questa sede anche perché voglio aggiungere ancora qualcosa, ovviamente, sulle risorse che il computer offre in questo campo. Essendo la tecnica di costruzione delle mappe concettuali essenzialmente grafica, si coniuga bene con quelle che sono le potenzialità offerte in questo campo dai personal computer. Molti sono i programmi che permettono di costruire mappe ed offrono notevoli vantaggi rispetto alle originali tecniche manuali: facilmente le mappe possono essere ristrutturate, concetti e alberi di concetti possono essere velocemente spostati. Questo fa sì che l'utilizzo di un computer per la costruzione di mappe concettuali permetta di creare velocemente nuove idee e ordinarle in strutture significative.
Gli attrezzi grafici messi a disposizione (colori, forme, simboli) sottolineano o rafforzano particolari concetti in modo accattivante. Inoltre, anche se le indicazioni per la costruzione di una buona mappa concettuale consigliano di utilizzare parole singole per i concetti e le etichette dei link, a volte può essere necessario, per aumentarne la leggibilità, associare alle parole chiave considerazioni o brevi testi di commento. I programmi per PC, permettendo di fare ciò, ma mantenendo nel contempo le informazioni aggiuntive nascoste fino a quando non servono.
Concludo segnalandovi solo due software Kidspiration e Minmapper Junior, due programmi che di occupano di mappe concettuali e che hanno un'interfaccia e una concezione espressamente dedicata ai bambini.

Francesca Meligrana Docente di sostegno I.C. di Ricadi (VV)
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional