Torna nella homepage
 
n.15 settembre 2011
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:12 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'La campanella suona'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Emergenza scuola 5 Emergenza scuola
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
L'intervista L'intervista
Long Life Learning Long Life Learning
Orizzonte scuola Orizzonte scuola
Sotto la lente Sotto la lente
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
La campanella suona
Comincia una nuova avventura
di Agolino Simona Loretta - Emergenza scuola
La campanella suona e segna l'inizio di un nuovo anno scolastico.

Ad ogni inizio, si spera di poter costruire tante esperienze e vivere momenti costruttivi ed educativi per i nostri alunni. I bambini hanno bisogno di una sollecitazione continua, di creatività, di stimoli sempre nuovi, per sviluppare in loro la curiosità del conoscere e del sapere. La base del sapere per tutti noi è la conoscenza, unita poi all'esperienza che si ha nel tempo e negli anni.

Anche un bambino in età scolare ha una sua conoscenza, di come rapportarsi nel suo mondo verso l'altro, affrontare un nuovo lavoro, ascoltare e ricordare un racconto, saper esporre le proprie esperienze personali, inventare un gioco, relazionarsi con l'adulto ... L'alunno deve essere sempre motivato ad una certa attività dell'apprendimento -tale da renderlo piacevole e gratificante- così da non subire passivamente il lavoro preposto ma da essene partecipe. Il ruolo dell'insegnante, sempre meno facile vista la riduzione delle risorse, deve favorire questa apertura alla conoscenza, facendo sperimentare loro, con strumenti e strategie sempre diverse, cercando quella che più si adatta al singolo alunno.

Eppure oggi la scuola italiana è caratterizzata da una "contabilizzazione" dell'orario scolastico a discapito della risorsa -docenti, delle disponibilità finanziarie, sempre più esigue, con l'evidente rischio dell'impoverimento di un'offerta formativa adeguata alla crescita del bambino.

Anche la famiglia deve essere presente nella vita scolastica del bambino. Sappiamo tutti che spesso non è facile parlare con loro per il bene dei loro figli. Sta nella nostra capacità di saper creare una collaborazione con la famiglia, di saper costruire un rapporto di fiducia verso entrambi. Non semplice ma irrinunciabile, anche in tempo di crisi!

Sebbene la situazione lavorativa peggiori di anno in anno, ho voglia come sempre di avere buone idee, voglia di fare, di progettare lavori stimolanti per la classe; sebbene le difficoltà siano evidenti, il piacere di stare insieme con loro e di osservarli mi fa ancora una volta reiventare il mio mestiere ed essere fiera di ciò che riesco a dare ai miei alunni.

Con la speranza che -seppur tagliando ore preziose di lavoro per noi docenti- tutto questo non incida troppo sulla grande curiosità di conoscere che appartiene al mondo dei bambini ma anche a quello di noi adulti. Buon anno scolastico a tutti noi.

Simona Loretta Agolino, Giurista, Docente presso la scuola "2 Ottobre 1870", I.C. Piazza Borgoncini Duca, Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional