Numero: 2 -Gennaio 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci Web
Oggi è il giorno: 20 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'La collaborazione a scuola per... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
La collaborazione a scuola per gli alunni Diversamente Abili
L'esperienza diretta di una coordinatrice
di Ribano Roberta - Integrazione Scolastica
Per iniziare vi dirò cos'è per me il Progetto cosiddetto PHI ossia Progetto Integrazione Handicap nelle Scuole Materne Elementari e Medie. E' sicuramente un grande passo avanti per quanto riguarda il diritto allo studio dei Diversamente Abili , ma ancor più importante un arricchimento emotivo, relazionale sia per i ragazzi Diversamente Abili, ma soprattutto per i loro compagni e per tutto il personale scolastico, dal Collaboratore al Dirigente.
Con la mia piccola, ma intensa esperienza sia come AEC per vari anni e successivamente come coordinatrice del progetto nelle scuole nel IV Municipio di Roma, sono sempre più convinta che i ragazzi Diversamente abili siano una risorsa per le Scuole e non persone a cui fare solamente del puro assistenzialismo.
Certo le realtà scolastiche sono molto diverse fra loro e sicuramente le risorse che oggi lo Stato fornisce alle scuole non aiutano, ma sono del parere che non ci siano buone scuole , ma solamente persone che hanno voglia ed entusiasmo nel fare il proprio lavoro.
Si, perché per coloro che lavorano con i Diversamente Abili è importantissimo, se non essenziale, il lavoro d'equipe, perché questi ragazzi hanno già delle proprie difficoltà e quindi hanno bisogno di sentire e percepire dalle persone che lavorano con loro, stabilità , serenità e sicurezza.

Uno strumento per attivare questa modalità lavorativa sono sicuramente i GLH, ossia gruppi di Lavoro Handicap, di cui le Scuole possono avvalersi per un massimo di tre quattro incontri durante l'anno scolastico, a cui dovrebbero partecipare tutte le persone che ruotano attorno al ragazzo Diversamente Abile, anche al di fuori dell'ambito scolastico.
Quindi : ASL, Centri Convenzionati, Terapisti privati e non , genitori, insegnanti curriculari e di sostegno, Dirigente Scolastico e AEC.
In questi incontri quindi ci dovrebbe essere una condivisione e un armonia nel decidere il percorso di lavoro che si intende fare con il ragazzo Diversamente Abile durante l'anno scolastico, in modo da dare gli stessi strumenti di lavoro nei vari ambiti che il ragazzo frequenta nel corso delle sue giornate, ed ho personalmente appurato che un' equipe così organizzata e coordinata raggiunge dei risultati ottimali.
Perché quando si lavora con la disabilità si deve essere pronti a mettere in gioco la propria soggettività, perché si va incontro ad attese e bisogni del ragazzo, senza garanzie però di un immediato e duraturo risultato.
Spero di aver dato un mio piccolo contributo per capire quanto sia importante e bello il lavoro con i ragazzi Diversamente Abili e quanto sia importante l'armonia e la condivisione in questo tipo di lavoro, che io in realtà non chiamerei così.

Roberta Ribano Psicologa Coordinatrice AEC per la Cooperativa Mille e una Notte - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
sito della cooperativa Le Mille e una notte sito della cooperativa Le Mille e una notte
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional