Torna nella homepage
 
n.5 settembre 2010
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:19 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'La didattica modulare nell'app... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Long Life Learning 7 Long Life Learning
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
La didattica modulare nell'apprendimento per adulti
Il piano strategico d'intervento
di Rigamo Angela - Long Life Learning
precedenti esperienze formative, La programmazione didattica modulare costituisce uno strumento indispensabile per il docente EDA: con essa, infatti, si elabora un vero e proprio "piano strategico" d'intervento in grado di far risparmiare molte energie durante il processo di svolgimento dei percorsi di formazione, a tutto vantaggio della concretezza, ovvero di interventi più strettamente aderenti al particolare momento.
La programmazione per moduli consente cioè l'operare in un quadro strategicamente delineato, e permette l'arricchimento, l'integrazione, la modificazione delle attività previste, senza essere appiattiti dalle urgenti e mutevoli esigenze dell'immediato.

In questa visione ciascun modulo viene a costituire una parte significativa, altamente organica ed unitaria, di un più esteso percorso formativo, disciplinare, pluri o interdisciplinare programmato.

Si deve prestare una particolare attenzione al fatto che gli studenti hanno precedenti esperienze formative e/o posseggono competenze legate al vissuto personale e lavorativo.
L'insegnante deve mettersi sempre in gioco e valutare il proprio operato in relazione agli allievi che possono avere idee e criteri di apprendimento e valutazione completamente diversi dai suoi. Come sottolinea Vertecchi "...l'azione educativa è sempre un'attività a carattere sociale ,e quindi in ultima analisi la valutazione della ricerca discende dal confronto con ipotesi che coinvolgono l'interpretazione della società e dei rapporti che la scuola ha con essi."

L'impostazione a moduli non considera la valutazione esclusivamente come atto di verifica finale del processo di apprendimento, ma la utilizza in modo continuo ovvero come strumento di autoregolazione del lavoro scolastico.
Il processo si articola in tre momenti.

Il primo precede l'inizio di ciascun modulo, in cui si scandisce la programmazione, e ha lo scopo di accertare la presenza negli alunni dei prerequisiti che lo rendono proponibile.
Il secondo avviene durante lo sviluppo del modulo e del relativo decorso di insegnamento-apprendimento, al fine di offrire al docente tutte le informazioni di ritorno atte a rassicurarlo sull'efficacia del lavoro comune. Il terzo si colloca al termine dello sviluppo del modulo, per orientare gli atti decisionali del docente alla duplice direzione del recupero, per i corsisti che non abbiano realizzato livelli di apprendimento adeguati, e/o passare alla fase successiva. È evidente che quest'ultimo atto valutativo (verifica terminale) adempie, a sua volta, alla funzione di accertamento di nuovi prerequisiti per la continuazione del lavoro scolastico, secondo un andamento che si può definire "a spirale".
La valutazione, da atto burocratico -fiscale si converte così in strumento didattico.

Angela Rigamo, Docente di lettere - Palermo

Bibliografia

Russo-Agresti, La valutazione nelle procedure osservative e sperimentali, editore Giunti e Lisciani
Castellani-Guasco-Montalti-Poggio, MateriALI,Progetto per imparare, 2003, editore G. Ruffini, Imperia
Laeng-Rosso-Tiriticco-Vertecchi, L'arte della pedagogia,Napoli, editore Tecnodid ENI, Sogesta, 1991.
Ballanti-Laeng, Pedagogia, ed.La Scuola, 2000 Vertecchi, Manuale della valutazione. Analisi degli apprendimenti e dei contesti, ed.Franco Angeli, 2003
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional