Torna nella homepage
 
n 7 novembre 2010
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Settembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'La saga "L'arte dell'incontro"... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
e-book novità e-book novità
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Emergenza scuola 5 Emergenza scuola

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
La saga "L'arte dell'incontro"
I passerotti non fanno rumore
di Riccardi Barbara - Long Life Learning


I passerotti non fanno rumore.


Essi abitano l'aria con un leggero battere d'ali.
Essi aspirano al nido al conforto del cibo e del calore.
Hanno morbide piume come morbido è il cuore
che scandisce nel loro petto il tempo del vivere.
Hanno voci così sottili ed incerte che il silenzio può contenerle
e quando piangono lasciano tracce di luce negli arcobaleni e nel vento.
Non fategli male. La loro anima è l'anima del mondo.

MR Parsi




video da http://www.movimentobambino.org
II ATTO

22 ottobre 2010 H 10 Concorso Premio Laurentum - Festival della poesia dei ragazzi "Il mio mondo segreto: ciò che penso e non dico, amore, paura ed incertezza". Partecipo al convegno per aver aderito con i miei ragazzi e colleghi del 143° C.D. "Spinaceto", perché crediamo nell'importanza dell'espressione scritta, nel valore dell'aspetto creativo della poesia come mezzo di comunicazione del mondo interiore di sentimenti, sensazioni e pensieri. Presiede l'Assessore alle Politiche Educative e Scolastiche dott.ssa L. Marsilio, al Suo fianco gli organizzatori e i giurati.
Entro nella sala e saluto la referente al Progetto del Comune, la quale mi chiede immediatamente di prendere posto in prima fila, cosa che di solito evito per non incappare in richieste di qualche tipo, in poche parole per non farmi mettere in mezzo in situazioni imbarazzanti. In questa occasione altro che imbarazzo...completa euforia, per l'opportunità offerta. Sono stata e sarò per sempre grata a lei e al destino per la casualità che mi è stata offerta di sedere "in prima linea" di fronte a...
...un'esplosione di riccioli rosso fuoco che fanno da cornice ad un volto illustre. Attrae subito la mia attenzione, tra incredulità e stupore per la sorpresa di trovare tra i giurati il mio mito di sempre nel mondo "Psico".

Fin dagli anni del Magistrale ho seguito con grande interesse i suoi interventi televisivi e ho letto con estrema curiosità e voracità, alcuni suoi libri e articoli, calamitando la mia sete di sapere/imparare.
Potete immaginare la mia gioia! Attenta ad ogni virgola del suo intervento, su consigli e strumenti per agire nel migliore dei modi con i nostri ragazzi, per attirare la loro attenzione ed interesse nel realizzare uno scritto sulle loro paure e i loro sentimenti. Come sviluppare creatività e originalità nello scrivere, nell'affrontare sensazioni e situazioni, esprimendo liberamente ogni emozione.
Aggiunge: "Dagli anni 70 in poi la psicologia ha fatto da punta di diamante, facendo da sintesi, inglobando scienze che venivano prima come l'antropologia, la sociologia, la religione, la pedagogia. La psicologia è divenuta così la punta massima e felice per raccordare tutto questo che è diventato statistica. Gli insegnanti devono esigere, chiedere la formazione. La scuola deve essere un centro culturale polivalente aperto al territorio, la scuola è la realtà di avamposto in collegamento con l'Università, l'Asl per fare prevenzione dove equipe di medici, psicopedagogisti, collegati con la scuola, si uniscono insieme anche ai Presidi-Familiari contro la tossicodipendenza, la dispersione scolastica, il disagio giovanile..."
E poi "La Scrittura Creativa per chiunque è di massima importanza, perché quando troviamo qualcuno che è disponibile all'ascolto, possiamo esprimerci dimostrando che siamo lì per loro, per esprimere le nostre emozioni, i nostri sentimenti. Bisogna stimolare l'autostima, creare un'alternativa organizzando luoghi dove poter esprimere sé stessi senza timori, alla ricerca del benessere come un baluardo ed esserne fieri: questo è il nostro compito. Ogni parola ha il potere di creazione, siamo responsabili di quello che diciamo, che creiamo. Il linguaggio è l'unico che ci salva, per inventare affascinare, è questo il modo per arrivare al CUORE!!! L'immaginazione supera la parola, le parole hanno dalla loro il potere di vibrazione, producono suoni, anche il nostro corpo parla. Creare laboratori creativi, archivi del pensiero originale, amare la poesia perché tutte le cose sono oggetto di poesia. La prima fase è l'ASCOLTO della realtà, i nostri "quasi figli" dobbiamo imparare a guidarli alla creatività, all'esperienza di ascolto. La seconda fase: non controllarli, ma farli aprire, lasciare che si affidino a noi, che sperimentino, che riconoscano in noi l'autorevolezza, per diventare la loro guida nell'osare".


Come dice lo scrittore R. Emerson: "Il pensiero è il fiore, il linguaggio il bocciolo, l'azione il frutto." Quando scopriamo che qualcuno CREDE in noi ed è portato a fidarsi di noi, allora possiamo raccontarci liberamente.

A un certo punto che succede? Prima della conclusione del Convegno saluta e prende l'uscio... allora mi dico: "Non puoi perderti questa occasione, per nulla al mondo!!!" Mi lancio in picchiata come un Falco Rosso della II guerra mondiale sull'obiettivo... la seguo, scavalco tutti quelli che cercano di parlare con lei, compresa la troupe televisiva che era lì per una suo intervento.
In volo, tutto in un fiato: "Grazie per l'opportunità data, grazie per la tua passione e il tuo sapere che ci trasmetti, grazie per la voglia di proseguire con fervore la nostra professione; puoi farci l'onore di venire ad illustrare, il primo passo come avviarci al Progetto di scrittura creativa direttamente nella mia scuola, una scuola di frontiera, per dare la possibilità anche a noi e soprattutto ai ragazzi distanti dal centro, di avere questa chance in più con il tuo intervento formativo/educativo? E magari un' intervista per la rivista la ScuolaPossibile?"

Come in una scena da film, tra le facce sbigottite dei presenti, senza che nessuno interrompesse quel momento sospeso... mi lascia i suoi recapiti e ancora più incredibile, arriva la sua benedizione passandomi la mano sulla testa, accompagnata dalle parole: "Certamente, grazie a te".

31 ottobre H 11: Festa del Cinema di Roma - "Casa del Cinema" proiezione del film/documentario "Le radici e le ali". Senza parole! Sì,proprio lei ... regista ed ideatrice.

Inconfondibili i suoi bellissimi ricci rossi in pendant con le scarpe alla Dorothy del Mago di Oz; mi domando se anche lei le strofina quando vuole arrivare a conoscere i luoghi magici dell'inconscio di ogni individuo. I nostri sguardi si incrociano, incredibile mi riconosce, non ci credo, si ricorda di me! Beh già, come potrebbe cancellare dai suoi ricordi/situazioni, dopo una settimana, un incursione aerea mozzafiato di quel tipo?
Le chiedo la famosa intervista, con una carezza confortante/rassicurante/accogliente: "Assolutamente, non preoccuparti, non ora, ci vediamo dopo la proiezione".

Tema il disagio giovanile. La genialità sua e del regista Claudio Camarca di aver fatto parlare i "passerotti", di aver ascoltato il loro battito di ali, percepito anche la minima aria che smuovono. Con le immagini per scoprire il loro mondo che noi adulti non conosciamo, non capiamo, tramite le riprese di un film. Spicca il volo "Le radici e le ali" il 31 ottobre alla Festa del Cinema di Roma.

"Un lavoro nuovo andare a intervistare dei ragazzi. Sentiamo sempre parlare degli adolescenti, personalmente scriviamo, leggiamo sugli adolescenti, ma ascoltare le loro parole non capita, invece queste sono le parole dei ragazzi, sono parole talmente incredibili, parole comuni che forse sentite ascoltate ogni giorno, non ci facciamo caso, invece sono parole veramente incredibili, formidabili e fulminanti come pallottole.
Una ragazza dice: - Controllo il cibo per controllare il dolore - E' un tema che dovrebbe riguardare tutta la società, perché una società anoressica, bulimica, obesa, che si allarga, si allarga per prendere spazio. Stimolare questo discorso è il nostro obiettivo.
La "Fondazione Movimento Bambino" crea corsi "Genitori con la patente" in collaborazione con la Confcommercio. Incontriamo fino a 1.000 ragazzi al giorno... Un ragazzo di 17 anni un giorno ha chiesto ad un altro cosa andava cercando: un cambiamento, la conquista della vita? Si sono guardati un attimo e lui gli ha risposto con una frase che mi ha talmente conquistato: La felicità ha a che fare con la libertà, ma non esiste libertà senza coraggio....
Facciamo parlare i ragazzi diamo loro la possibilità di volare, consolidando le radici... Mi auguro che ascoltiate oltre che guardare"


"Questo film è come i vari pezzi del Lego. Sono tanti pezzettini che abbiamo montato e smontato, pezzi di vita che andremo a presentare ai ragazzi di altre scuole, per ragionare con loro e ricevere da loro dei feedback. La terza agenzia educativa sono propri i mezzi di comunicazione, la televisione, internet con l'obbligo di leggi e regole. In una società dove c'è la voglia di stare al centro dell'attenzione. Noi vogliamo trasmettere una comunicazione, la migliore possibile".

Ho letto che i pensieri hanno una frequenza, quando pensiamo una determinata cosa è come si creasse un segnale magnetico che attrae...la legge di attrazione come una calamita attira. Focalizzando il pensiero, pensando alle cose che vogliamo davvero, a cosa desideriamo con certezza quello che vogliamo, I PENSIERI DIVENTANO COSE!!! Un atteggiamento positivo tende ad attrarre persone positive, situazioni e fatti piacevoli.

Il capolavoro della nostra vita siamo noi, gli autori delle nostre sensazioni/emozioni.
Nella vita succedono cose magiche. Importante prima di tutto essere innamorati di noi stessi, amandoci anche gli altri ci ameranno. Quando siamo di buon umore, siamo felici contaminiamo chi abbiamo intorno. The secret.

Il mio pensiero fa delle cose incredibili, materializza incontri che desidero/cerco, come questo, ormai avrete capito di chi parlo...

la famosa dott.ssa Maria Rita Parsi.

Già lei è proprio così. Non si ferma alle sole parole, cerca ed ottiene dati di percezione/intuizione, smonta ogni barriera, osserva finché la verità non viene fuori. La sua caratteristica, questa spinta vulcanica, passionale, per arrivare a capire ciò che si cela al di là delle parole, dei gesti, delle posture. Esplosiva, travolgente con una vitalità che contagia.
Maestra della dialettica che scuote, dalla curiosità che non si accontenta, un'energia strepitosa. Il labirinto misterioso che è la mente, a Lei piace percorrerlo, indagarlo, sviscerarlo, esplorarlo, cogliendone gli angoli più misteriosi/reconditi. I suoi ricci sono il preludio della sua essenza, del suo fascino. La sua comunicazione ricchissima, fluida, attiva, sentita, travolge, arriva a scardinare ogni parte nascosta dell'essere. Le sue parole sono pensieri di cose vissute, la "veracità" del suo parlare sincero, arriva a tutti.

Ogni adulto porta in sé il bambino e l'adolescente che è stato, quale patrimonio inalienabile della sua esistenza. Bisogna quindi valorizzare il Pensiero Bambino contribuendo a rendere gli adulti più sensibili, creativi e disposti a cambiare in meglio se stessi e il mondo circostante.

Amare quello che si fa per quello che si è, non per il successo che si otterrà!

Maria Rita ... Grazie di cuore!!!

Barbara Riccardi, docente 143° CD Spinaceto - Roma

Link alla Fondazione Movimento Bambino
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Fondazione Movimento Bambino Fondazione Movimento Bambino
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional