Torna nella homepage
 
n.33 maggio 2013
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:13 Dicembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Ma con la musica è facile!'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Orizzonte scuola 4 Orizzonte scuola
Pagina Dalla redazione 13 Dalla redazione

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Ma con la musica è facile!
Prospettive di una mamma
di Paci Lucia Giovanna - Orizzonte scuola
Scrivo su queste pagine ormai da più di quattro anni e non sono un'insegnante ma una semplice mamma di quattro figli. Non ho nessuna pretesa, non ho da insegnare niente a nessuno. Ho parola e penna facili, vivo nella scuola da un'importante prospettiva, in maniera attenta e "critica" e per temperamento e fede, mi piace fare da testimone, scrivendo, prestando voce ad altri genitori come me, con la speranza di essere letta anche da qualche insegnante che possa trovare nel racconto delle mie esperienze, qualche spunto di riflessione, magari con la voglia, come dice il nostro Direttore, di fare squadra.
Proprio perché non sono docente e non ho nulla da insegnare e in realtà ho pochissime certezze anche da genitore, ma sono in continua crescita critica insieme ai mie figli, posso usare questo mezzo solo per raccontare e porre domande a chiunque voglia o sia in grado di dare delle risposte o almeno si metta in contatto dialettico reale con me.
Ho figli adolescenti e so bene quanto è difficile relazionarsi con loro; lo è sempre stato, per la peculiarità di un'età che per statuto butta all'aria schemi e regole, lo è ancor più oggi, in un mondo la cui cifra è la precarietà - lavorativa, economica, sociale, sentimentale, familiare, valoriale - e i fondamenti da sovvertire sono già traballanti essi stessi, sempre che esistano ancora e dunque il naturale bisogno di messa in discussione, genera individui apatici, inquieti ma depressi, ancora più confusi e soli, perché i modelli che dovrebbero rifiutare, non sono poi dei modelli!
Benedetta ha tredici anni e frequenta la II media. Ha in classe con lei alcuni ragazzi pluriripetenti, qualcuno considerato irriducibile, che potrebbero - e per il profitto dovrebbero - essere nuovamente respinti, che spesso vengono lasciati andare ob torto collo alla deriva, da insegnanti che hanno esaurito le risorse per mandarli contro la loro corrente.
Lì abbiamo visti a teatro, però, la settimana scorsa, durante la Rassegna teatrale che la nostra scuola organizza ogni anno. Le prime, le seconde e le terze classi della scuola media davano un saggio musicale, prevalentemente di flauto dolce, ma anche di voci, soliste e di coro, e di una coreografia di ballo, divise dapprima per classi, poi unite in una gigantesca orchestra. Uno spettacolo godibilissimo, non solo dai genitori, in cui abbiamo potuto apprezzare in tutti i ragazzi presenti delle doti, che al solo nominarle sembrano fantascientifiche: bravura, concentrazione, serietà, obbedienza all'insegnante/Direttore, rigore, rispetto dei tempi e dei compagni, partecipazione convinta, piglio ... tutti! I cosiddetti irriducibili, in prima fila, presenti e fieri, non si sono risparmiati, ma si sono trasformati e proprio la classe di Benedetta si è esibita nel balletto, su una canzone di Grease -su cui c'è stato anche il lavoro di trasposizione e adattamento del testo in italiano, creazione della coreografia, da parte di un ragazzo ,scelta dei costumi - che è stato il momento più carino di tutto lo spettacolo. E' stato breve, ma quanto intenso ! Mi sono emozionata a vedere come erano uniti, i ragazzi, e maturi nel loro offrirsi, anche quelli per i quali si pensa che siano sfaticati o che abbiano ormai la strada segnata!
Mi viene di getto: ma perché non si riesce a fare in classe, questo lavoro, con tutte le discipline?
Mi si dirà: ma con la musica è facile!
Mi permetto di obiettare: la musica è prima di tutto educazione, disciplina, rigore, sia che la si suoni individualmente sia nel gruppo. Il gruppo, in più, implica obbligatorio rispetto dei tempi degli altri, ascolto, incastro e la responsabilità del singolo, nel bene e nel male, ha un peso fortissimo alla riuscita del tutto.
La professoressa, proprio come un direttore di orchestra, è attenta all'operato di ognuno e ascolta ogni singolo suono, perché sia bello di suo, ma anche perché possa accordarsi armonicamente con gli altri. Come è entrata di peso nelle file, la prof., per portare avanti due ragazzi che non sentiva e intuiva si stessero distraendo, incurante del suo fare deciso, un po' militaresco ... ma ha avuto ragione! Come hanno vibrato le corde che ha toccato!
La musica, dunque, è solo un mezzo, abilmente utilizzato dal docente/direttore, come da uno stratega, che sa dove vuole arrivare, qual è il suo obiettivo e lo persegue con il mezzo che gli è familiare!

Sarebbe importante, a mio parere, che ciascun insegnante trovasse il proprio mezzo, per perseguire l'obiettivo, partendo probabilmente dalle proprie inclinazioni personali e caratteriali, ma qualora queste non fossero sufficienti, andando ad attingere a quello che nelle proprie discipline può diventare strategia, avendo chiaro qual è l'obiettivo.
L'obiettivo sono i ragazzi, la loro crescita armonica, in equilibrio tra il loro essere un bello strumento, che fa vibrare tutte le corde, e l'essere in accordo con tutti gli altri, tanto per rimanere nella musica.
L'insegnante giapponese buddista Ikeda dice : "L'educazione è la sacra impresa di trasmettere la quintessenza dell'umanità da una persona all'altra, di coltivare questa essenza nella profondità della vita di un'altra persona".
Io come genitore me lo ripeto quotidianamente come un mantra, voi docenti?
Aspetto con interesse chiunque voglia rispondermi!

Lucia Giovanna Paci, genitore
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional