Torna nella homepage
 
Numero: 6 -Maggio 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 18 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Per finire....valutiamo'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
Per finire....valutiamo
E' sempre possile?
di Tiberti Stefania - Organizzazione Scolastica >>> Parliamo di...
La fine dell'anno scolastico è per noi insegnanti uno dei momenti più importanti e più impegnativi perché ancora di più ci fermiamo a fare alcune riflessioni che devono poi necessariamente tradursi in ... valutazioni.
. Non vorrei definire la valutazione formativa - un momento di grande importanza e di grande responsabilità per i docenti, non solo per il dover compilare le schede e dare comunicazioni alle famiglie con lunghi e numerosi colloqui - o definire concetti legati all'ambito metodologico e didattico -sono descritti in tutti i manuali- ma vorrei soffermarmi sul significato più profondo che la valutazione riveste.

Forse è proprio questo che ultimamente mi rende, come dire, "agitata" .
Come per un percorso didattico arriva il momento di fare un consuntivo dei livelli di competenza raggiunti dai bambini, così mi sono interrogata su quali sono stati i livelli di competenza raggiunti da me alla fine di questo anno e mi sono chiesta: " Ho imparato dagli errori involontariamente commessi, ho attuato tutte le strategie giuste? Per quel bambino la programmazione attuata era la migliore ? Continua ad avere difficoltà?"
Forse e normale pensare queste cose e in qualche modo il termine stesso "insegnare" presuppone questo, "so le cose...le devo saper fare", e in questi anni tante sono state le situazioni che mi hanno insegnato, almeno spero, a "saper fare".
Ma avere più esperienza non vuol dire "saper fare sempre " perché i bambini non sono mai tutti uguali e quello che va bene per uno non necessariamente si adatta anche all'altro, ma per chi vive la scuola questa è cosa nota e ogni insegnante automaticamente attua comportamenti diversi per ciascuno dei propri alunni, perché impara a conoscerli.
Ritenete che questo sia sempre facile e naturale? Per me... no.

Da quest'anno sto lavorando in una terza, una di quelle classi definite, a detta di tutti, difficili da recuperare, dove sia io che la mia collega siamo "nuove", se così si può dire e abbiamo affrontato mille difficoltà, non ultimo la gestione di alcuni bambini particolari.
Convinta che tutto nella vita non arriva per caso, questo anno scolastico è forse arrivato al momento più giusto della mia carriera lavorativa, perché ho potuto verificare sul campo il mio "saper fare ".
Carica di entusiasmo e motivata da tante esperienze positive, avevo però paura di non saper tradurre tutto in pratica lavorativa.
Infatti tante volte, io e le mie colleghe, ci siamo scoraggiate per risultati non raggiunti, tante volte ci siamo sentite sole senza il supporto delle famiglie, delle strutture competenti, ma non abbiamo mai dimenticato che è importante avere tra di noi complicità e coerenza, perché a volte è una conduzione sbagliata della classe che fa diventare le piccole difficoltà grandi problemi.

Abbiamo guidato questi bambini nella maniera giusta?
Sicuramente abbiamo dato al concetto di recupero non soltanto un'accezione negativa, che gli si potrebbe erroneamente attribuire, ma svolgere un'attività di recupero vuole dire semplicemente tenere nella giusta considerazione, sul piano didattico, le necessità e le differenze individuali.
Saremo riuscite nel nostro intento?
Forse non del tutto ma sicuramente ci abbiamo provato, con tutte le nostre forze e questo sicuramente è arrivato ai nostri bambini, i quali non hanno mai perso la voglia di venire a scuola e la fiducia nelle proprie maestre.
E questo mi sembra un ottimo risultato.
I problemi non si sono risolti, ma che ne dite: basteranno altri due anni di tempo almeno per attenuarli?
Per il momento .....valutiamo.

Stefania Tiberti Docente 196° Circolo Didattico Via Perazzi 46 - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional