Numero: 2 -Gennaio 2008 -Anno I   Direttore responsabile Manuela Rosci Web
Oggi è il giorno: 15 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo '"Posso farcela"'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Editoriali Editoriali
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 2 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 3 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina In diretta dalla Segreteria 5 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
"Posso farcela"
...a proposito di autostima
di Alessandri Barbara - Organizzazione Scolastica
La stima e l'apprezzamento di se stessi sono fondamentali per imparare, crescere e vivere. I bambini che credono fermamente nelle loro capacità e nel proprio valore sviluppano un atteggiamento positivo: "posso farcela" è una convinzione che li mette in grado di affrontare i problemi. Chi è riuscito a costruirsi una positiva immagine di sé sembra essere maggiormente disposto ad affrontare attività impegnative in quanto si aspetta risultati soddisfacenti in grado di ripagarlo dello sforzo compiuto.
E' importante tenere presente questo aspetto nel lavoro quotidiano in classe, durante gli interventi che facciamo sui bambini o nei giudizi che esprimiamo.
Lo scorso anno ho deciso di portare avanti un laboratorio espressivo che potesse servire a migliorare e potenziare l'autostima degli alunni che ne facevano parte.
I primi incontri si sono incentrati prevalentemente sulla creazione del GRUPPO inteso come:
- presenza di relazioni
- interazione fra i membri con o senza il mediatore
- presenza di scambi comunicativi
- percezione di essere parte di un'unità durevole e di avere un obiettivo comune.
Il laboratorio, di circa due ore a settimana, era incentrato attorno alle seguenti attività:
? CIRCLE TIME: i bambini sono incoraggiati a condividere con gli altri esperienze, idee, giochi. Si discute di situazioni problematiche e ciascun bambino viene guidato alla verbalizzazione ed all'ascolto dei propri e degli altrui stati emotivi
? ATTIVITA' TEATRALI: i bambini vengono chiamati a fare attività di improvvisazione teatrale, svolgere attività mimiche, usare la comunicazione mimico-gestuale e musicale, cogliere il significato dell'intonazione (tono di voce, accenti, pause), sviluppare le potenzialità espressive e comunicative attraverso linguaggi verbali e non verbali, sviluppare le capacità attentive e di memoria uditiva.
? PROBLEM SOLVING: i bambini durante gli incontri sono guidati alla discussione e alla riflessione; affrontando situazioni critiche si tenta di far apprendere la giusta sequenza cognitiva per la risoluzione dei problemi: inquadramento della situazione, esame delle possibilità in campo, valutazione degli effetti di un'azione, analisi dei costi e dei benefici, scelta.
Tali attività si proponevano di raggiungere i seguenti obiettivi:
- Consolidamento e rinforzo del gruppo classe
- Creazione di rapporti di fiducia fra compagni e fra alunni ed insegnante
- Incoraggiamento alla cooperazione ed al lavoro di squadra
- Condivisione di esperienze, opinioni e preoccupazioni
- Sostegno e sviluppo dell'autonomia tramite: nuove esperienze che assicurano successo all'interno di un ambiente privo di giudizi e non competitivo
- La discussione di gruppo e la risoluzione dei problemi.

L'esperienza del Circle Time ha suscitato grande entusiasmo nei bambini che raramente trovano nella giornata scolastica uno spazio a loro dedicato, in cui potersi esprimere e confrontare su temi che li toccano e li coinvolgono.
Il coinvolgimento dell'insegnante che diventa parte del gruppo e che partecipa ai giochi o alle attività, facilita l'aprirsi di quei bambini che sono particolarmente restii ad esprimersi o ad intervenire durante le lezioni. Le attività di drammatizzazione, sulla voce e sul corpo hanno consentito a molti bambini di lasciarsi andare, di affidarsi all'altro e di scoprire eventuali potenzialità.

Barbara Alessandri Docente di sostegno 196° Circolo Didattico Via Perazzi - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional