Torna nella homepage
 
n. 25 settembre 2012
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:17 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Qui comincia l'avventura del s... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Dalla redazione 9 Dalla redazione
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
L'intervista L'intervista
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Orizzonte scuola Orizzonte scuola
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Sotto la lente Sotto la lente
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Qui comincia l'avventura del signor Bonaventura!
Il milione regalato ai nuovi arruolati
di Riccardi Barbara - L'intervista
Quest'anno una sorpresa è arrivata, il signor Bonaventura ha portato un premio per la tanta attesa a molti docenti precari, un milione grande come un lenzuolo, il tanto atteso ... RUOLO!!
Prima di arrivare ad ottenerlo, le persecuzioni del torvo Barbariccia sono state molteplici, al punto da aver "ingoffito" e reso impacciati i personaggi precari che vagano come fantasmi privi di un consistente RUOLO, alla maniera di Cecè. Ma Bonaventura, grazie al caso, diventa un involontario salvatore, sì perché neppure lui se lo sarebbe mai immaginato di arrivare a cotanto atteso risultato. Diventando il concessore di felicità, eliminando la pericolante precarietà, Bonaventura è diventato il re dei docenti precari.

Si è rivelato il principale avversario dei nemici pubblici, quelli che auspicavano i tagli, è stato l'agente universale del bene, trionfando sul male, liberando, molti dei tanti, dalla nube tossica della precarietà. Un effetto di pura magia!! Un'avventura fatta di casualità che ha eliso la sciagurata sventura di precariato senza paura, un caso della vita che, come diceva Geppetto, "sono tanti" oggi giorno purtroppo ad esserne accumunati.
Ma alla fine il finale ottimistico, una promessa generosa di gratificazione, con Bonaventura si è avverata l'assicurazione che ogni desiderio, prima o poi, si realizza e che ogni sogno si materializza. È stato come quando i nostri nonni cantavano sospirando: "Se potessi avere mille lire al mese", Bonaventura, quatto, quatto, senza alzare la voce, è arrivato di sorpresa regalando la speranza di una meta mille volte più alta delle mille lire al mese.
Lui intrepido ma non ignaro di guai e traversie, spesso anche lui disoccupato, sinistrato, ha perseguito il suo fine, donando un milione a chi aveva perso la speranza di brindare all'occasione di vedersi attore nella fiction "Il ruolo per la vita".

La sua caparbietà è stata premiata, portando con sé un insegnamento: "C'è sempre una via d'uscita"! Barbariccia è una tigre di carta; catastrofi, incendi, fughe di belve dai circhi, briganti da strada, incidenti automobilistici, cavalli imbizzarriti non hanno mai niente di definitivo e più in là c'è sempre "il milione", che dietro le nuvole, anche nei giorni di nubifragio... c'è sempre il SOLE!!

Certo è che Bonaventura non sarebbe riuscito nella sua azione di salvataggio senza il suo cane fedele dal grande fiuto e senza il suo artefice spronatore, Sergio Tofano (la volontà di attuazione assunzioni), invisibile maestro di ironica pazienza e abile inventore della speranza tascabile in ogni situazione.

Bonaventura un personaggio da un lato presentissimo, dall'altro assentissimo, da un lato gioviale e gaudente, dall'altro tristissimo e melanconico.
Così li vedo i nuovi docenti di ruolo, degli ossimori viventi, dei personaggi dal duplice aspetto, felici per la meta conquistata ma allo stesso tempo non pienamente allegri perché "i loro compagni di viaggio", di anni e anni di precariato, non sono riusciti ancora a farcela a piantare la bandiera in cima alla vetta del fatidico ruolo. Non si può essere veramente gaudenti, perché ci sono LORO, i compagni assenti accanto a te, con i quali si è condiviso gioie e attese, sofferenze e patimenti di una precarietà alienante, una condivisione fatta di anni di cammino insieme che ha unito e messo alla prova di fronte a tensioni e guerre fredde "tra poveri".
Sì, ecco a voi i nuovi docenti di ruolo, ossimori viventi che, solidali, augurano un futuro di successi a tutti voi della graduatoria di esaurimento ... di non esaurirvi e di non mollare mai perché qualcosa accade prima o poi e che un Bonaventura è accanto ad ognuno di NOI!!

Buon anno scolastico di soddisfazione e ... dai tanti MILIONI!!


Barbara Riccardi, docente IC Via Frignani - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional