Torna nella homepage
 
n.20 febbraio 2012
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:15 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Sessualità e amore'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Orizzonte scuola 13 Orizzonte scuola
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Dedicato a te Dedicato a te
e-book novità e-book novità
L'intervista L'intervista
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Orizzonte scuola Orizzonte scuola
Scuola & Tecnologia Scuola & Tecnologia
Sotto la lente Sotto la lente
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Sessualità e amore
Le mie proposte didattiche
di Paci Lucia Giovanna - Orizzonte scuola
Dopo la consegna del documento di valutazione, per ripartire con un nuovo quadrimestre, è necessaria una pausa di riflessione, di analisi, di ragionamento, di proposte "per correggere il tiro" degli interventi: recuperare, consolidare, potenziare. Ecco perché la scelta di dedicare alla didattica la rivista di questo mese.

Come al solito, ogni qualvolta si trattano argomenti tecnici, non essendo un docente, ma solamente un genitore, mi sento un po' disorientata e senza argomenti, ma poi riesco sempre a "pescare" qualcosa dalla mia realtà quotidiana. Con quattro figli, vivo quotidianamente in più modi gli sforzi che ogni scuola fa nel proprio piccolo per essere degna di questo nome, a livello di persone e di proposte e non mi sento di giudicarne la portata, sia pure dall'osservatorio di chi vive la scuola da un altro punto di vista e può offrirne letture diverse. Mi sembra di finire col dire sempre le stesse cose, che pure se minimamente intelligenti, diventano spesso idealismi o retorica da strapazzo.

Pensando alla didattica e dovendo trarre dal mio vissuto, tuttavia, sento di dover denunciare che la Scuola sta perdendo molto il suo ruolo di istituzione educativa, principalmente perché ha essa per prima smarrito la consapevolezza di poterlo, doverlo essere, poi perché le viene poco o per nulla riconosciuto dalla sua controparte, la Famiglia, che dovrebbe sostenerla ed esserle complementare.

I miei figli sono tutti adolescenti, chi già, chi ancora e chi in pieno e nonostante la partecipazione attenta di noi genitori, che li abbiamo accompagnati e continuiamo a farlo giorno per giorno nel loro cammino, la loro generazione li ha inevitabilmente contagiati di un analfabetismo emotivo e sentimentale, che noi non abbiamo sicuramente avuto alla loro età!
Anche noi abbiamo fatto le nostre scoperte e le nostre esperienze, fisiche ed emozionali e abbiamo vissuto le nostre "prime volte" in questi campi, ma con una struttura diversa alle spalle, più piena, un sistema di categorie a fare da supporto e in cui appunto catalogare via via le esperienze. Loro ne sono sprovvisti e l'emergenza educativa di cui si discute tanto oggi riguarda moltissimo l'EDUCAZIONE SENTIMENTALE.

Il fatto di cronaca di qualche giorno fa che ha visto protagonisti due quattordicenni, scoperti nell'atto di un rapporto sessuale nel bagno della scuola, mi ha atterrito, non solo per la differenza di "punizione", che ha penalizzato la ragazza rispetto al ragazzo, ma per il fatto che due ragazzi così giovani considerassero l'atto sessuale mera soddisfazione istintuale e unicamente fisica, così impellente da essere velocemente consumata in uno squallido bagno scolastico e che la Scuola abbia perso la sua opportunità di intervento educativo, limitandosi a quello punitivo.

Chi spiega ai ragazzi che non si viene puniti perché si ha un forte desiderio, ma perché lo si esprime a scuola?

Chi dice loro che così come non ci si mette le mani nel naso o non si urla, così non ci si bacia appassionatamente o non si fa sesso, in pubblico o in un contesto dove "normalmente" si fa altro?

Chi spiega loro che è normale, soprattutto alla loro età, avere delle pulsioni, che ti fanno "accapponare la pelle" e ti eccitano i sensi, ma che è giusto farle andare a braccetto con i battiti del cuore, le emozioni della mente che riconosce nell'altro qualcuno con cui camminare "d'amore e d'accordo"?

Chi non ha paura di dire che il discorso sessuale va inquadrato in un discorso sentimentale, d'amore, che ha i suoi spazi, i suoi tempi, il suo linguaggio, le sue leggi?


La Scuola dovrebbe farlo, potrebbe farlo, perché a volte capita che la Famiglia ci provi, ma le manchi l'apporto utilissimo che potrebbe darle la Scuola e a volte capita proprio che la Famiglia sia inadeguata e incapace e allora la Scuola ha il dovere morale e deontologico di farlo!

Si parla da secoli della necessità di fare "educazione sessuale" nelle scuole, ma si è sempre frainteso cosa questo debba significare. I ragazzi non hanno bisogno di sapere le tecniche, che ci mettono due minuti a scoprire, ma hanno bisogno di crescere nell'affettività e di sentirsi dire che la sessualità non può essere fine a se stessa, ma deve essere inquadrata nel rapporto d'amore, che non si basa sulla qualità di una prestazione ma è il completamento di un sentimento, che va "imparato" nella quotidianità del vissuto e non consumato frettolosamente.

Perché non può dirle anche la Scuola queste cose?

Attraverso i professori o attraverso degli esperti appositamente consultati, senza moralismi, senza indottrinamenti pseudo religiosi, con il buon senso di adulti che guidano i principianti alla scoperta di un universo... Ce ne sarebbe un gran bisogno, i ragazzi ne avrebbero, e anche noi genitori e probabilmente anche ai docenti farebbe un gran bene far passare il loro rapporto con i ragazzi da questo!

Lucia Giovanna Paci, genitore, IV Municipio - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Clicca sul libro per acquistare una copia dell'eBook
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional