Torna nella homepage
 
n.86 ottobre 2018
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:21 Novembre 2018 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Sostenere l'innovazione, innov... >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Sostenere l'innovazione, innovare il sostegno
L'impiego delle nuove tecnologie nel processo inclusivo
di Rollo Tiziana - Inclusione Scolastica
L'interesse per il tema delle Tecnologie ha come riferimento il modello dell'International Classification of Functioning (ICF) e prende in considerazione soprattutto gli strumenti multimediali che possono intervenire a favore dello sviluppo armonico di ogni studente e studentessa.
L'impegno nasce dall'esigenza di creare un processo inclusivo, scolastico e sociale nella scuola primaria e secondaria di I e II grado.
Il progetto da elaborare prende in esame i punti di forza e di debolezza dell'alunno al fine di trovare soluzioni inclusive per valorizzare le differenze di ognuno.

Molti libri di testo hanno da anni ormai un supporto multimediale, forma di comunicazione alternativa attraverso la quale l'interazione avviene con più canali messi a disposizione: immagini, suoni, video e testi scritti.
Questa proliferazione di software didattici permette di pianificare degli interventi per facilitare gli alunni con disabilità specifiche, disturbi e difficoltà di apprendimento: una progettazione di percorsi di insegnamento-apprendimento che va a sostenere realmente il bisogno del singolo e favorisce la condivisione e la cooperazione. Le tecnologie a scuola consentono di migliorare i livelli di autonomia degli studenti e degli insegnanti; questi ultimi hanno il compito di ampliare il lavoro, di ottimizzare i tempi e sfruttare al meglio le risorse.

L'utilizzo di software consente, inoltre, un maggiore accesso alle differenti difficoltà da trattare, e un impegno collettivo dei docenti (soprattutto tra quelli curricolari e di sostegno) per dare risposte adeguate e condivise e fronteggiare, magari, la dispersione scolastica e il disagio.
Un aspetto imprescindibile, per garantire un sostegno efficace ad ogni alunno e ad ogni classe, è il costante aggiornamento e la formazione continua per gli insegnanti, che incide su tutta la comunità scolastica.

Bibliografia consigliata:
-Besio S. (2005). Tecnologie assistive per la disabilità. Lecce: Pensa Multimedia.
-Canevaro A., D'Alonzo L., Ianes D. (2009). L'integrazione scolastica degli alunni disabili in Italia dal 1977 al 2007. Bolzano: University Press.
-Canevaro A., Mandato M. (2004). L'integrazione e la prospettiva inclusiva. Roma: Monolite.


Tiziana Rollo, insegnante di sostegno presso l'Istituto Paritario "Villa Flaminia" di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional