Torna nella homepage
 
n.95 settembre 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:15 Novembre 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Un progetto per la scuola'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Un progetto per la scuola
Indicazioni e strategie che mirano al processo di inclusione
di Rollo Tiziana - Inclusione Scolastica
All'interno della scuola, di un consiglio di classe e tra i singoli docenti è imminente la necessità di progettare. Attraverso l'osservazione e l'analisi delle caratteristiche di ogni singolo alunno si mira a valorizzare al massimo le potenzialità del gruppo classe.
L'inclusione non si racconta: si mette in pratica.

Inizialmente si prendono in considerazione i documenti relativi alla certificazione, per conoscere le condizioni di disabilità riconosciute dalla legge 104/1992, ma poi è necessario cominciare a pensare a come promuovere e favorire il reale sviluppo delle potenzialità dell'alunno.
Il progetto individuale nasce anche dalle informazioni ricevute dalla famiglia, dalle strutture sanitarie e dagli specialisti che collaborano con la scuola e si fonda su finalità che consentono all'alunno di potersi esprimere, di essere al centro del processo di inclusione per raggiungere quelle competenze che riguardano il gruppo classe, contribuendo allo scambio di apprendimenti e abilità scolastiche.
Il processo di inclusione potrebbe partire dalla narrazione di esperienze, di situazioni che presentano conflitti, disagi e problemi. Lo scopo è quello di sciogliere e mettere in relazione i fatti umani che accadono nella classe, che accoglie diverse condizioni, desideri e sentimenti.

I progetti che favoriscono l'inclusione devono prevedere la partecipazione di tutti i docenti per il raggiungimento di obiettivi comuni: la valorizzazione degli alunni, il benessere e la crescita dell'intero gruppo classe, attraverso esperienze di apprendimento diversificate, che possano estendere il sapere e potenziare autostima, motivazione, capacità di adattamento, aspetti essenziali necessari per la vita.


Tiziana Rollo
Insegnante di sostegno e referente per le Attività del Sostegno nella scuola primaria dell'Istituto Paritario "Villa Flaminia" di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional