Torna nella homepage
 
Almanacco inverno  
Oggi è il giorno: 17 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Un viaggio nel tempo'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Un viaggio nel tempo
Quando il sogno diventa ... possibile!
di Lucci Anna - Didattica Laboratoriale
L'anno scorso individuammo con i colleghi delle allora classi terze di tutto l'Istituto un'esperienza per noi tutti significativa: un laboratorio archeologico da far vivere ai bambini presso un museo didattico a nostra scelta.
Non riuscimmo a portare avanti il nostro intento ma, ritenendo di aver deprivato i nostri alunni di qualcosa di veramente interessante, l'abbiamo riproposta nell'interclasse d' Istituto delle classi quarte per quest'anno scolastico.

Il 12 ottobre abbiamo condotto le nostre classi al Centro di Archeologia sperimentale "Antiquitates" di Civitella Cesi - Blera (VT).

Abbiamo coinvolto a forza tutti gli alunni, "inseguendo" i genitori più distratti o preoccupati (le uscite scolastiche provocano ansia sempre in qualcuno!) perché ritenevamo veramente importante per loro vivere questa esperienza e cos'ì, tutti insieme ... siamo entrati nel preistorico villaggio villanoviano.

Vi siete mai chiesti quanto tempo occorreva 10.000 anni fa per modellare un vaso di argilla,quale strumento si usava per intagliare un pendaglio, quale temperatura si doveva raggiungere per ottenere il bronzo dei Villanoviani o forse vi piacerebbe provare a dipingere come nella Preistoria o a tessere come Penelope?

E qui i nostri alunni sono stati catapultati nella vita dei nostri antenati, diventando gli autori e gli attori del loro sapere. Hanno personificato i pali "tocca terra", strutture portanti delle case - capanne villanoviane e sono stati condotti, attraverso domande stimolo, a ripercorrere le diverse scoperte archeologiche e ad orientarsi su una linea del tempo concreta, perché supportata da documentazioni e reperti e a muoversi dalla preistoria alla storia, ad accendere in un rito corale e tribale il fuoco, a fondere i metalli, a costruire oggetti in ceramica con la tecnica del colombino. In tal modo i manufatti realizzati smettevano di essere muti.

Il momento più partecipato è stato lo scavo archeologico: organizzato in modo da stimolare le dinamiche del piccolo e del grande gruppo, si è basato sullo scambio dei ruoli (lo scavatore, il pulitore dei reperti, il disegnatore e il fotografo).
Ciò ha permesso la valorizzazione delle diversità, l'alternarsi delle competenze, la coordinazione, l'accordo, la capacità di orientamento topografico: c'era il turno del catalogatore che valutava il reperto e segnava le coordinate del ritrovamento.
Il gruppo, i cui componenti riuscivano ad adeguarsi, ad adattarsi e ad orientarsi nelle diverse situazioni e ad immedesimarsi negli svariati ruoli, usciva vincente ed era emulato dagli altri.

Questo scavo simulato è stato il momento in cui si respirava maggiormente l'interesse, il gusto di imparare in forma cooperativa, l'entusiasmo dei bambini, alcuni dei quali esprimevano la voglia di diventare nel futuro archeologi o paleontologi.
Si sono sentiti tutti importanti e necessari alla riuscita di un lavoro comune.

Tutto questo proiettava noi insegnanti nel sogno di una scuola - laboratorio permanente ed attivo, una scuola dove investire tante risorse per il futuro e non un luogo di isolamento, di maestri unici, di tagli economici, di voti e prescrizioni. Noi crediamo che la scuola sia veramente un centro di ricerca permanente, dove ogni alunno possa costruire le proprie conoscenze, accrescere l'autostima e arrivare alla piena consapevolezza di sé.
Noi ci crediamo e continueremo a "cercare" e "ricercare" i modi possibili per fare della scuola un laboratorio permanete e attivo e, nel frattempo, scegliamo di accompagnare i nostri alunni in luoghi significativi come il Centro di Archeologia.

Anna Lucci e Vincenza Caruso, Docenti I.C. Via Perazzi, 46 - Roma

Vedi il link al sito archeologico e il fotogallery dell'esperienza didattica con i nostri alunni
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Centro di Archeologia Sperimentale Centro di Archeologia Sperimentale
Vai alla Photogallery Vai alla photogallery
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional