Torna nella homepage
 
Numero: 9- maggio 2009- Anno II   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 18 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Una finestra sulla Relazionali... >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Long Life Learning Long Life Learning
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Integrazione Scolastica 2 Integrazione Scolastica
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 4 Didattica Laboratoriale
Pagina Oltre a noi... 5 Oltre a noi...
Pagina In diretta dalla Segreteria 7 In diretta dalla Segreteria

Ricerca avanzata >>>
Una finestra sulla Relazionalità: Erving Polster e la sperimentazioni delle "Life focus communities"
La Gestalt Psicosociale e il nuovo Umanesimo
di Presutti Serenella - Long Life Learning
psicoterapia del quotidiano
psicoterapia del quotidiano
Ho avuto la fortuna di incontrare Erving Polster per tre volte negli ultimi 5 anni; l'ultima risale al 21 aprile scorso, in occasione di un incontro a Roma organizzato dalla Fondazione Italiana Gestalt insieme alla casa editrice Erickson, che ha curato l'edizione italiana della sua ultima opera: "Psicoterapia del quotidiano" (2006/ 2007 edizione italiana).
Erving Polster, insieme a sua moglie Miriam, è considerato uno dei padri fondatori della Gestalt Terapy Psicosociale; dal 1973 ha fondato il Gestalt Training Center di San Diego in California dove ha preso inizio la teoria della Gestalt Integrata, introducendo una visione molto diversa delle relazioni umane e della terapia, con schemi di lettura volti più al processo che sottende ad esse piuttosto che all'analisi individuale di tipo freudiano.

Lo sviluppo di oltre 30 anni di attività e di confronto con la Comunità internazionale è progredito poi attraverso la sperimentazione dei "gruppi di pscicoterapia": tra le esperienze più efficaci e conosciute in tutto il mondo, K.Rogers, T.Robbins.
Ma veniamo alle "Life focus communities" e alle interessanti intuizioni che si intravedono nella loro attuazione.
Polster ci fa riflettere sugli elementi distintivi comuni a molti processi di costruzione del senso di appartenenza nelle persone e nei gruppi sociali: il bisogno del sacro, la continuità degli elementi e la connessione tra le persone.

Al di là delle innegabili suggestioni legate all'evocazione di immagini, simboli e nutriti riferimenti culturali che hanno fatto la storia della psicoterapia internazionale, trovo interessante che Polster individui prioritario delineare delle "Linee del buon vivere" proprio attraverso la diffusione degli strumenti psicoterapeutici della Gestalt psicosociale; la psicoterapia è troppo buona per essere ad appannaggio solo di pochi. Il recupero del "sacro"si riferisce soprattutto al bisogno presente nelle Comunità di conferire senso alle esperienze quotidiane, che richiedono comunque che sia prestata la massima concentrazione per essere condotte e collocate tra le esperienze significative delle nostre vite; quotidiano quindi non è sinonimo di banale perché saremo stati capaci di dare alle nostre azioni la giusta collocazione e significato.

Si potrebbe eccepire però che non basta volerlo perchè una cosa sia in un modo e sia così per sempre; dare continuità ai processi, personali e di gruppo, è la modalità per sostanziare la nostra quotidianietà, sedimentando i significati nel contesto dove ci muoviamo.
L'elemento della Continuità è la strada dei processi di costruzione valoriale delle società, rispondendo ad un bisogno di umanizzazione degli avvenimenti, un antitodo contro la liquefazione dei sentimenti e delle azioni.
Le relazioni sono la risultante dei reticoli che si intrecciano tra le persone nei percorsi, negli incontri dei singoli e dei gruppi nei contesti sociali, lì soprattutto dove si individuano i "gangli" delle interconnessioni; è qui che si inserisce l'esperienza delle Life Focus communities.
Polster mette in atto esperienze diverse, dalle espressioni artistiche al racconto di sé, in diversi contesti, tutti rigorosamente fuori dagli studi di psicoterapia e dai setting abituali; quotidiane esperienze di incontro, nei caffè come nelle parrocchie, tutorate dalla presenza di un esperto di counselling o di psicoterapia con il ruolo di sostegno ai contesti.
La Comunità non si fa garante solo della connessione tra le persone, ma anche della qualità della connessione stessa; un processo di relazione che sia "sacro" nel suo significato valoriale, che si ponga in continuità nelle vite delle persone e in stretta connessione con altre vite.

Ho trovato molti spunti interessanti e risvolti psicopedagogici nelle sperimentazioni riportate da Polster; le riflessioni sulla perdita di senso e del bisogno profondo delle società di ritrovare le connessioni e il significato delle cose sono temi "forti" che stiamo affrontando a diversi livelli da ormai diverso tempo, nelle nostre scuole come nelle nostre comunità.
La sperimentazione di strumenti nuovi e di percorsi inediti possono darci la spinta per la ricerca e lo sviluppo sociale che, mai come oggi determina un'emergenza nelle culture occidentali; la paura delle diversità e l'avanzare delle nuove patologie sono "figlie" dell'isolamento e di cattive connessioni tra le persone.
Forse la Scuola come comunità deve ricollocarsi come luogo di connessione primaria, una "life comunity" dove intrecciare conoscenze ed esperienze diverse nella costruzione di reti a sostegno dei nostri figli e delle famiglie.

Serenella Presutti, Psicopedagogista e Dirigente scolastico del 143° Circolo Didattico "Spinaceto" - Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
link Fondazione Italiana Gestalt link Fondazione Italiana Gestalt
link Edizioni Erickson link Edizioni Erickson
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional