Torna nella homepage
 
Numero: 2-ottobre 2008- Anno II   Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno: 17 Novembre 2018

Pubblicato da Sysform Promozione di Sistemi Formativi

Via Monte Manno 23 00131 Roma

Articolo 'Una goccia nel mare'  >>>
Per visualizzare le sottoaree clicca sull'icona
Dalla redazione Dalla redazione
Oltre a noi... Oltre a noi...
Editoriali Editoriali
Emergenza scuola Emergenza scuola
Organizzazione Scolastica Organizzazione Scolastica
Integrazione Scolastica Integrazione Scolastica
Didattica Laboratoriale Didattica Laboratoriale
In diretta dalla Segreteria In diretta dalla Segreteria
  Pag Argomento
HomePage   HomePage
Pagina Emergenza scuola 2 Emergenza scuola
Pagina Organizzazione Scolastica 3 Organizzazione Scolastica
Pagina Integrazione Scolastica 4 Integrazione Scolastica
Pagina Didattica Laboratoriale 5 Didattica Laboratoriale

Ricerca avanzata >>>
Una goccia nel mare
Riflessioni un po' indignate di una mamma idealista sulla nuova riforma della scuola primaria
di Paci Lucia Giovanna - Emergenza scuola
Sono la mamma di 4 figli, di cui una sola rimasta ormai alla scuola elementare. Come è facile immaginare dal numero dei miei figli, sono un'idealista e, per questo, non mi rassegno di fronte allo scempio che si vuole fare della Scuola, soprattutto di quella Primaria!
In questi anni, ho avuto la fortuna, e i miei figli prima di me, di incontrare insegnanti motivate, appassionate, con la vocazione vera all'insegnamento, che hanno trasmesso insieme al sapere il loro amore e la loro fede, come ogni insegnante dovrebbe fare.
La norma, però, non è questa: nelle squadre di insegnanti dei miei figli sono, per fortuna solo transitate, anche persone passate in ruolo non per concorso, ma per "anzianità di precariato", persone che hanno trascorso 30 anni tra cambi di scuole, dove non hanno portato né competenze né passione né voglia di imparare, in scuole dove non hanno imparato nulla, perché non si sono mai confrontate, mai messe in discussione, mai hanno raccolto le sfide che il lavoro sul campo ti apre.

In questo andava riformata la Scuola!
Se dei tagli andavano fatti, erano da farsi sul materiale umano-professionale scadente, bisognava pretendere che gli insegnanti fossero qualificati, anzi, addirittura specializzati.

Altro che maestro unico!
La specializzazione dei saperi, acquisita con la Laurea prima e con l'esperienza sul campo poi, trovo che sia una necessità e una risorsa da offrire ai bambini! Gente motivata, che ama la sua materia e sa proporla e trasferirla, stuzzicando le corde e scoprendo magari predisposizioni e talenti, è un valore aggiunto per un bambino!
Altro che punto di riferimento materno unico, di cui un bambino dovrebbe aver bisogno!
Il punto di riferimento materno ogni bambino ce l'ha già e non gliene serve un altro.
Gli servono riferimenti e modelli diversi, autorevoli, perché esperti, fidati, grintosi. Le diversità aprono gli orizzonti e la mente e fanno crescere perché sviluppano la critica.
Un bambino che ha tante maestre, ognuna esperta nel proprio campo, sicura di sé, pimpante e appassionata e vive questa cosa nell'assoluta, indispensabile normalità, non è disorientato. Impara a rapportarsi, a prendere qualcosa da ognuna, sia in termini di nozioni, sia di umanità, e si arricchisce di esperienze. E questo, sempre nell'ottica dell'unitarietà del sapere, che è l'obiettivo e il compito della Scuola Primaria.

Al di là della Politica e delle Ideologie, che portano a dire, anche retoricamente, che la Scuola non si tocca, perché è il luogo di formazione principe di ogni Paese che voglia chiamarsi democratico e civile, fucina degli uomini di domani, ideologie che portano a gridare a gran voce contro il tentativo di imbavagliamento e di negazione del Pensiero e delle Intelligenze, mi chiedo se si sia tenuto conto delle implicazioni pedagogiche che il "nuovo" proposto avrebbe portato o porterà, se ci sono stati un dibattito e un confronto seri tra le parti sui temi che ho appena accennato.
Sono state sentite le componenti interne alla Scuola, genitori compresi?
A me sarebbe piaciuto davvero poter intervenire, da idealista, a una discussione vera, invece che con accorati e sfiduciati appelli inviati al Presidente della Repubblica o dalle pagine di una rivista per "addetti ai lavori", che, a buon bisogno, la pensano come me e, quindi, serve a poco! Ringrazio, comunque, per l'opportunità offertami, perché una goccia nel mare unita alle altre rende il mare quello che è: una forza potente e bellissima!

Lucia Giovanna Paci genitore nel IV Municipio di Roma
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
 

G.T. Engine Powerd by Innova Servizi Roma Via Appia Nuova 882- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional