Torna nella homepage
 
n.95 settembre 2019
Registrata presso il:Tribunale di Roma n. 63/2010 del 24/02/2010
Direttore responsabile Manuela Rosci
Oggi è il giorno:15 Novembre 2019 Pubblicato da Sysform Editore - Iscrizione al R.O.C. n.19433 Sysform Editore - Via Monte Manno 23 00131 Roma
Articolo 'Una scuola verso il 2030'  >>>
SysForm Editore - editoria digitale per il mondo della scuola e della formazione
Sysform Ente di Formazione accreditato dal MIUR
  Pag Argomento
HomePage   HomePage

Ricerca avanzata >>>
Una scuola verso il 2030
L'impegno della scuola italiana
di Proietti Michela - Orizzonte scuola
Un nuovo anno scolastico sta prendendo il volo e con esso tutta una serie di grandi cambiamenti in merito alle politiche educative e alle novità normative che stanno investendo il mondo della scuola in toto, soprattutto quello della scuola primaria.
E' bene allora soffermare il nostro sguardo e la nostra attenzione su un documento in particolare, che ci indica gli obiettivi fondamentali da perseguire nell' impegno quotidiano in classe: l'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, su cui impostare tutta la progettazione, soprattutto in questo importante momento di inizio delle attività.

Che cos'è l'Agenda 2030?
L'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d'azione, sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell'ONU, che mira alla prosperità del pianeta e dei suoi abitanti. Essa ci segnala 17 obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile da raggiungere entro il 2030. Si tratta di traguardi fondamentali, "Obiettivi comuni" che riguardano tutti i Paesi e tutti gli individui: nessuno ne è escluso, né deve essere lasciato indietro lungo il cammino, necessario per portare il pianeta verso la strada della sostenibilità.
Analizzando a fondo l'Agenda 2030 emergono concetti chiave di fondamentale importanza:
-Sradicamento della povertà
-Fine alla fame
-Benessere di tutti
-Istruzione di qualità inclusiva ed equa
-Apprendimento continuo per tutti
-Uguaglianza di genere
-Energia a prezzo accessibile, affidabile, sostenibile
-Lavoro dignitoso per tutti
-Crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile
-Industrializzazione inclusiva e sostenibile
-Sostegno all'innovazione
-Riduzione delle disuguaglianze
-Promozione di società pacifiche e inclusive
-Protezione, ripristino e promozione dell'uso sostenibile degli ecosistemi terrestri

Come si evince, sono tematiche e nuclei fondanti che possono arricchire la progettazione e la pratica didattica per cui si può dire con certezza che l'Agenda 2030 chiama in causa la scuola, indicando obiettivi che la coinvolgono direttamente: "Fornire un'educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti".
L'Agenda ci segnala, infatti, al quarto punto, l'esigenza di un'istruzione di qualità (equa ed inclusiva), presupposto fondamentale per migliorare la vita delle persone e per raggiungere un reale sviluppo sostenibile, così come la tutela dei diritti umani, la conquista di una reale cittadinanza globale e della tanto attesa "istruzione universale".

Come risponde la scuola italiana?
"Il sapere come elemento trasversale al cambiamento", così il MIUR, nel Piano per l'Educazione alla Sostenibilità, ha risposto a questa "chiamata" indicando 20 azioni coerenti con gli obiettivi dell'Agenda 2030 e le stesse Indicazioni Nazionali, inoltre, si sono arricchite di un ulteriore documento, "Nuovi scenari", in cui si puntualizza ancora di più la necessità impellente di educare alla cittadinanza e alla sostenibilità, coinvolgendo tutte le discipline e l'intero progetto formativo, puntando alle competenze chiave per l'apprendimento permanente.
La scuola dunque è sempre più investita di compiti assai rilevanti per far sì che gli studenti diventino i futuri cittadini, in grado di conoscere, costruire e padroneggiare. A loro è richiesta una cittadinanza ampia e articolata, fatta di senso della legalità, etica delle responsabilità, pensiero critico, capacità di argomentazione e tanto altro ancora.
Per raggiungere tali traguardi noi docenti dobbiamo investire, prima di tutto, sull'efficacia didattica, individuando le strategie, le metodologie e le pratiche più adeguate alla promozione dell'apprendimento e allo sviluppo di un clima sereno, positivo e motivante... condizioni indispensabili per mirare in alto, per puntare al 2030.

Buona nuova avventura a tutti noi... docenti, studenti e famiglie!


Michela Proietti
Docente di scuola primaria nel plesso di Borgo Nuovo- IC "Fara Sabina" (Rieti)


Vedi anche i link a dx:

- il gioco "GO Goals!" che ha lo scopo di insegnare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile ai bambini in tutto il mondo in modo semplice e ludico.

- Agenda 2030, Obiettivo 4: Fornire un'educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti
Aggiungi un commento
Sono presenti 0 commenti Visualizza tutti i commenti
Bookmark and Share

Stampa Articolo Stampa articolo
Invia una opinione sull'articolo
Vai al gioco Vai al gioco
Agenda 2030, Obiettivo 4, un'educazione di qualità, equa ed inclusiva Agenda 2030, Obiettivo 4, un'educazione di qualità, equa ed inclusiva
 

G.T. Engine Powerd by Sysform Roma Via Monte Manno 23 -Roma- Web Content Manager Maurizio Scarabotti

Valid HTML 4.01 Transitional